• Bandi vari: Dote Sport, Turismo, Fotovoltaico, Inserimento lavorativo donne

    • Bando Dote Sport 2017 (Decreto 10437 del 30 agosto 2017)

      • Finalità: contributo per sostenere i costi sostenuti per le attività sportive dei minori di età compresa fra 6 e 17 anni compiuti o da compiere entro il 31/12/2017. Le attività devono: prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza; avere una durata continuativa di almeno sei mesi; essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte ai registri Coni e/o CIP o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Federazioni Sportive Paralimpiche, Federazioni Sportive Nazionali Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Associate Paralimpiche o da soggetti gestori di impianti società in house (a totale partecipazione pubblica) di enti locali lombardi. Sono comprese le associazioni benemerite riconosciute dal Coni. La Dote Sport è un rimborso, delle spese sostenute dalle famiglie nel periodo settembre 2017 – giugno 2018, per l’attività sportiva dei minori. Ciascuna famiglia potrà beneficiare di una sola Dote, del valore minimo di 50 e massimo di 200 euro. Nei casi di nuclei familiari con più di 3 minori, sono assegnabili un numero massimo di 2 Doti. Nessuna limitazione al numero di doti è prevista in caso di nuclei familiari con un minore diversamente abile.
      • Beneficiari: nuclei familiari: in cui almeno uno dei due genitori (o tutore), sia residente in modo continuativo da almeno 5 anni in Lombardia, alla data di scadenza del Bando; che alla presentazione della domanda siano in possesso di un indicatore ISEE non superiore a € 20.000,00 o non superiore a € 30.000,00, nel caso di nuclei familiari in cui è presente un minore diversamente abile.
      • Scadenza: presentazione domande dalle ore 12:00 del 18/09/2017 fino alle ore 16:00 del 31/10/2017.
      • Link: http://bit.ly/2xQYRRm
    • Bando per la valorizzazione ed innovazione delle strutture di informazione ed accoglienza turistica (Dduo 4 agosto 2017 – n. 9776 )

      • Finalità: sostenere l’innovazione organizzativa, di processo e tecnologica delle strutture di informazione e accoglienza turistica riconosciute come infopoint standard dalla Direzione Generale competente di Regione Lombardia al fine di rendere i servizi offerti più innovativi, efficaci ed efficienti rispetto alle esigenze del turista – consumatore, nonché un sostegno alla loro gestione per assicurare una maggior presenza di personale e orari di apertura prolungati rispetto a quelli ordinari. Il contributo concesso non potrà essere superiore a € 50.000,00 sulla Linea 1- Infrastrutturale e € 14.000,00 sulla Linea 2 -Gestione, per un’intensità d’aiuto pari al 70% della spesa complessiva ammissibile.
      • Beneficiari: Possono presentare domanda i soggetti gestori delle strutture di informazione ed accoglienza turistica riconosciute come infopoint standard (vedi elenco nella pagina Infopoint) dalla Direzione Generale competente di Regione Lombardia alla data di presentazione della richiesta di contributo;
      • Scadenza: dalle ore 14,00 del 18 settembre 2017 alle ore 12,00 del 31 ottobre 2017 -Fase di acquisizione delle proposte progettuali preliminari; dalle ore 10,00 del 16 novembre 2017 alle ore 12,00 del 25 gennaio 2018 – Fase di acquisizione delle proposte progettuali finali.
      • Link: http://bit.ly/2wUPFLG
    • Incentivazione per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici (Decreto n. 10740 del 07/09/2017)

      • Finalità: Incentivazione per l’acquisto e l’installazione di sistemi di accumulo da impianti fotovoltaici, rivolto solo a privati cittadini residenti in Regione Lombardia. Il contributo erogato è a fondo perduto, con un importo variabile fino al 50% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di un sistema di accumulo a servizio di un impianto solare fotovoltaico di utenza domestica. Il contributo massimo concedibile è pari a € 3.000,00 ed è la somma di due quote: la quota A, dipendente dall’efficienza del sistema di accumulo (calcolata con parametri tecnici del sistema) e la quota B, relativa al costo sostenuto per l’installazione. Sono ammissibili i costi sostenuti a partire dal 3 febbraio 2016.
      • Beneficiari: privati cittadini che sono titolari, ovvero che saranno titolari, di un impianto fotovoltaico installato su edifici o a terra nel territorio della Regione Lombardia, per l’acquisto e installazione di un sistema di accumulo di energia elettrica prodotta dal medesimo impianto fotovoltaico.
      • La domanda di partecipazione può essere presentata esclusivamente dal titolare dell’impianto fotovoltaico che ha sostenuto o sosterrà la spesa per l’acquisto e installazione del sistema di accumulo di cui sopra e sia quindi intestatario delle relative fatture e bonifici di pagamento.
      • Scadenza: a partire dalle ore 12.00 del 21 settembre 2017 e fino alle ore 12.00 del 28 settembre 2017, salvo esaurimento risorse (lista d’attesa inclusa)
      • Link: http://bit.ly/2vLWGg1

     

    •  Progetti finalizzati all’inserimento lavorativo e dell’autonomia abitativa delle donne vittime di violenza (Decreto n. 9674 del 3.8.2017)

      • Finalità: sviluppo e sostegno di azioni volte a promuovere percorsi volti all’inserimento lavorativo e all’autonomia abitativa delle donne vittime di violenza prese in carico dalle Reti territoriali interistituzionali antiviolenza attive sul territorio regionale, attraverso due specifiche linee d’azioneA) inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza; B) Interventi finalizzati all’autonomia abitativa per le donne vittime di violenza
      • Beneficiarie: Azione A) donne, vittime di violenza prese in carico dai Centri antiviolenza con cui i comuni capifila delle Reti territoriali interistituzionali hanno attivato apposite convenzioni, disoccupate o inoccupate il cui progetto personalizzato di fuoriuscita dalla violenza preveda la riqualificazione e l’inserimento lavorativo; oppure occupate il cui progetto personalizzato preveda il miglioramento della condizione economica e professionale. Sarà data priorità alla presenza di figli/e minori o disabili, all’inserimento in una casa-rifugio o struttura di accoglienza, alla condizione di disoccupazione. Azione B) donne prese in carico dai Centri antiviolenza che non dispongono di un alloggio o il cui alloggio è divenuto impraticabile per ragioni di sicurezza personale. Sarà data priorità alla presenza di figli/e minori o disabili, all’inserimento in una casa-rifugio o struttura di accoglienza, alle condizioni economiche di maggiore svantaggio.
      • Possono presentare domanda di finanziamento esclusivamente i Comuni capifila di Reti territoriali antiviolenza attive sul territorio regionale che sottoscriveranno accordi di collaborazione con la Regione ai sensi della d.g.r. n. 6714 del 14 giugno 2017
      • Scadenza: 31 ottobre 2017
      • Link: http://bit.ly/2wAamLt
  • Report settimana 11 – 15 Settembre 2017

    I Commissione

    All’ordine del giorno della seduta è stato illustrato e discusso il Par n. 145, riguardante la revisione straordinaria delle partecipazioni di RL nel sistema del Sireg. La presenza dell’assessore Garavaglia ha consentito di entrare nel merito del documento e di avere sue precisazioni, grazie alle osservazioni fatte emergere dal nostro gruppo, anche alla luce delle novità circa alcune società o enti del Sireg intervenute nella sessione di bilancio dello scorso luglio.

     

    II Commissione

    Alla presenza del Comitato dei Controlli, del relativo Presidente e dei tecnici di Giunta, si è preso atto delle REL n. 73, 84 e 108 (rispettivamente afferenti le relazioni di detto Comitato per il primo e per il secondo trimestre 2016, nonché per il primo semestre 2017). A seguire il PAR n. 147 (afferente il Regolamento regionale di disciplina per la trasparenza dell’attività di rappresentanza di interessi nei processi decisionali pubblici presso la Giunta regionale) è stato illustrato dai tecnici di Giunta.

     

    III Commissione

    Audizione con i rappresentanti della sezione regionale di Aned, Associazione nazionale emodializzati. Oggetto dell’incontro: il servizio di trasporto sanitario per i pazienti sottoposti a trattamento dialitico. Oltre alla segnalazione di criticità e inadeguatezze dei vettori, all’attenzione dei commissari è stato portato un decalogo da adottare per garantire uno standard nel trasporto dei malati; i dieci punti esplicitano i requisiti minimi a cui conformarsi, dalle caratteristiche dei mezzi ai criteri qualitativi di erogazione del servizio. Da parte dei nostri consiglieri è stato evidenziato come sia parimenti necessario che Regione Lombardia riveda i criteri  di bandi e gare di appalto, così da garantire la qualità e l’efficienza del servizio. Nella successiva seduta è stato illustrato il pdl 362 Disposizioni per la tutela delle persone sottoposte a provvedimento dell’autorità giudiziaria”. La proposta, che rivede la lr. 8/2005, arriva in terza commissione dopo il percorso in commissione carcerari. Si apre ora la finestra per la presentazione degli emendamenti.

     

    IV Commissione

    Si è svolta, alla presenza del Presidente del Consiglio regionale, l’audizione con “Confartigianato Imprese Varese” e con le imprese coinvolte nel progetto “ImpresAperta” per la presentazione del medesimo. A seguire l’audizione con vari soggetti in merito alla situazione occupazionale di “Almaviva S.p.A.” di Milano.

     

    V Commissione

    Ha avuto luogo l’audizione con vari soggetti in ordine alle rotte di atterraggio e decollo adottate con il piano sperimentale dell’Aeroporto di Orio al Serio.

     

    VI Commissione

    E’ proseguita la trattazione con l’ausilio dei tecnici di Giunta della proposta di risoluzione inerente al Programma regionale di gestione dei rifiuti per il territorio della Provincia di Brescia. Infine, è stata illustrata dal relatore la PLP n. 23 (integrativa del D.Lgs. n. 152/2006, in materia di impianti di trattamento dei fanghi di depurazione).

     

    VII Commissione

    E’ stato affrontato il regolamento per l’attuazione della legge sullo sport  e sull’esercizio delle professioni sportive inerenti alla montagna. E’ stato necessario apportare delle modifiche al testo a seguito di alcune osservazioni inviate dall’Assessore Rossi al Presidente di commissione. Le modifiche riguardano aspetti tecnici relativi alla cessazione delle commissioni di esame previste per i maestri di sci e alcuni profili di questo sport, materia ritenuta di competenza dello Governo. Il testo con le modifiche apportate è stato licenziato all’unanimità in commissione. Pizzul, nel suo intervento, ha richiesto che ci sia una sollecitazione della Giunta al Governo per alcune istanze pervenute dall’Associazione Turismo e Commercio di Livigno e da Federalberghi Sondrio.

     

    VIII Commissione

    Si è proceduto alla nomina dei relatori sui provvedimenti iscritti all’o.d.g. Si è quindi discusso dello stato di attuazione degli adempimenti previsti dagli atti di indirizzo politico approvati dal Consiglio regionale nel I trimestre 2017.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • “In Regione Lombardia serve un cambio culturale e normativo”

    Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

    COMUNICATO STAMPA

    Consumo di suolo
    SCANDELLA (PD): “IN REGIONE LOMBARDIA SERVE UN CAMBIO CULTURALE E NORMATIVO”Visualizza articolo

    “Le preoccupazioni di Legambiente e Coldiretti sono pienamente giustificate perché riportano la realtà di consumo di suolo che in Lombardia ha raggiunto dimensioni enormi”, commenta così Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd, la notizia che in poco più di 60 anni ogni cittadino lombardo ha perso metà della sua quota di prati e aree coltivate, secondo un’analisi di Legambiente e Coldiretti, appunto.

    “La crisi economica ha rallentato il consumo di suolo, ma in questa legislatura Regione Lombardia non ha stimolato né un cambio culturale, né una riforma della legge urbanistica tale da giustificare ottimismo rispetto a un migliore utilizzo del suolo e a una salvaguardia dei terreni destinati all’agricoltura”, continua Scandella.

    “Per noi è fondamentale che si facciano convergere tutte le risorse economiche e tutte le semplificazioni burocratiche attorno all’obiettivo della riqualificazione del patrimonio edilizio esistente”, conclude il consigliere Pd.

    Milano, 6 settembre 2017

  • J-mail n.13

    Link alla newsletter


    Ciao,

    qualche giorno fa ho pubblicato un breve video per denunciare i tagli della Giunta Maroni sui capitoli di bilancio destinati alla montagna: forestazione, agricoltura, infrastrutture, progetti di sviluppo locale… Parliamo dell’80% in meno in soli cinque anni: un disastro!

    Qualche collega della maggioranza ha tentato un’arrampicata acrobatica sugli specchi, altri invece fanno ricorso a delle vere e proprie bufale: qualche giornale ha scritto “fondi dalla montagna dai canoni idroelettrici!”. Facciamo chiarezza: una cosa sono i canoni idrici – 66 milioni di euro, pagati ogni anno alla Regione per le concessioni d’utilizzo delle acque, dalle grandi centrali idroelettriche fino alle piccole derivazioni – per i quali ci battiamo da tempo affinché finanzino un fondo per investimenti nei territori più penalizzati a livello di spopolamento e impoverimento; tutt’altra cosa sono i canoni aggiuntivi, tasse richieste per il prolungamento delle medesime concessioni ma che nessuno ha ancora pagato e che probabilmente nessuno pagherà prima del rinnovo delle stesse. Un fondo da zero euro.

    Insomma, se dovete annunciare qualcosa, fatelo con i soldi veri, non con quelli che non esistono… La realtà è che nessun altro settore del bilancio ha subito un taglio del genere. Questione di scelte: sarà opportuno ricordarlo a quel milione e 300mila persone che in montagna ci vive e vuole continuare a farlo.

    Sempre in tema Pirellone, da qualche mese stiamo lavorando alla costruzione del programma del Partito Democratico verso le elezioni regionali del 2018 (marzo-aprile, probabilmente). Sto girando la regione alla ricerca di esperienze da diffondere, proposte e soluzioni ai problemi quotidiani delle persone (se potete, datemi una mano a idee@pdlombardia.it!). Perché in Lombardia abbiamo tante ricchezze ma anche alcuni problemi seri: i migliori ospedali d’Italia ma liste d’attesa troppo lunghe, il più alto tasso di tumori legati all’inquinamento o un’assistenza sociale che lascia troppi anziani soli; le imprese più innovative, ma un tasso di disoccupazione giovanile ancora troppo alto; le università più rinomate, ma una quantità enorme di ragazzi che abbandona troppo presto gli studi.

    Tante cose sono cambiate in questi anni ed un progetto che guardi al futuro della Lombardia non può non tenerne conto. Pensiamo all’ambiente: qualche anno fa, a destra come a sinistra, si pensava che la qualità ambientale fosse alternativa alla crescita ed allo sviluppo. O l’aria pulita o il lavoro. Oggi è sempre più chiaro come le due cose vadano di pari passo. Ciò che fa male all’ambiente, è molto probabile che nel medio periodo non generi nemmeno lavoro. Ciò che crea buona occupazione è invece ciò che investe nella sostenibilità dei processi e dei prodotti. La bioedilizia o la mobilità elettrica sono solo due settori di questo cambiamento culturale ed economico.

    Su questo ed altri temi, sono convinto riusciremo a costruire un progetto affascinante, che sappia convincere ed entusiasmare. A differenza del passato, abbiamo le idee più chiare anche in fatto di candidatureGiorgio Gori ha dato la sua disponibilità a guidare il centrosinistra come candidato Presidente, e credo che questa vada raccolta e accompagnata con tutto l’impegno di cui siamo capaci. Da Sindaco di Bergamo l’ho conosciuto come una persona seria ed estremamente preparata. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate!

    Tra elezioni regionali, nazionali (ne parliamo nella prossima newsletter) e paternità, quel che è certo è che non ci sarà da annoiarsi. Cercherò di non stressarvi troppo, per il momento vi auguro buone vacanze e buon riposo!

    Un sorriso,

    Jacopo

  • Report settimana 17 – 21 Luglio 2017

    I Commissione

    Non si è riunita.

     

    II Commissione

    Non si è riunita.

     

    III Commissione

    Lunedì. Audizioni con Sindaci dell’Abbiatense e Associazione Diritti del Malato in merito alla chiusura notturna del Pronto Soccorso dell’ospedale. Ribadita la contrarietà al provvedimento, che rischia di portare ad un depotenziamento generale della struttura sanitaria. Come evidenziato dal consigliere Borghetti, se il Pronto Soccorso alternativo di Magenta è perennemente intasato e se per una visita oculistica ad Abbiategrasso bisogna attendere 15 mesi, è necessario riconsiderare l’importanza del bacino d’utenza del presidio e del suo Pronto Soccorso, prestando attenzione alla sicurezza e alle prescrizioni del DM70. Al termine dell’incontro è stata calendarizzata un’audizione con la direzione generale del “Cantù” che sarà preceduta da una visita della Commissione all’ospedale di Abbiategrasso. Mercoledì. Audizioni con i Rettori delle Università, i vertici di ANAAO Lombardia e della Consulta Professioni Sanitarie, i DG di Besta, Istituto Tumori, Policlinico San Matteo, Policlinico Milano e i DG delle ASST Santi Paolo e Carlo, Spedali Civili Brescia, Papa Giovanni XXIII Bergamo, Sette Laghi Varese, Monza, Fatebenefratelli Sacco in merito alla revisione dei rapporti fra Regione e Università/altri Istituti di formazione (pdl 228 quater)

    Rinviata la prevista seduta dedicata alla mozione 761 Riduzione dei medici di medicina generale.

     

    IV Commissione

    PAR 136 “Regolamento attività dei centri massaggi”. La Commissione ha espresso parere positivo, con nostra astensione, al regolamento recante i requisiti igenico sanitari e di sicurezza per lo svolgimento dell’attività dei centri massaggio di esclusivo benessere. Sono state accettate le nostre due proposte di prevedere sei mesi, non tre come in origine, per la messa in regola di quelle strutture già esistenti che con il nuovo regolamento non lo sono e di fissare un successivo approfondimento con l’assessorato sulla nuova figura del “centro massaggio di esclusivo benessere”. Così come strutturata non fa altro che creare una sovrapposizione tra centri che effettuano attività di massaggio non meglio identificate e centri estetici veri e propri, ledendone la dignità processionale. PAR 139 “Criteri per l’emanazione del bando per l’innovazione e promozione del sistema fieristico lombardo 2018”. E’ stato approvato il parere relativo ai criterio del bando rivolto a sostenere la competitività del sistema fieristico lombardo, incentivando la cooperazione e l’aggregazione tra operatori, e promuovendo l’innovazione e la promozione delle manifestazioni, la digitalizzazione dei servizi e la crescita del capitale umano. Come Gruppo ci siamo astenuti in quanto non condividiamo quel che resta delle politiche di internazionalizzazione dopo gli ingenti e continui tagli effettuati negli ultimi anni dalla Regione. PAR 142 “Programma delle iniziative per il commercio equo solidale da realizzare nel biennio 2017/18”. E’ stato approvato anche con il nostro parere favorevole il programma delle iniziative nel campo dell’equo solidale per il prossimo biennio. In continuità con le positive politiche messe in atto dalla Regione negli ultimi due anni, prevede uno stanziamento di 390 mila euro ed individua in Unioncamere Lombardia il soggetto gestore dell’iniziativa. Tra le nostre richieste aggiuntive vi è anche quella di insistere su una comunicazione diffusa in modo da favorire l’intero settore e, dunque, anche le piccole realtà che spesso non riescono ad accedere ai bandi oltre che istituire la giornata regionale dell’equo solidale. Audizione PANEM Muggiò (MB). Abbiamo audito in Commissione le OO.SS., il Sindaco di Muggiò ed il Vice Presidente della Provincia di Monza Brianza in merito alla situazione occupazionale della Panem di Muggiò. La società, un tempo di proprietà del gruppo facente capo alla famiglia Novelli, è stata da qualche tempo acquisita dal Gruppo I Greco, gruppo calabrese che ne ha annunciato l’immediata ristrutturazione, annunciando l’esubero di 98 lavoratori coinvolti nella cassa integrazione. Come Gruppo del Partito Democratico abbiamo individuato due diversi piani sui quali lavorare: quello della prospettiva industriale che necessita di tempo perché occorre capire se l’azienda riuscirà a uscire dalle vicende giudiziarie nelle quali è coinvolta, e quello più urgente inerente la partita salariale su cui abbiamo chiesto alla Commissione di intervenire con una lettera che costituisca un atto di indirizzo volto ad ottenere almeno l’anticipazione salariale della cassa.

     

    V Commissione

    Lunedì. Si sono svolte le ultime audizioni relative al PAR 140 “Proposta di Regolamento regionale. Disciplina della programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale e dell’accesso e permanenza nei servizi abitativi pubblici in attuazione di quanto disposto dall’art. 23 della l.r. n. 16/2016 ‘Disciplina regionale dei servizi abitativi’”. Sono stati auditi il presidente di Federcasa Isacchini e i Presidenti delle ALER che hanno ritenuto utile partecipare alle audizioni e che hanno sottolineato la positività dell’impianto regolatorio pur con  alcuni dubbi sul gravame burocratico a loro imputato. Successivamente è stata illustrata la piattaforma informatica, lato utente, che è alla base della legge 16/2016 e che prevede a breve la partenza della fase sperimentale. Giovedì – Seduta: in apertura dei lavori l’Assessore Sorte ha risposto a quattro atti ispettivi. La prima ITR, presentata dal consigliere Straniero (PD), riguardava i malfunzionamenti dei passaggi a livello sulla linea Colico-Chiavenna e in generale su tutte le linee ferroviarie regionali. La risposta di Sorte non ha pienamente soddisfatto l’interrogante che ha ricordato come i dettagli apparsi sulla stampa fossero differenti dalla ricostruzione fatta in Commissione e che non sono stati prodotti i dati sui malfunzionamenti dei passaggi a livello. Nella seguente ITL con proponente il consigliere Gaffuri (PD) si chiedevano informazioni circa la sicurezza della linea Milano – Chiasso. La risposta di Sorte non ha pienamente soddisfatto Gaffuri per la vaghezza degli impegni assunti. A seguire le due ITR presentate da M5S sulla situazione societaria di Trenord e sulle procedure di assunzione della stessa sono state oggetto di una risposta evasiva. A seguire si è tornati ad affrontare il PAR 40 con i consiglieri che hanno formulato quesiti sul testo alla direzione Casa. In particolare il consigliere Borghetti (PD) ha chiesto chiarimenti sull’attribuzione degli alloggi in caso di non assegnazione del sistema informatico causa la mancata correlazione con le domande presentate ed ha poi sottolineato alcune criticità del testo riservandosi poi di presentare per la prossima seduta richieste scritte di modifica di alcune parti del PAR 40.

     

    VI Commissione

    Audizioni. La prima con la Provincia di Pavia e la società A2A Ambiente sulle criticità ambientali connesse all’autorizzazione alla costruzione di un impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel comune di Corteolona e Genzone. A seguire l’audizione con l’Associazione Amici dell’Olona in merito alle problematiche del fiume.

     

    VII Commissione

    E’ stato espresso il parere al documento che individua “criteri e modalità per l’assegnazione della dote sport 2017“. Sono state presentante numerose osservazioni relative sia ai limiti di ISEE, sia ai destinatari, sia alla quota destinata alle persone con disabilità. Il PD ha votato contro poiché è stato inserito nelle raccomandazioni il criterio della cittadinanza italiana, discriminando i bambini e i ragazzi stranieri. Le risorse per questa misura, infatti, sono irrisorie e per far fronte alle numerose domande la maggioranza riformulato la proposta, inserendo “anche tutti i cittadini stranieri in regola, ma mantenendo un 50% di quote della dote testualmente destinato ‘a famiglie che abbiano la cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea’. Si è poi proseguito con il regolamento per la promozione e lo sviluppo dello sport e delle professioni sportive inerenti alla montagna. Votato all’unanimità il parere è stato integrato con osservazioni che il Pd aveva presentato nella precedente seduta.

     

    VIII Commissione

    Nel corso della seduta, la ITL n. 6018 (concernente il consorzio di bonifica Dunas relativamente alla richiesta di sospensione della DGR di approvazione con stralcio del Piano di classificazione degli immobili del Consorzio di bonifica Dugali, Naviglio, Adda Serio) è stata svolta alla presenza dell’Assessore al Territorio, urbanistica e difesa del suolo, V. Beccalossi. Sempre durante la medesima seduta si è svolto l’incontro con l’Assessore Beccalossi, per quanto di competenza, in merito alla crisi idrica in Lombardia e all’attività del Tavolo tecnico per la gestione dell’emergenza idrica. È infine seguita l’audizione con vari soggetti sul PDL n. 0136 (afferente disposizioni in materia di agricoltura sociale).

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    La seduta di Commissione ha riguardato esclusivamente la trattazione della ITR N. 2967 “Sviluppo della sperimentazione in merito all’applicazione delle “Linee guida trasparenza e tracciabilità della fase esecutiva dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture” presentata dal Gruppo 5stelle. Era presente l’Assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia che ha risposto ai quesiti dell’interrogazione, ovvero: lo stato di attuazione della sperimentazione delle due gare di appalto di Infrastrutture Lombarde che tengano conto delle Delibere sulla Trasparenza e la Tracciabilità; quali le gare per cui si è avviata la sperimentazione e quali sono stati i costi per Regione Lombardia. L’assessore e il dirigente della Giunta hanno riferito di tutte le fasi di sperimentazione e hanno chiarito che i ritardi registrati sono da addebitarsi all’entrata in vigore del Nuovo Codice degli Appalti. Per quanto riguarda i costi (da riferire unicamente alla predisposizione di un sistema informativa dialogante utile a tutti gli attori del percorso di tracciabilità) sono pari a 49.000 euro per Regione Lombardia. Nella giornata successiva, il 19 luglio, si è invece tenuta la Commemorazione delle vittime della strage di Via D’Amelio, in occasione del XXV anniversario Nell’occasione il Prof. Nando Dalla Chiesa ha risposto ad alcune domande sul suo libro “Una strage semplice”. Alla manifestazione era anche presente Don Virginio Colmegna.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 10-14 Luglio 2017

    I Commissione

    All’ordine del giorno della seduta ci sono i due provvedimenti che vanno a comporre la sessione estiva del bilancio di Regione Lombardia, ossia il PDL n. 350 Rendiconto 2016 e il PDL n. 358 Assestamento al bilancio 2017/2019. La seduta ha visto la presenza dell’assessore Garavaglia e dei dirigenti di Giunta competenti per materia. Sono stati illustrati, discussi e votati i numerosi emendamenti presentati dai vari gruppi politici e dalla stessa Giunta, soprattutto per quanto riguarda il PDL n. 358. Si è passato infine alla votazione dei due provvedimenti. Il nostro gruppo ha espresso parere negativo per entrambi i progetti di legge.

     

    II Commissione

    Gruppo di lavoro sui PdL n. 332 e 340 relativi alla modifica della l.r. n. 1/1971 – Norme sull’iniziativa popolare, e alla disciplina della Commissione garante dello Statuto.

     

    III Commissione

    Audizione con ActionAid in merito al contrasto delle mutilazioni genitali femminili. A Regione Lombardia è stato chiesto di: rendere disponibile online le informazioni sugli interventi realizzati con i fondi stanziati dalla Legge 7/2006; assicurare, per i futuri programmi per la lotta alle MGF, priorità agli interventi che prevedono il coinvolgimento delle donne e delle comunità provenienti dai Paesi a tradizione escissoria; disporre il potenziamento dei servizi sociosanitari specializzati e dei consultori – luoghi di promozione e tutela dei diritti sessuali e riproduttivi delle donne – anche attraverso la presenza di mediatrici linguistiche e culturali; integrare le attività di prevenzione e contrasto alle MGF all’interno di una strategia più ampia per la lotta alla violenza sulle donne. Nel corso della successiva seduta sono stati discussi gli emendamenti alla mozione 761 Riduzione dei medici di medicina generale. Per un esame meglio approfondito della tematica si è deciso di convocare un gruppo di lavoro per la mattina di martedì 18; il provvedimento verrà votato nella seduta di mercoledì prossimo. Il previsto gruppo di lavoro sul 228quater è stato annullato in attesa che il relatore (Capelli) produca il nuovo testo.

     

    IV Commissione

    PAR 139 “Criteri per l’emanazione del bando per l’innovazione e promozione del sistema fieristico lombardo 2018”. La relatrice con l’ausilio dei dirigenti della Giunta ha illustrato i criteri per l’emanazione del bando rivolto a sostenere la competitività del sistema fieristico lombardo, incentivando la cooperazione e l’aggregazione tra operatori, e promuovendo l’innovazione e la promozione delle manifestazioni, la digitalizzazione dei servizi e la crescita del capitale umano. Come gruppo ci siamo riservati di approfondire il documento e presentare le nostre osservazioni durante la seduta di approvazione dello stesso calendarizzata per la fine del mese.

     

    V Commissione

    Si sono svolte le audizioni relative al PAR 140 “Proposta di Regolamento regionale. Disciplina della programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale e dell’accesso e permanenza nei servizi abitativi pubblici in attuazione di quanto disposto dall’art. 23 della l.r. n. 16/2016 ‘Disciplina regionale dei servizi abitativi’”. Sono stati auditi la Sindaca Trezzi del Comune di Cinisello Balsamo in rappresentanza di ANCI, Confsat, SUNIA, SICET, CGIL, CISL, UIL e l’ Assessore alla Casa del Comune di Milano Rabaiotti che hanno approfondito i contenuti del Regolamento sottolineandone aspetti di condivisione, rischi e problemi soprattutto in relazione all’applicativo informatico e alla composizione del mix sociale.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    A causa della mancata presenza della consigliera relatrice, il provvedimento riguardante il regolamento per le “Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive” è stato rinviato alla prossima seduta di commissione. E’ stato illustrato il parere sui “Criteri e modalità per lassegnazione della DOTE SPORT 2017. Sono state avanzate osservazioni sui criteri di erogazione per implementare e migliorare la misura in atto. Già con la missione valutativa, presentata sulle precedenti annualità, erano state avanzate osservazioni migliorative, soprattutto riguardo alla proposta di ricalibrare la soglia di reddito ISEE per l’ammissibilità al contributo, tenendo anche in considerazione le risorse disponibili per l’intervento, insufficienti a coprire le richieste.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

  • Nuovi treni: “Assolutamente necessari, ma quando li vedremo?”

    Gruppo consiliare del Partito Democratico in Regione Lombardia

    Comunicato Stampa

    NUOVI TRENI, SCANDELLA (PD): “ASSOLUTAMENTE NECESSARI, MA QUANDO LI VEDREMO?”

    E’ stato approvato oggi in commissione Bilancio un emendamento all’assestamento, proposto dall’assessore Garavaglia, che prevede investimenti per l’acquisto di 160 nuovi treni e per un totale di circa 1 miliardo e 600 milioni di euro.

    “Di fronte agli enormi disagi che stanno subendo i pendolari in questa calda estate 2017, Maroni ha giocato la carta dell’acquisto di nuovi treni direttamente da parte di Regione Lombardia? Molto bene, verrebbe da dire – commenta a caldo il consigliere PD Jacopo Scandella che, entrando nel merito della questione, specifica – ma l’acquisto è finanziato dal 2017 al 2032, per un ammontare di 30 milioni nel 2017, 35 nel 2018 e 2019, per cui 100 milioni (10 nuovi treni) nei primi tre anni e gli altri fra il 2020 e il 2032”.

    “In secondo luogo – aggiunge Scandella – con questo appostamento di bilancio, Regione Lombardia esaurisce la sua capacità di fare altri investimenti. Se si fosse seguito, quattro anni fa, il nostro suggerimento di indire una gara europea per il contratto di servizio ferroviario (che la Giunta ha invece preferito affidare direttamente a Trenord, con i risultati che possiamo sperimentare tutti i giorni…), si sarebbe potuto inserire nel capitolato la possibilità di acquistare il nuovo materiale rotabile a carico del vincitore, attraverso un vero e proprio piano industriale”.

    “E, soprattutto, credo che legittimamente i pendolari delle linee bergamasche vorrebbero sapere se i nuovi treni arriveranno nel 2017/2018 o se invece dovranno attendere il 2029/2030…”– conclude il consigliere dem.

    Milano, 11 luglio 2017

  • Report settimana 3 – 7 Luglio 2017

    I Commissione

    All’ordine del giorno della seduta si è discussa e poi votata la norma finanziaria del PDL n. 315 abbinato al n. 318, “ legge sui cinghiali”. Il nostro gruppo ha votato a favore, in continuità con quanto espresso in commissione referente, ovvero quello di dare vita ad una norma tesa a risolvere celermente il problema dei danni causati in agricoltura dalla proliferazione di questi animali. Ha però criticato lo scarso impegno di risorse da parte della giunta per finanziare le opere di prevenzione. Infine è stata approvata, in quanto commissione deliberante, la RIS n. 93, in merito alla comunicazione al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato delle Regioni sullo “Sviluppo scolastico ed eccellenza nell’insegnamento per iniziare la vita nel modo giusto”. Gli indirizzi di tale risoluzione sono stati trasmessi dalla VII commissione.

     

    II Commissione

    La Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza alla I Commissione in merito al PDL n.350 (Rendiconto generale 2016) e al PDL n. 358 (Assestamento al bilancio 2017/2019 – I provvedimento di variazione con modifiche di leggi regionali e del relativo documento tecnico di accompagnamento). Come gruppo Pd abbiamo votato contro riservandoci di presentare eventuali emendamenti in sede di commissione referente e successivamente in aula. La commissione ha poi approvato all’unanimità il PDL n. 338 (di attuazione delle leggi regionali e valutazione degli effetti delle politiche regionali per la qualificazione della spesa pubblica).

     

    III Commissione

    Audizione con la dott.ssa Brenna della Direzione Generale Welfare – struttura cure primarie, intervenuta in merito alla mozione relativa alla riduzione dei medici di medicina generale (n. 761). Nella prossima seduta di commissione è previsto il voto al provvedimento; come gruppo PD invieremo le nostre proposte emendative. A seguire il parere al Rendiconto generale della gestione 2016 e all’Assestamento al bilancio 2017/2019. Su entrambi i pdl il nostro voto è stato contrario, segnalando gli insufficienti investimenti fatti dalla Giunta nell’ambito sia della prevenzione sia sul sociosanitario.

     

    IV Commissione

    Rendiconto 2016 ed Assestamento al Bilancio 2017-19. Abbiamo espresso voto contrario ad entrambi i documenti di bilancio in quanto gli appostamenti contenuti sono declinazioni di politiche regionali non condivise. In particolare per quanto riguarda l’assestamento è impensabile che in una fase di crisi economica come quella che stiamo attraversando la Giunta effettui dei tagli all’internazionalizzazione delle imprese ed in generale a molti capitoli dedicati all’incentivazione alla nascita ed allo sviluppo delle stesse. Entrambi i documenti non fanno altro che testimoniare il navigare a vista di questa amministrazione regionale che procede a colpi di slogan senza una direzione e linea guida politica precisa.

    Audizione H&M. Abbiamo audito le OO.SS, le RSA ed i responsabili del personale dell’azienda in merito alla situazione di crisi occupazionale della H&M in seguito alla decisione della stessa di chiudere due punti vendita su Milano ed uno su Cremona. La preoccupazione emersa dai lavoratori è che la società voglia svecchiare il personale licenziando i contratti più vecchi e tutelati per poi assumere con contratti precari a chiamata. L’azienda dal canto suo ha motivato la decisione facendo leva sulla scarsa efficienza economica e commerciale dei negozi coinvolti, manifestando al contempo però la disponibilità a ricollocare alcune delle posizioni in esubero in altri punti vendita di Milano e/o della Lombardia e ad adottare eventuali misure di incentivazione economica all’esodo. Come Commissione abbiamo manifestato la nostra vicinanza e solidarietà ai lavoratori coinvolti ed invitato i rappresentanti della proprietà svedese alla loro responsabilità sociale.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta l’Assessore Sala ha risposto al consigliere De Corato (FdI) sulla ITR “Occupazioni abusive degli stabili ALER di piazza Insubria 3 a Milano” rendendo conto della situazione ed elencando i dati sulle occupazioni abusivi e sugli sgomberi degli stabili ALER. E’ stato poi illustrato dall’Assessore Sala e dalla DG competente  il PAR 140 che regolamenta la disciplina delle assegnazioni degli alloggi SAP e SAS. Sono emerse, anche grazie ai quesiti avanzati dal consigliere Borghetti (PD) numerosi spunti critici che verranno approfonditi nel corso delle audizioni con i soggetti interessati delle prossime due sedute e quando il provvedimento di parere verrà espresso. Successivamente è stato votato il PDL 350, Rendiconto generale 2016  approvato dalla maggioranza. Si è poi affrontato il PDL 358 Assestamento bilancio 2017/2019 con l’illustrazione dell’emendamento PD a firma Alloni ed altri ed illustrato dal consigliere Scandella (PD), che modifica, in parte, i bonus per l’efficientamento energetico. Dopo una breve discussione la proposta è stata bocciata con la promessa di una ulteriore verifica in sede di I Commissione e di aula consiliare. Il consigliere Straniero (PD) ha poi illustrato la posizione del PD sulle modifiche ordinamentali proposte dalla Giunta in merito alla LR 6/2016 che disciplina il TPL lombardo e che sarà oggetto, in aula, di proposte emendative.

     

    VI Commissione

    Audizione con SNAM in merito alla realizzazione di un metanodotto nel Comune di Cornegliano di Laudense (LO). La successiva seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale.

     

    VII Commissione

    Sono stati auditi i rappresentanti del CDLS (Coordinamento Liste per il Diritto allo Studio) che hanno espresso preoccupazione per la diminuzioni di finanziamenti da destinare ai servizi universitari (mensa, residenze, etc.) Nell’arco dei 3 anni c’è stata un diminuzione di risorse del 30% circa e un aumento delle tasse regionali per le famiglie. La richiesta pervenuta in audizione è quella di avere un sostegno da parte di Regione Lombardia di almeno 3 milioni di euro per poter garantire il livello minimo dei servizi. Approvazione anche da parte della maggioranza per proporre la richiesta economica in commissione bilancio, in previsione della discussione di assestamento. Il Pd ha votato contro l’Assestamento al bilancio 2017 – 2019, dopo la presentazione avvenuta nella precedente seduta. Un distribuzione di risorse regionali che grava sui cittadini. Il Pd presenterà emendamenti e ordini del giorno in aula consiliare. Inoltre, è stato votato il regolamento della legge RETE ESCURISONISTICA LOMBARDA, con voto favorevole del Pd dopo che è stato inserito nel regolamento la graduale sostituzione della segnaletica per garantire sicurezza e non gravare sugli enti competenti. Infine, è stato illustrato il regolamento per le “Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive”. Nella prossima seduta saranno presentate le osservazioni.

     

    VIII Commissione

    Si è tenuta l’audizione dell’Assessore Fava in merito alle gelate della primavera che hanno causato numerosi danni all’agricoltura della Regione Lombardia. La relazione puntuale dell’assessore si è conclusa con la promessa di presentare la richiesta di stato di calamità. Successivamente è stato licenziato il pdl “Assestamento al Bilancio” con il voto contrario del gruppo PD. Durante la discussione è stato sventato il tentativo del gruppo della Lega di presentare un emendamento che permettesse alla Giunta regionale di commissariare gli Enti parco, che non sono notoriamente Enti di diretta emanazione della Giunta ma che sono rappresentatati dai comuni del territorio di appartenenza (spetta semmai a loro questa incombenza). L’emendamento in questione è stato ritirato dopo le proteste del PD e di altri gruppi, anche della maggioranza. Infine è stata discussa la REL N. 95 Relazione biennale, ai sensi del comma 2, art. 31 sexies, (clausola valutativa) della l.r. 31/2008 (Testo Unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca, e sviluppo rurale), come modificato dalla l.r. 26 novembre 2014, n. 30.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Con il voto agli emendamenti si è concluso l’iter di modifica della legge regionale 8/2005. Il nuovo testo passerà ora al vaglio della Terza Commissione.

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 26 – 30 Giugno 2017

    I Commissione

    Nella seduta si è svolta la presentazione del PDL n. 350 Rendiconto generale della gestione 2016 e del PDL n. 358 Assestamento al bilancio 2017/2019. L’illustrazione di tali provvedimenti è avvenuta con gli interventi della responsabile in Giunta della gestione finanziaria, dott.ssa Giaretta, e dell’assessore Garavaglia. In particolare l’assessore ha sottolineato che questa manovra finanziaria ha tenuto conto della normativa statale sul pareggio di bilancio, la quale di fatto  porta al blocco sostanziale degli investimenti per il divieto di indebitamento e la difficoltà di proseguire quelli già in essere.

     

    II Commissione

     

    III Commissione

    Approvata all’unanimità la proposta di risoluzione dedicata alle strutture e agli interventi di  neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza (NPIA). Il documento impegna la Giunta a: 1. ridurre la percentuale, ora attorno al 35%, di ricoveri extra regione; 2. riconsiderare l’attuale sistema di accreditamento e contrattualizzazione delle strutture residenziali e semi residenziali di NPIA, incrementando il budget; 3. istituire – come da nostro emendamento – entro 90 giorni dall’approvazione definitiva della risoluzione, un gruppo di lavoro per approfondire le problematiche della NPIA, che coinvolga gli enti gestori e la Commissione Sanità. La proposta sarà esaminata dall’Aula in una delle prossime sedute. A seguire l’illustrazione da parte dei tecnici di Giunta del Rendiconto generale della gestione 2016 e dell’Assestamento al bilancio 2017/2019. Infine, la Commissione ha preso in esame la mozione riguardante la riapertura notturna del Pronto Soccorso di Abbiategrasso, a seguito degli approfondimenti richiesti dal Consiglio regionale. I consiglieri del gruppo PD hanno evidenziato come sia necessario riflettere sul destino dell’intero presidio per ripotenziare ciò che è stato nel tempo depotenziato. Il problema non è riaprire un Pronto Soccorso, se non ha gli standard di sicurezza adeguati previsti dal DM 70, ma un cambio di rotta della sanità lombarda, con  maggiori investimenti nella sanità pubblica.

     

    IV Commissione

    Audizione Par 136 Centri massaggi. Abbiamo audito in Commissione la CNA in merito alla proposta di regolamento recante i requisiti sanitari e di sicurezza per lo svolgimento dell’attività dei centri massaggi di esclusivo benessere, provvedimento che descrive in dettaglio i comportamenti che il personale deve adottare nell’esercizio della attività, nonché i divieti relativi all’utilizzo di attrezzature ed apparecchiature e di tutti i dispositivi in uso nell’esercizio dell’attività di estetista. Il rappresentante dell’Associazione di categoria ha messo in discussione non tanto il regolamento, quanto la figura stessa del centro massaggi di esclusivo benessere introdotta dal collegato all’assestamento del 2016: oltre a non rientrare tra le attività artigianali, si da dignità ad una realtà economica che non si sa chi sia e che cosa faccia di preciso. Come Commissione ci siamo riservati di approfondire la questione prima di esprimere il parere in oggetto.

    Gruppo di lavoro termalismo. Visto il clima che si è venuto a creare all’interno del gruppo di lavoro sul termalismo in Lombardia che ha portato anche all’abbandono ufficiale del Commissario del Patto Civico, come Gruppo del Partito Democratico abbiamo deciso di proporre di trattare a questo punto la tematica direttamente in Commissione.

    Assestamento al Bilancio 2017-19. La relatrice, dopo una panoramica generale sulle politiche che hanno guidato la stesura dell’assestamento al bilancio del mese di luglio, ha presentato le variazioni che riguardano la IV Commissione consiliare. Tra le più rilevanti si ha la creazione di un apposito capitolo a valere sul Fondo Crescita del MISE, maggiori stanziamenti destinati al funzionamento dei centri per l’impiego, progetti sperimentali di R&S in collaborazione con le CCIAA e la riduzione delle spese correnti per gli interventi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta sono stati illustrati il PDL 350, Rendiconto generale 2016  e il PDL 358 Assestamento bilancio 2017/2019 sono stati illustrati dal relatore Anelli (LN) e dai tecnici di Giunta. Si è poi svolta l’audizione con vari soggetti sulla realizzazione del nuovo Ponte della Becca con il consigliere Villani (PD) che ha sottolineato come sia necessario passare dalle parole e dalle promesse ai fatti. Si è infine tenuta l’audizione con il Sottosegretario alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle sedi territoriali e alla programmazione negoziata, Nava, con ANAS e UPL, in merito al protocollo sulle strade provinciali. Sono state illustrate le linee generali con l’illustrazione degli 8 protocolli già firmati e dei 3 in via di definizione con le tempistiche e le problematiche conseguenti al passaggio di proprietà e di competenze. I consiglieri PD hanno avanzato domande relative ai dettagli dell’operazione e alle tempistiche operative del passaggio dei 2000 km di strade.

     

    VI Commissione

    Martedì. Nel corso della seduta congiunta con l’VIII Commissione, la MOZ n. 811 (afferente linee guida per i Comuni per l’impiego dei fertilizzanti sui suoli, in particolare relativamente allo spandimento dei fanghi di depurazione) è stata approvata all’unanimità, con emendamenti.

    Giovedì. Si è in primis svolta l’audizione con i rappresentanti dei Comuni di Corteolona e di Belgioioso sulle criticità connesse all’istanza dia autorizzazione alla costruzione di un impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel comune di Corteolona e Genzone. Ha poi avuto luogo l’audizione con vari soggetti sul rischio ambientale dell’area “Leuci” nel comune di Lecco. Nel corso della successiva seduta, il PDL n. 350 e il PDL n. 358 sono stati illustrati dal relatore e dai tecnici di Giunta.

     

    VII Commissione

    E’ stato presentato l’ Assestamento al bilancio 2017 – 2019. Dopo la presentazione del relatore e della giunta, sono intervenuti i consiglieri di minoranza per porre domande sulle specifiche direzioni. Nel merito Pizzul ha posto la questione delle risorse destinate alla formazione professionale, al trasporto degli studenti disabili, sulle risorse del Centro Sperimentale di Cinematografia e sullo stanziamento per l’impiantistica sportiva. Infine, essendo competenza della VII commissione, sulla direzione comunicazione, è stato richiesto il costo per la pubblicità del referendum per l’autonomia. Molti dei quesiti non sono stati soddisfatti, rimandando alla seduta successiva l’invio delle cifre richieste. E’ stata rinviata alla seduta successiva la votazione sul regolamento della legge RETE ESCURISONISTICA LOMBARDA. Verrà approfondito il tema della segnaletica da adottare. Votata la risoluzione sulla formazione per educatori cinofili. Il testo è stato modificato dalla consigliera proponente, con il recepimento della richiesta di eliminare un albo/elenco e inserire il Registro. Voto favorevole unanime.

     

    VIII Commissione

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 19 – 23 Giugno 2017

    I Commissione

    Nella seduta è stata illustrata dal relatore, il consigliere De Corato, la norma finanziaria del PDL n. 186 sull’istituzione di una giornata lombarda per la lotta alle tossicodipendenze. Si è passati poi al voto: il nostro gruppo ha espresso voto contrario, in quanto le poche risorse sono indirizzate a finanziare solamente campagne di comunicazione.  Successivamente si è svolta l’audizione con i vertici di Arca, la Presidente Brusoni e il Direttore generale Luciano Zanelli, i quali hanno descritto dettagliatamente la società in house: che cosa è Arca; di cosa si occupa; quali le prospettive in base alle indicazioni che riceve dalla giunta. Entrambi hanno poi dato risposta alle numerose questioni sollevate dai consiglieri. A questo link la presentazione in seduta di commissione: http://www.pdregionelombardia.it/documenti/43169arca_slide.pdf

     

    II Commissione

    Gruppo di lavoro sui pdl n. 332 e 340 relativi alla modifica della l.r. n. 1/1971 in tema di iniziativa popolare e alla disciplina della Commissione garante dello Statuto.

     

    III Commissione

    Gruppo di lavoro pdl 228quater: prosegue la revisione del sistema sociosanitario, con l’esame del titolo che concerne i rapporti fra la Regione e le Università lombarde con facoltà di medicina e chirurgia.

     

    IV Commissione

    Non si è riunita.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    Sono stati auditi i rappresentanti sindacali in merito alle problematiche occupazionali dei CFP di Milano e Sesto San Giovanni, per il mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato di insegnanti da parte di Afol metropolitana. I sindacati si sono dimostrati molto preoccupati per i lavoratori, il cui rapporto di lavoro passerebbe da contratto a tempo determinato a contratto affidato alle agenzie, pur rappresentando essi una forza lavoro strategica, cui viene affidato un segmento fragile e importante della nostra società che è quello dei giovani. Sono intervenuti i consiglieri di opposizione a porre domande precise sulla copertura delle doti e sul sistema dotale voluto dall’assessore, sui numeri degli studenti che ne usufruiscono e dei formatori. In questo caso, si tratta di ottantasette lavoratori di AFOL Milano e di circa 1000 studenti che frequentano i centri di formazione. Il Presidente di commissione ha stabilito che porterà le richieste dei CFP all’assessorato, sollecitando un tavolo a cui siano presenti Regione, Afol Milano e Città Metropolitana per un confronto che porti, in breve tempo, a una soluzione. Si è poi proseguito con l’illustrazione della risoluzione in merito al documento europeo, concernete l’istruzione. Per quanto condivisibili le osservazioni proposte dalla commissione, sono state apportate alcune integrazioni per sollecitare a investire di più nel settore dell’istruzione e quindi orientare più finanziamenti allo sviluppo scolastico.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Nella giornata di mercoledì si è tenuto sia l’incontro per una condivisione di esperienze, opinioni e prospettive, con: il Presidente del Comitato tecnico scientifico del Consiglio regionale, Nando Dalla Chiesa; la presidente del Comitato antimafia del Comune di Milano, Carmen Manfredda; la presidente del Comitato legalità sempre del Comune di Milano, Maria Teresa Brassiolo e con il vice presidente di Avviso Pubblico, Nicola Leoni. L’incontro, cui non hanno potuto partecipare i parlamentari lombardi componenti della Commissione Parlamentare antimafia, era finalizzato a verificare la disponibilità delle varie strutture istituzionali presenti al tavolo a rendere periodiche le occasioni di confronto per fare il punto sulla elaborazione e sulle azioni messe in campo per contrastare il fenomeno mafioso in Lombardia. Si è convenuto di sì perché è importante che gli organismi acquisiscano l’attitudine a scambiare informazioni, soprattutto in quanto è palpabile una alterazione delle condizioni di vivibilità e di legalità anche all’interno dell’attività istituzionale e, quindi, per accrescere la massa critica necessaria a contrastare i fatti intimidatori. Proprio il sostegno ai rappresentanti istituzionali dovrà essere il tema di un prossimo confronto (a luglio) con i parlamentari lombardi della Commissione antimafia. Sempre nell’ottica di un miglioramento e di un sostegno dell’azione istituzionale si è proposto un questionario agli amministratori per capire il livello di intimidazione. Si è poi ribadita l’utilità di avviare il coordinamento lombardo dei Comuni iscritti ad Avviso Pubblico. Nella seduta successiva si è invece entrati nel merito della gestione del Fondo regionale per i beni confiscati alla presenza della dott.ssa Manuela Giaretta, il dr. Matteo Burburan e il Dr. Mario Alessandro Belloni della Direzione centrale Programmazione, finanza e controllo di gestione della Giunta regionale. L’argomento posto in evidenza dalla consigliera Carcano era la difficoltà di poter accedere alla documentazione allegata ai verbali del Coordinamento previsto dalla normativa di giunta regionale in materia di gestione dei beni confiscati (2011). Da parte dei rappresentanti della Direzione regionale si sono portate tutte le informazioni necessarie per capire come fossero stati spesi i fondi girati ad ALER per i progetti di ristrutturazione e manutenzione dei beni assegnati.  Alla fine del dibattito in cui sono intervenuti alcuni consiglieri per chiedere ulteriori spiegazioni (Girelli, Borghetti, Martinazzoli, Mainini) è rimasta la domanda sulla bontà di una procedura che prevede la figura di intermediazione gestionale (oggi individuata in ALER) e ci si è posti la domanda su come risolvere la discrepanza tra la volontà di poter accedere ai beni da parte dei Comuni e la scarsità di risorse dei Comuni medesimi che alle volte non riescono a contribuire con una loro quota ai lavori di ristrutturazione dei manufatti.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.