• Report settimana 3 – 7 Luglio 2017

    I Commissione

    All’ordine del giorno della seduta si è discussa e poi votata la norma finanziaria del PDL n. 315 abbinato al n. 318, “ legge sui cinghiali”. Il nostro gruppo ha votato a favore, in continuità con quanto espresso in commissione referente, ovvero quello di dare vita ad una norma tesa a risolvere celermente il problema dei danni causati in agricoltura dalla proliferazione di questi animali. Ha però criticato lo scarso impegno di risorse da parte della giunta per finanziare le opere di prevenzione. Infine è stata approvata, in quanto commissione deliberante, la RIS n. 93, in merito alla comunicazione al Parlamento europeo, al Consiglio e al Comitato delle Regioni sullo “Sviluppo scolastico ed eccellenza nell’insegnamento per iniziare la vita nel modo giusto”. Gli indirizzi di tale risoluzione sono stati trasmessi dalla VII commissione.

     

    II Commissione

    La Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza alla I Commissione in merito al PDL n.350 (Rendiconto generale 2016) e al PDL n. 358 (Assestamento al bilancio 2017/2019 – I provvedimento di variazione con modifiche di leggi regionali e del relativo documento tecnico di accompagnamento). Come gruppo Pd abbiamo votato contro riservandoci di presentare eventuali emendamenti in sede di commissione referente e successivamente in aula. La commissione ha poi approvato all’unanimità il PDL n. 338 (di attuazione delle leggi regionali e valutazione degli effetti delle politiche regionali per la qualificazione della spesa pubblica).

     

    III Commissione

    Audizione con la dott.ssa Brenna della Direzione Generale Welfare – struttura cure primarie, intervenuta in merito alla mozione relativa alla riduzione dei medici di medicina generale (n. 761). Nella prossima seduta di commissione è previsto il voto al provvedimento; come gruppo PD invieremo le nostre proposte emendative. A seguire il parere al Rendiconto generale della gestione 2016 e all’Assestamento al bilancio 2017/2019. Su entrambi i pdl il nostro voto è stato contrario, segnalando gli insufficienti investimenti fatti dalla Giunta nell’ambito sia della prevenzione sia sul sociosanitario.

     

    IV Commissione

    Rendiconto 2016 ed Assestamento al Bilancio 2017-19. Abbiamo espresso voto contrario ad entrambi i documenti di bilancio in quanto gli appostamenti contenuti sono declinazioni di politiche regionali non condivise. In particolare per quanto riguarda l’assestamento è impensabile che in una fase di crisi economica come quella che stiamo attraversando la Giunta effettui dei tagli all’internazionalizzazione delle imprese ed in generale a molti capitoli dedicati all’incentivazione alla nascita ed allo sviluppo delle stesse. Entrambi i documenti non fanno altro che testimoniare il navigare a vista di questa amministrazione regionale che procede a colpi di slogan senza una direzione e linea guida politica precisa.

    Audizione H&M. Abbiamo audito le OO.SS, le RSA ed i responsabili del personale dell’azienda in merito alla situazione di crisi occupazionale della H&M in seguito alla decisione della stessa di chiudere due punti vendita su Milano ed uno su Cremona. La preoccupazione emersa dai lavoratori è che la società voglia svecchiare il personale licenziando i contratti più vecchi e tutelati per poi assumere con contratti precari a chiamata. L’azienda dal canto suo ha motivato la decisione facendo leva sulla scarsa efficienza economica e commerciale dei negozi coinvolti, manifestando al contempo però la disponibilità a ricollocare alcune delle posizioni in esubero in altri punti vendita di Milano e/o della Lombardia e ad adottare eventuali misure di incentivazione economica all’esodo. Come Commissione abbiamo manifestato la nostra vicinanza e solidarietà ai lavoratori coinvolti ed invitato i rappresentanti della proprietà svedese alla loro responsabilità sociale.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta l’Assessore Sala ha risposto al consigliere De Corato (FdI) sulla ITR “Occupazioni abusive degli stabili ALER di piazza Insubria 3 a Milano” rendendo conto della situazione ed elencando i dati sulle occupazioni abusivi e sugli sgomberi degli stabili ALER. E’ stato poi illustrato dall’Assessore Sala e dalla DG competente  il PAR 140 che regolamenta la disciplina delle assegnazioni degli alloggi SAP e SAS. Sono emerse, anche grazie ai quesiti avanzati dal consigliere Borghetti (PD) numerosi spunti critici che verranno approfonditi nel corso delle audizioni con i soggetti interessati delle prossime due sedute e quando il provvedimento di parere verrà espresso. Successivamente è stato votato il PDL 350, Rendiconto generale 2016  approvato dalla maggioranza. Si è poi affrontato il PDL 358 Assestamento bilancio 2017/2019 con l’illustrazione dell’emendamento PD a firma Alloni ed altri ed illustrato dal consigliere Scandella (PD), che modifica, in parte, i bonus per l’efficientamento energetico. Dopo una breve discussione la proposta è stata bocciata con la promessa di una ulteriore verifica in sede di I Commissione e di aula consiliare. Il consigliere Straniero (PD) ha poi illustrato la posizione del PD sulle modifiche ordinamentali proposte dalla Giunta in merito alla LR 6/2016 che disciplina il TPL lombardo e che sarà oggetto, in aula, di proposte emendative.

     

    VI Commissione

    Audizione con SNAM in merito alla realizzazione di un metanodotto nel Comune di Cornegliano di Laudense (LO). La successiva seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale.

     

    VII Commissione

    Sono stati auditi i rappresentanti del CDLS (Coordinamento Liste per il Diritto allo Studio) che hanno espresso preoccupazione per la diminuzioni di finanziamenti da destinare ai servizi universitari (mensa, residenze, etc.) Nell’arco dei 3 anni c’è stata un diminuzione di risorse del 30% circa e un aumento delle tasse regionali per le famiglie. La richiesta pervenuta in audizione è quella di avere un sostegno da parte di Regione Lombardia di almeno 3 milioni di euro per poter garantire il livello minimo dei servizi. Approvazione anche da parte della maggioranza per proporre la richiesta economica in commissione bilancio, in previsione della discussione di assestamento. Il Pd ha votato contro l’Assestamento al bilancio 2017 – 2019, dopo la presentazione avvenuta nella precedente seduta. Un distribuzione di risorse regionali che grava sui cittadini. Il Pd presenterà emendamenti e ordini del giorno in aula consiliare. Inoltre, è stato votato il regolamento della legge RETE ESCURISONISTICA LOMBARDA, con voto favorevole del Pd dopo che è stato inserito nel regolamento la graduale sostituzione della segnaletica per garantire sicurezza e non gravare sugli enti competenti. Infine, è stato illustrato il regolamento per le “Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive”. Nella prossima seduta saranno presentate le osservazioni.

     

    VIII Commissione

    Si è tenuta l’audizione dell’Assessore Fava in merito alle gelate della primavera che hanno causato numerosi danni all’agricoltura della Regione Lombardia. La relazione puntuale dell’assessore si è conclusa con la promessa di presentare la richiesta di stato di calamità. Successivamente è stato licenziato il pdl “Assestamento al Bilancio” con il voto contrario del gruppo PD. Durante la discussione è stato sventato il tentativo del gruppo della Lega di presentare un emendamento che permettesse alla Giunta regionale di commissariare gli Enti parco, che non sono notoriamente Enti di diretta emanazione della Giunta ma che sono rappresentatati dai comuni del territorio di appartenenza (spetta semmai a loro questa incombenza). L’emendamento in questione è stato ritirato dopo le proteste del PD e di altri gruppi, anche della maggioranza. Infine è stata discussa la REL N. 95 Relazione biennale, ai sensi del comma 2, art. 31 sexies, (clausola valutativa) della l.r. 31/2008 (Testo Unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca, e sviluppo rurale), come modificato dalla l.r. 26 novembre 2014, n. 30.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Con il voto agli emendamenti si è concluso l’iter di modifica della legge regionale 8/2005. Il nuovo testo passerà ora al vaglio della Terza Commissione.

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 26 – 30 Giugno 2017

    I Commissione

    Nella seduta si è svolta la presentazione del PDL n. 350 Rendiconto generale della gestione 2016 e del PDL n. 358 Assestamento al bilancio 2017/2019. L’illustrazione di tali provvedimenti è avvenuta con gli interventi della responsabile in Giunta della gestione finanziaria, dott.ssa Giaretta, e dell’assessore Garavaglia. In particolare l’assessore ha sottolineato che questa manovra finanziaria ha tenuto conto della normativa statale sul pareggio di bilancio, la quale di fatto  porta al blocco sostanziale degli investimenti per il divieto di indebitamento e la difficoltà di proseguire quelli già in essere.

     

    II Commissione

     

    III Commissione

    Approvata all’unanimità la proposta di risoluzione dedicata alle strutture e agli interventi di  neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza (NPIA). Il documento impegna la Giunta a: 1. ridurre la percentuale, ora attorno al 35%, di ricoveri extra regione; 2. riconsiderare l’attuale sistema di accreditamento e contrattualizzazione delle strutture residenziali e semi residenziali di NPIA, incrementando il budget; 3. istituire – come da nostro emendamento – entro 90 giorni dall’approvazione definitiva della risoluzione, un gruppo di lavoro per approfondire le problematiche della NPIA, che coinvolga gli enti gestori e la Commissione Sanità. La proposta sarà esaminata dall’Aula in una delle prossime sedute. A seguire l’illustrazione da parte dei tecnici di Giunta del Rendiconto generale della gestione 2016 e dell’Assestamento al bilancio 2017/2019. Infine, la Commissione ha preso in esame la mozione riguardante la riapertura notturna del Pronto Soccorso di Abbiategrasso, a seguito degli approfondimenti richiesti dal Consiglio regionale. I consiglieri del gruppo PD hanno evidenziato come sia necessario riflettere sul destino dell’intero presidio per ripotenziare ciò che è stato nel tempo depotenziato. Il problema non è riaprire un Pronto Soccorso, se non ha gli standard di sicurezza adeguati previsti dal DM 70, ma un cambio di rotta della sanità lombarda, con  maggiori investimenti nella sanità pubblica.

     

    IV Commissione

    Audizione Par 136 Centri massaggi. Abbiamo audito in Commissione la CNA in merito alla proposta di regolamento recante i requisiti sanitari e di sicurezza per lo svolgimento dell’attività dei centri massaggi di esclusivo benessere, provvedimento che descrive in dettaglio i comportamenti che il personale deve adottare nell’esercizio della attività, nonché i divieti relativi all’utilizzo di attrezzature ed apparecchiature e di tutti i dispositivi in uso nell’esercizio dell’attività di estetista. Il rappresentante dell’Associazione di categoria ha messo in discussione non tanto il regolamento, quanto la figura stessa del centro massaggi di esclusivo benessere introdotta dal collegato all’assestamento del 2016: oltre a non rientrare tra le attività artigianali, si da dignità ad una realtà economica che non si sa chi sia e che cosa faccia di preciso. Come Commissione ci siamo riservati di approfondire la questione prima di esprimere il parere in oggetto.

    Gruppo di lavoro termalismo. Visto il clima che si è venuto a creare all’interno del gruppo di lavoro sul termalismo in Lombardia che ha portato anche all’abbandono ufficiale del Commissario del Patto Civico, come Gruppo del Partito Democratico abbiamo deciso di proporre di trattare a questo punto la tematica direttamente in Commissione.

    Assestamento al Bilancio 2017-19. La relatrice, dopo una panoramica generale sulle politiche che hanno guidato la stesura dell’assestamento al bilancio del mese di luglio, ha presentato le variazioni che riguardano la IV Commissione consiliare. Tra le più rilevanti si ha la creazione di un apposito capitolo a valere sul Fondo Crescita del MISE, maggiori stanziamenti destinati al funzionamento dei centri per l’impiego, progetti sperimentali di R&S in collaborazione con le CCIAA e la riduzione delle spese correnti per gli interventi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta sono stati illustrati il PDL 350, Rendiconto generale 2016  e il PDL 358 Assestamento bilancio 2017/2019 sono stati illustrati dal relatore Anelli (LN) e dai tecnici di Giunta. Si è poi svolta l’audizione con vari soggetti sulla realizzazione del nuovo Ponte della Becca con il consigliere Villani (PD) che ha sottolineato come sia necessario passare dalle parole e dalle promesse ai fatti. Si è infine tenuta l’audizione con il Sottosegretario alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle sedi territoriali e alla programmazione negoziata, Nava, con ANAS e UPL, in merito al protocollo sulle strade provinciali. Sono state illustrate le linee generali con l’illustrazione degli 8 protocolli già firmati e dei 3 in via di definizione con le tempistiche e le problematiche conseguenti al passaggio di proprietà e di competenze. I consiglieri PD hanno avanzato domande relative ai dettagli dell’operazione e alle tempistiche operative del passaggio dei 2000 km di strade.

     

    VI Commissione

    Martedì. Nel corso della seduta congiunta con l’VIII Commissione, la MOZ n. 811 (afferente linee guida per i Comuni per l’impiego dei fertilizzanti sui suoli, in particolare relativamente allo spandimento dei fanghi di depurazione) è stata approvata all’unanimità, con emendamenti.

    Giovedì. Si è in primis svolta l’audizione con i rappresentanti dei Comuni di Corteolona e di Belgioioso sulle criticità connesse all’istanza dia autorizzazione alla costruzione di un impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel comune di Corteolona e Genzone. Ha poi avuto luogo l’audizione con vari soggetti sul rischio ambientale dell’area “Leuci” nel comune di Lecco. Nel corso della successiva seduta, il PDL n. 350 e il PDL n. 358 sono stati illustrati dal relatore e dai tecnici di Giunta.

     

    VII Commissione

    E’ stato presentato l’ Assestamento al bilancio 2017 – 2019. Dopo la presentazione del relatore e della giunta, sono intervenuti i consiglieri di minoranza per porre domande sulle specifiche direzioni. Nel merito Pizzul ha posto la questione delle risorse destinate alla formazione professionale, al trasporto degli studenti disabili, sulle risorse del Centro Sperimentale di Cinematografia e sullo stanziamento per l’impiantistica sportiva. Infine, essendo competenza della VII commissione, sulla direzione comunicazione, è stato richiesto il costo per la pubblicità del referendum per l’autonomia. Molti dei quesiti non sono stati soddisfatti, rimandando alla seduta successiva l’invio delle cifre richieste. E’ stata rinviata alla seduta successiva la votazione sul regolamento della legge RETE ESCURISONISTICA LOMBARDA. Verrà approfondito il tema della segnaletica da adottare. Votata la risoluzione sulla formazione per educatori cinofili. Il testo è stato modificato dalla consigliera proponente, con il recepimento della richiesta di eliminare un albo/elenco e inserire il Registro. Voto favorevole unanime.

     

    VIII Commissione

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 19 – 23 Giugno 2017

    I Commissione

    Nella seduta è stata illustrata dal relatore, il consigliere De Corato, la norma finanziaria del PDL n. 186 sull’istituzione di una giornata lombarda per la lotta alle tossicodipendenze. Si è passati poi al voto: il nostro gruppo ha espresso voto contrario, in quanto le poche risorse sono indirizzate a finanziare solamente campagne di comunicazione.  Successivamente si è svolta l’audizione con i vertici di Arca, la Presidente Brusoni e il Direttore generale Luciano Zanelli, i quali hanno descritto dettagliatamente la società in house: che cosa è Arca; di cosa si occupa; quali le prospettive in base alle indicazioni che riceve dalla giunta. Entrambi hanno poi dato risposta alle numerose questioni sollevate dai consiglieri. A questo link la presentazione in seduta di commissione: http://www.pdregionelombardia.it/documenti/43169arca_slide.pdf

     

    II Commissione

    Gruppo di lavoro sui pdl n. 332 e 340 relativi alla modifica della l.r. n. 1/1971 in tema di iniziativa popolare e alla disciplina della Commissione garante dello Statuto.

     

    III Commissione

    Gruppo di lavoro pdl 228quater: prosegue la revisione del sistema sociosanitario, con l’esame del titolo che concerne i rapporti fra la Regione e le Università lombarde con facoltà di medicina e chirurgia.

     

    IV Commissione

    Non si è riunita.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    Sono stati auditi i rappresentanti sindacali in merito alle problematiche occupazionali dei CFP di Milano e Sesto San Giovanni, per il mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato di insegnanti da parte di Afol metropolitana. I sindacati si sono dimostrati molto preoccupati per i lavoratori, il cui rapporto di lavoro passerebbe da contratto a tempo determinato a contratto affidato alle agenzie, pur rappresentando essi una forza lavoro strategica, cui viene affidato un segmento fragile e importante della nostra società che è quello dei giovani. Sono intervenuti i consiglieri di opposizione a porre domande precise sulla copertura delle doti e sul sistema dotale voluto dall’assessore, sui numeri degli studenti che ne usufruiscono e dei formatori. In questo caso, si tratta di ottantasette lavoratori di AFOL Milano e di circa 1000 studenti che frequentano i centri di formazione. Il Presidente di commissione ha stabilito che porterà le richieste dei CFP all’assessorato, sollecitando un tavolo a cui siano presenti Regione, Afol Milano e Città Metropolitana per un confronto che porti, in breve tempo, a una soluzione. Si è poi proseguito con l’illustrazione della risoluzione in merito al documento europeo, concernete l’istruzione. Per quanto condivisibili le osservazioni proposte dalla commissione, sono state apportate alcune integrazioni per sollecitare a investire di più nel settore dell’istruzione e quindi orientare più finanziamenti allo sviluppo scolastico.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Nella giornata di mercoledì si è tenuto sia l’incontro per una condivisione di esperienze, opinioni e prospettive, con: il Presidente del Comitato tecnico scientifico del Consiglio regionale, Nando Dalla Chiesa; la presidente del Comitato antimafia del Comune di Milano, Carmen Manfredda; la presidente del Comitato legalità sempre del Comune di Milano, Maria Teresa Brassiolo e con il vice presidente di Avviso Pubblico, Nicola Leoni. L’incontro, cui non hanno potuto partecipare i parlamentari lombardi componenti della Commissione Parlamentare antimafia, era finalizzato a verificare la disponibilità delle varie strutture istituzionali presenti al tavolo a rendere periodiche le occasioni di confronto per fare il punto sulla elaborazione e sulle azioni messe in campo per contrastare il fenomeno mafioso in Lombardia. Si è convenuto di sì perché è importante che gli organismi acquisiscano l’attitudine a scambiare informazioni, soprattutto in quanto è palpabile una alterazione delle condizioni di vivibilità e di legalità anche all’interno dell’attività istituzionale e, quindi, per accrescere la massa critica necessaria a contrastare i fatti intimidatori. Proprio il sostegno ai rappresentanti istituzionali dovrà essere il tema di un prossimo confronto (a luglio) con i parlamentari lombardi della Commissione antimafia. Sempre nell’ottica di un miglioramento e di un sostegno dell’azione istituzionale si è proposto un questionario agli amministratori per capire il livello di intimidazione. Si è poi ribadita l’utilità di avviare il coordinamento lombardo dei Comuni iscritti ad Avviso Pubblico. Nella seduta successiva si è invece entrati nel merito della gestione del Fondo regionale per i beni confiscati alla presenza della dott.ssa Manuela Giaretta, il dr. Matteo Burburan e il Dr. Mario Alessandro Belloni della Direzione centrale Programmazione, finanza e controllo di gestione della Giunta regionale. L’argomento posto in evidenza dalla consigliera Carcano era la difficoltà di poter accedere alla documentazione allegata ai verbali del Coordinamento previsto dalla normativa di giunta regionale in materia di gestione dei beni confiscati (2011). Da parte dei rappresentanti della Direzione regionale si sono portate tutte le informazioni necessarie per capire come fossero stati spesi i fondi girati ad ALER per i progetti di ristrutturazione e manutenzione dei beni assegnati.  Alla fine del dibattito in cui sono intervenuti alcuni consiglieri per chiedere ulteriori spiegazioni (Girelli, Borghetti, Martinazzoli, Mainini) è rimasta la domanda sulla bontà di una procedura che prevede la figura di intermediazione gestionale (oggi individuata in ALER) e ci si è posti la domanda su come risolvere la discrepanza tra la volontà di poter accedere ai beni da parte dei Comuni e la scarsità di risorse dei Comuni medesimi che alle volte non riescono a contribuire con una loro quota ai lavori di ristrutturazione dei manufatti.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 12-16 Giugno 2017

    I Commissione

    Non si è riunita.

     

    II Commissione

    La Commissione ha approvato a maggioranza il PDL n. 0349 (di revisione delle procedure in materia di istituzione di nuovi Comuni e di modifica delle circoscrizioni comunali). In ordine poi ai tre provvedimenti afferenti fusioni di Comuni (PP.d.L. nn. 0343, 0345 e 0346), per tutti è stata approvata all’unanimità la proposta di indizione di referendum consultivo.

     

    III Commissione

    Approvato a maggioranza il progetto di legge che dispone l’istituzione della Giornata regionale per la lotta alla tossicodipendenza, già celebrata a livello mondiale e nazionale il 26 giugno. Per conoscere la data in cui tale ricorrenza sarà introdotta in Lombardia occorrerà attendere la seduta d’Aula del 27 giugno, quando la proposta sarà sottoposta all’approvazione definitiva del Consiglio. Il PD ha espresso un voto di astensione, poiché, sebbene si sia sicuramente favorevoli ad ogni iniziativa contro la tossicodipendenza, soprattutto in ambito educativo e formativo, l’istituzione di un’ulteriore giornata regionale, in aggiunta a quella mondiale e nazionale, pare inutile e può creare confusione. A seguire l’illustrazione della risoluzione in merito alle strutture residenziali e semiresidenziali terapeutico riabilitative dedicate alla neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza (NPIA) con cui si impegna la Giunta: 1. ad incrementare la disponibilità di risorse al fine di  rispondere concretamente ai bisogni emergenti dei giovani pazienti lombardi, con particolare attenzione agli interventi precoci; 2. a riconsiderare l’attuale sistema di accreditamento e contrattualizzazione di queste strutture con riferimento alla determinazione del corrispondente budget sulla base del fabbisogno della singola ATS, al fine di ridurre l’accesso extra-regione, nonché di evitare il rischio di chiusura delle strutture presenti sul territorio lombardo; 3. ad istituire un gruppo di lavoro volto ad approfondire le problematiche della NPIA che coinvolga anche gli enti gestori. Rinviata l’audizione con la Direzione Generale welfare in merito alla carenza di Medici Medicina Generale (mozione 761).

     

    IV Commissione

    Par 136 Centri massaggi. Il relatore ha introdotto la proposta di regolamento recante i requisiti sanitari e di sicurezza per lo svolgimento dell’attività dei centri massaggi di esclusivo benessere. Provvedimento che fa seguito alla modifica della legge regionale 3/2012 in materia di artigianato e commercio avvenuta lo scorso mese di maggio nella legge di semplificazione. In sintesi descrive in dettaglio i comportamenti che il personale deve adottare nell’esercizio della attività, nonché i divieti relativi all’utilizzo di attrezzature ed apparecchiature e di tutti i dispositivi in uso nell’esercizio dell’attività di estetista. Come commissione abbiamo deciso di audire i diversi stakeholder durante la seduta di commissione in programma il 29 giugno prossimo.

    Gruppo di lavoro termalismo. Il relatore, dopo avere fatto sintesi di tutte le posizioni emerse durante le audizioni ed il focus group, ha presentato una bozza di progetto di legge volta a promuovere e valorizzare il termalismo lombardo. Nel provvedimento vengono affrontati tre aspetti sul quale fare leva per sollevare il destino dei centri termali: turismo, formazione professionale e sanità. Nel prossimo gruppo di lavoro analizzeremo nel dettaglio il testo e le relative proposte emendative che nel frattempo saranno arrivate.

    Audizione Ceme spa – Carugate (MI). Abbiamo audito le OO.SS, le Rsu e la proprietà in merito alla situazione occupazionale dello stabilimento di Carugate della Ceme Spa, azienda che produce valvole di sicurezza per elettrodomestici. Lo scorso 8 giugno la società ha avviato una proceduta di licenziamento collettivo per tutti i lavoratori del sito e la contestuale cessazione di ogni attività vista la necessità, a detta loro, di ridurre i costi ed efficentare di conseguenza l’intera organizzazione aziendale del gruppo. Come commissione abbiamo sollecitato l’amministratore delegato a ritornare sui suoi passi facendo leva sia sulla responsabilità sociale che sugli strumenti che Regione Lombardia offre nel campo delle attività produttive. Proposta purtroppo respinta al mittente, se ne parlerà in sede di trattativa sindacale.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta è stata approvata all’unanimità la PDA 55 “Determinazioni in ordine alle controdeduzioni alle osservazioni sul Piano territoriale Regionale d’area “Franciacorta”, adottato con DGR n. X/5833 del 18/11/2016. Il consigliere Scandella (PD) ha sottolineato la qualità del lavoro svolto dall’Assessorato rimarcando come la collaborazione tra gli enti territoriali sia il modello di intervento da perseguire nella programmazione su area vasta.

     

    VI Commissione

    In apertura audizione con il Comune di Lacchairella in merito alla richiesta e alla presentazione del progetto di ampliamento dell’impianto del Centro Integrato A2A. In seduta è stata approvata la Mozione 773 “Applicazione di nuove e migliori tecnologie disponibili per il monitoraggio ambientale e sanitario dell’aria e dei suoli”, dopo un lungo lavoro di approfondimento e accogliendo nel dispositivo le proposte al testo avanzate dalla Direzione Ambiente. Si è poi aperta la discussione sulla proposta di Risoluzione riguardante i criteri escludenti localizzativi basati sul calcolo del FP fattore di pressione.

     

    VII Commissione

    E’ stato votato il provvedimento sulle LINEE GUIDA PER INTERVENTI PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO AL FENOMENO DEL BULLISMO E CYBERBULLISMO. Il Pd ha avanzato alcune osservazioni al documento proposto dalla Giunta: la mancanza di risorse da destinare alla realizzazione di campagne di sensibilizzazione e di informazione rivolte agli studenti e alle loro famiglie e la richiesta di garanzia di inclusione delle altre realtà associative e istituzionali da parte dell’istituzione scolastica in quanto capofila delle rete che attua progetti di contrasto al fenomeno. Nella linea B, infatti, si prevede che i progetti siano presentati da reti di scopo, di cui l’istituzione scolastica  può essere capofila. Questa esplicitazione deve garantire il coinvolgimento dei soggetti che operano in questo settore, sia enti, istituzioni sia associazioni. Il provvedimento è stato votato all’unanimità dai commissari. E’ stata rimandata alla seduta successiva la proposta di risoluzione in merito ALLA REGOLAMENTAZIONE COMPITI, RESPONSABILITÀ E PERCORSI FORMATIVI DEGLI EDUCATORI CINOFILI PROFESSIONISTI E ISTITUZIONE RELATIVO ALBO/ELENCO. Sul tema erano stati auditi diversi soggetti dall’Unione consulenti cinofili all’ordine dei veterinari. Come Pd avevamo segnalato: esigenza di percorsi per regolamentare il settore, si all’elenco o registro no all’albo per eccesso di costi, corsi troppo costosi lamentati dagli auditi. Si attende il testo revisionato per la prossima seduta.

     

    VIII Commissione

    Martedì: ha avuto luogo la seduta congiunta con la VI Commissione relativa alla MOZ n. 0811 (afferente linee guida per i Comuni per l’impiego dei fertilizzanti sui suoli, in particolare relativamente allo spandimento dei fanghi di depurazione), nel corso della quale si è discusso della stessa. Mercoledì: si è tenuta l’audizione con vari soggetti in ordine ai danni cagionati dal maltempo alle produzioni agricole.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Seduta dedicata alla revisione della legge sulla tutela delle persone sottoposte a provvedimento giudiziario (lr. 8/2005). Illustrati dai vari gruppi gli emendamenti presentati. Come Partito Democratico abbiamo chiesto una maggiore integrazione degli strumenti informatici per la gestione dei dati sanitari, con l’implementazione della cartella clinica elettronica, il monitoraggio del numero dei posti disponibili presso le comunità riabilitative, un maggior supporto in ambito scolastico e formativo, l’eventuale istituzione della Consulta per le carceri. Nella seduta del 5 luglio previsto il voto agli emendamenti e all’intero articolato.

     

    Antimafia

    Seminario “I beni confiscati in Lombardia: geolocalizzazione e regolamenti comunali per l’assegnazione”.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Il consiglio regionale ha sdoganato il peggiore razzismo

    IL CONSIGLIO REGIONALE APPROVA MOZIONE CONTRO COMUNI CHE IMPIEGANO RICHIEDENTI ASILO PER IL “PEDIBUS”: CERTIFICHINO CHE NON SONO PEDOFILI

    SCANDELLA (PD): SI È SDOGANATO IL PEGGIORE RAZZISMO

     

    I comuni lombardi vogliono utilizzare i migranti da essi ospitati per servizi come il pedibus? Gli chiedano il certificato penale, con particolare attenzione ai reati di pedofilia e pedopornografia. È quanto ha deciso questa sera il Consiglio regionale della Lombardia, approvando a maggioranza, con 32 sì e 15 no, una mozione presentata dalla Lega Nord. L’iniziativa parte da quanto fatto nei comuni di Treviglio e di Arcore, dove le amministrazioni comunali hanno impiegato rispettivamente uno e tre richiedenti asilo tra i volontari che, durante il periodo scolastico, hanno accompagnato i bambini alla scuola elementare con il cosiddetto “pedibus”.

    In realtà, non essendo previsto dalla legge, la mozione invita la giunta regionale a “sensibilizzare” i comuni affinché verifichino i requisiti di questi volontari.

    Protesta il Pd: “Dal punto di vista tecnico, questa mozione è completamente inutile – attacca il consigliere regionale Jacopo Scandella – perché non fa altro che ricordare ai Comuni che devono rispettare la legge. Dal punto di vista politico, ha come unico obiettivo associare alla pedopornografia ed alla prostituzione minorile l’attività di volontariato di quattro persone. Centinaia di migliaia di persone fanno volontariato con dei bambini, ma non sono mai stati oggetto dell’interessamento della Lega Nord. Questi però sono “di colore”. Una mozione imbarazzante con la quale si è sdoganato il peggiore razzismo.”

     

    Milano, 13 giugno 2017

     

  • Nuovi treni: basta parole al vento, i pendolari meritano di più

    NUOVI TRENI, SCANDELLA (PD): “BASTA PAROLE AL VENTO, I PENDOLARI MERITANO DI PIU’”

    “Abbiamo chiesto a Sorte di presentare una volta per tutte i contenuti, le risorse e le tempistiche del piano di investimento straordinario che aveva preannunciato lo scorso 17 febbraio, promettendo il rinnovo del parco circolante con 100 nuovi treni – spiega il consigliere del PD Jacopo Scandella dopo il question time di questa mattina in Consiglio regionale sugli investimenti per il materiale rotabile della nostra regione -. La risposta è stata chiara: non c’è nulla. Nessun piano concreto, nessuna tempistica o priorità, mentre le segnalazioni continuano ad arrivare numerose e i disservizi, i ritardi e i guasti sono all’ordine del giorno nella vita dei nostri pendolari”.

    “Basta parole al vento – conclude – i pendolari meritano un servizio migliore ed una comunicazione più onesta e concreta”.

     

    Milano, 13 giugno 2017

  • Report settimana 5- 9 Giugno 2017

    I Commissione

    Si è svolta l’audizione con i vertici di Lombardia Informatica, il Presidente Rovera e il Direttore generale Roberto Soj, i quali hanno illustrato le funzioni della società in house, gli obiettivi legati al piano industriale, lo stato economico. Entrambi hanno poi dato risposta alle questioni sollevate dai consiglieri.

     

    II Commissione

    Non si è riunita.

     

    III Commissione

    Audizione con i rappresentanti di SMI, SNAMI e FIMMG Lombardia sulla possibile futura carenza di medici di medicina generale. Secondo i dati presentati, ad aprile 2017 mancavano 273 medici; numero destinato ad aumentare con i pensionamenti. Il raggiungimento dell’età pensionabile dei professionisti attualmente in servizio espone il cittadino al rischio di non poter disporre del proprio medico. A fronte di ciò, ogni anno vengono abilitati, attraverso la specializzazione, circa un centinaio di medici di medicina generale, ma non tutti optano per questa professione. A Regione Lombardia si chiede di aumentare il numero dei posti al corso di formazione specifica in medicina generale così da garantire un adeguato ricambio generazionale per la categoria dei medici di famiglia e la possibilità per i cittadini di fruire di una medicina generale di qualità, in grado di soddisfarne i bisogni. Posizione questa evidenziata anche dalla Vice Presidente Valmaggi, che, nel corso del dibattito, ha ribadito come tra le tante proposte su cui Regione Lombardia potrebbe impegnarsi se ne sollecita una già perseguita da altre regioni: quella di aumentare le borse di studio per i giovani medici in formazione, così da rendere più attrattiva questa specializzazione rispetto ad altre.

    Sconvocata la successiva seduta.

     

    IV Commissione

    Non si è riunita.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    Non si è riunita.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Lunedì si è svolto presso il Comune di Cermenate l’incontro di presentazione del Policy paper “Beni confiscati” e incontro con l’Associazione “Progetto San Francesco” – Centro Studi sociali contro le mafie che ha sede proprio in uno dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre al Sindaco di Cermenate erano presenti anche il sindaco di Lomazzo e quello di Fino Mornasco. All’incontro ha preso parte anche il Prefetto di Como che ha posto l’accento sulle difficoltà economiche per la riqualificazione delle strutture confiscate.

    Martedì si è invece tenuta la Seduta di Commissione con la partecipazione del Dott. Roberto Laffi, Direttore Generale Assessorato Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città Metropolitana in merito all’Accordo Regione – ANBSC sulla geolocalizzazione dei beni confiscati in Lombardia. Laffi ha ripercorso l’iter seguito dal Tavolo regionale per mettere a punto l’accordo con l’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati e finalizzato ad avere una mappatura efficace della situazione territoriale dei beni. Un lavoro non indifferente se si pensa che la Lombardia è la quinta regione italiana per numero di confische e sequestri. Il lavoro sarà in futuro finalizzato ad interagire con le istituzioni locali che potranno affiancarsi al lavoro di rete messo a punto dalla Direzione regionale. Nel corso della riunione è emersa la contrarietà del gruppo 5stelle alla firma dell’Accordo per come era stato scritto e soprattutto in relazione al fatto che l’Accordo prende avvio da una delibera del 2011 a firma  dell’allora assessore Zambetti che affidava ad ALER la gestione dei fondi regionali per la riqualificazione dei beni confiscati. Un tema questo laterale all’accordo come hanno sostenuto gli altri intervenuti che hanno piuttosto richiamato alla necessità di un incontro con il dirigente responsabile del Tavolo. Pur considerando l’importanza del tema della gestione dei fondi si è infatti sostenuto che accordo e gestione dei fondi andassero considerati diversamente e diversamente valutati. Al termine della riunione i 5stelle hanno mantenuto la loro contrarietà e hanno dichiarato che con queste premesse non parteciperanno al Convegno di presentazione dell’Accordo il 14 giugno p.v..

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 29 Maggio – 1 Giugno 2017

    I Commissione

    Nella seduta è intervenuto in audizione l’assessore Garavaglia in merito al piano di riordino e riorganizzazione degli enti dipendenti e delle società di RL come stabilito dall’art. 7 della legge Collegato 2017. L’assessore assicura che entro il 30 settembre, come vuole la norma nazionale, sarà pronto il piano di razionalizzazione da presentarsi in Giunta. Molti punti di questo piano sono già stati realizzati nel corso di questi anni, prima ancora della richiesta del legislatore nazionale. E di cosa è stato fatto Garavaglia ha sommariamente esposto i vari interventi. L’assessore ha poi risposto ad alcune richieste dei commissari. Al termine dell’audizione il presidente Colucci ha informato la commissione che le prossime sedute vedranno in audizione i soggetti degli enti dipendenti e delle società del sistema regionale.

     

    II Commissione

    Si è insediato il Gruppo di lavoro sulla modifica della legge elettorale.

     

    III Commissione

    Approvato all’unanimità il parere sulla proposta di istituzione dell’Albo regionale dei centri antiviolenza, case rifugio e di accoglienza (PAR 134). Il provvedimento specifica i requisiti organizzativi e gestionali richiesti per l’iscrizione all’albo, condizione necessaria per accedere ai finanziamenti. Il nostro intervento in commissione è stato diretto a favorire una presenza omogenea ed equilibrata dei centri sul territorio e a rafforzare i requisiti volti a garantire un intervento efficace, puntuale e appropriato sulle donne, valorizzando al tempo stesso la preziosa esperienza maturata da anni dai centri antiviolenza. Abbiamo chiesto, inoltre, che venisse rispettato il requisito previsto dalla Conferenza Stato-Regioni, sull’impiego prioritario di personale femminile adeguatamente formato. A seguire l’audizione con l’Assessore al welfare, intervenuto per l’illustrazione della delibera relativa al riordino della rete di offerta e alle modalità di presa in carico dei pazienti cronici e/o fragili.

    Gruppo di lavoro pdl 228quater: prosegue la revisione del sistema sociosanitario, con l’esame del titolo che concerne i rapporti fra la Regione e le Università lombarde con facoltà di medicina e chirurgia.

     

    IV Commissione

    Audizione distributori aziendali di carburante. Abbiamo adito le rappresentanze di categoria della provincia di Sondrio in merito alle criticità derivanti dall’inchiesta in essere della Procura della Repubblica sugli impianti di distribuzione carburante aziendali che in Valtellina vede coinvolte oltre 250 azienda edili e di trasporto. La problematica emersa risulta essere di particolare gravità sia dal punto di vista penale che amministrativo, oltre al rischio che a breve possa estendersi anche al resto delle province lombarde. Preso atto che uno dei vulnus della questione è dato dall’art. 91 della l.r. 6/2016 che mette in capo ai Comuni la titolarità del rilascio dell’autorizzazione degli impianti di distribuzione, la richiesta avanzata dalle parti riguarda una possibile modifica della norma. Data la delicatezza della situazione, è in corso una indagine, come Commissione ci siamo impegnati a chiedere una audizione con la DG Commercio e ad analizzare le diverse leggi delle altre regioni italiane al fine di capire meglio i margini di manovra di Regione Lombardia.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    Non si è riunita.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Incontro con la Commissione Antimafia del Comune di Rho, presso la sede di quest’ultimo, sulle problematiche del territorio.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Report settimana 22 – 26 Maggio 2017

    I Commissione

    Mercoledì. Nella seduta è stata illustrata la Rel. n. 94 “Relazione annuale sulla semplificazione – 2017” con particolare attenzione alle azioni in materia di semplificazione riguardanti le materie di competenza della commissione (sperimentazione bollo auto e ecotassa). A seguito di tale illustrazione si è deciso di inviare delle osservazioni alla commissione II, riguardanti in particolare il monitoraggio sui benefici e sugli introiti rispetto alle iniziative di semplificazione sopracitate. Circa l’approvazione di tale documento il nostro gruppo si è espresso con un voto di astensione, motivato dal metodo utilizzato per la presentazione di questo documento, avvenuta dopo aver già approvato in Consiglio regionale la Legge di semplificazione 2017.

    Giovedì – congiunta con V commissione. Nella seduta si è svolta l’audizione con l’assessore Sorte in merito alle risultanze della riunione del GECT Reno – Alpi, il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale “Alleanza Interregionale per il Corridoio Reno – Alpi GECT”, riunione tenutasi lo scorso 8 maggio. La nostra regione è appena entrata a far parte di questo gruppo. L’assessore con l’ausilio dei dirigenti della Direzione Infrastrutture e Mobilità ha brevemente esposto i progetti in atto per il completamento del corridoio Reno – Alpi. Alle due commissioni verranno trasmessi da parte dell’assessorato i documenti dettagliati relativi a questo gruppo di cooperazione.

     

    II Commissione

    Presentazione del “Policy Paper” “Riorganizzazione territoriale degli enti di area vasta, Città Metropolitana e nuove Province, nonché riorganizzazione territoriale della P.A. in Lombardia” a cura di Eupolis Lombardia.

     

    III Commissione

    Lunedì – audizioni. La prima audizione ha visto i vertici della Fondazione Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano intervenire in merito al trasferimento tecnologico dell’innovazione negli IRCCS pubblici in Regione Lombardia. Il caso segnalato alla Commissione, abbastanza paradossale, è quello del tentativo da parte medici e ricercatori dei laboratori di Via Sforza che fanno quotidianamente ricerca finalizzata all’invenzione di medicinali e dispositivi, di rendere questi ultimi commercializzabili così che con gli utili si possa poi sostenere maggiormente la loro ricerca e stabilizzare qualche ricercatore precario. Nel richiedere alla Regione, come previsto da Statuto, l’autorizzazione per creare una spin-off costituita da ricercatori, Fondazione e partner privati per sviluppare, sperimentare e commercializzare un dispositivo medicale innovativo per la cura delle piaghe da decubito, si sono trovati di fronte alla risposta negativa da parte dei funzionari regionali che hanno valutato la richiesta. Diniego motivato con l’obbligo di procedere alla selezione dei partner privati sulla base di una gara ad evidenza pubblica, pur se è facilmente comprensibile come in un caso come questo sarebbe necessaria un’interpretazione meno stringente per consentire alla ricerca lombarda di crescere realmente. A seguire l’audizione con il Responsabile del Centro disturbi extrapiramidali – IRCCS Galeazzi in ordine alle procedure di rimborso nell’ambito della neurochirurgia funzionale DBS (neurostimolazione cerebrale profonda) per i disturbi ossessivo compulsivi (OCD) gravi, refrattari e farmacoresistenti. In Lombardia si stimano 10-15 casi annui di soggetti con OCD severo, resistente ai trattamenti, tuttavia i rimborsi ai Centri di riferimento (Istituto neurologico Besta, Istituto Galeazzi, Ospedale Maggiore Policlinico, Ospedale San Paolo) non sono commisurati ai costi sostenuti. La DBS è agevolmente impiegata nel Parkinson grazie all’extra-rimborso che garantisce la copertura dei costi sostenuti dal Centro, da qui la richiesta di erogare per la DBS lo stesso extra-rimborso previsto per tale patologia. Si tratta di malattie (OCD e Parkinson) invalidanti, con costi sociali elevati e gravi disagi per pazienti e caregivers. Infine l’audizione con la Presidente di Alleanza delle Cooperative Italiane Lombardia sulla situazione delle strutture residenziali terapeutico-riabilitative di NPIA. Nel corso dell’incontro è stato evidenziato l’aumento dei ricoveri in servizio psichiatrico, aumenti nell’ordine del 28 per cento sui ricoveri in generale e del 100 per cento per quanto riguarda la diagnosi e cura  (rapporto SINPIA 2015). Nella nostra regione ci sono diverse strutture accreditate che tuttavia, dal punto di vista del budget, non riescono a rispondere alle emergenze; da qui la richiesta di reindirizzare le risorse impegnate per far fronte ai costi dei posti extra regione verso i posti già accreditati e non budgetizzati in regione. La seconda richiesta formulata è l’istituzione di un tavolo tecnico della neuropsichiatria infantile in cui discutere di queste criticità e di ulteriori approfondimenti. La commissione si è impegnata nella redazione di una risoluzione per chiedere alla Giunta di riequilibrare l’offerta lombarda rispetto alla domanda e avviare una riflessione strategica, di medio e lungo periodo, su come affinare, potenziare e adeguare l’offerta ai bisogni sociosanitari nel campo della neuropsichiatria infantile.

    Mercoledì – audizioni in merito al Regolamento che definisce requisiti e procedure per l’iscrizione e la modalità di gestione dell’albo dei centri antiviolenza, case rifugio e case di accoglienza (Par. 134), sul quale la Commissione è chiamata ad esprimere il proprio parere. Ai seguenti link alcuni dei materiali illustrati:

    Casa di accoglienza delle donne maltrattate di Milano
    http://www.pdregionelombardia.it/documenti/43091CasaDonneMaltrattate_CAD_MI.pdf

    Telefono Donna
    http://www.pdregionelombardia.it/documenti/43090TELEFONO_DONNA.pdf

    Nel corso della successiva seduta, la Commissione ha licenziato all’unanimità la proposta di risoluzione concernente determinazioni in ordine alla clownterapia. Il documento impegna la Giunta a: -valorizzare le attività di clownterapia in particolare all’interno delle strutture ospedaliere; -favorire percorsi di formazione condivisi per i volontari che svolgono tale attività all’interno di enti e associazioni riconosciute; -predisporre un apposito elenco di soggetti del Terzo Settore abilitati a svolgere interventi di clownterapia.

     

    IV Commissione

    Rel 94 – relazione annuale semplificazione. Abbiamo espresso voto favorevole alla relazione annuale sulla semplificazione, documento di sintesi che illustra i principali e più rilevanti ambiti in cui si sono sviluppati gli interventi di semplificazione e di digitalizzazione attivati dalla Giunta nel 2016. Pur sottolineando l’inopportunità della tempistica della discussione dell’atto in Commissione, che avviene dopo che la legge di semplificazione è stata già approvata dall’aula due settimane fa, abbiamo apportato alla discussione diversi suggerimenti che il relatore ha fatto propri in toto: migliore allineamento dei bandi regionali a quelli nazionali/europei per sfruttarne l’effetto volano, semplificazione delle procedure e modulistica per l’organizzazione di sagre e fiere, aggregazione e sviluppo dei SUAP, nonché l’avvio di uno studio delle best practice in materia introdotte dalle altre regioni italiane e da quelle facenti parte i 4 motori d’Europa.

     

    V Commissione

    Audizione congiunta con I commissione sulle risultanze della riunione del Gruppo europeo di Cooperazione territoriale (GECT) Reno Alpi tenutasi l’8 maggio 2017. I dettagli al resoconto della I commissione. A seguire presentazione del Piano territoriale regionale d’area Franciacorta. Il dott. Federici ha illustrato le slides che saranno trasmesse ai componenti della commissione. Infine è stato votata (con voto di astensione del gruppo Pd, è intervenuto il consigliere Straniero) la relazione annuale sulla semplificazione, edizione 2017.

     

     

     

    VI Commissione

    Ad apertura di seduta hanno avuto luogo le audizioni riguardanti la Mozione 811 “Linee guida per l’impiego dei fertilizzanti sui suoli”. A seguire l’incontro con la Direzione generale Ambiente in merito sia alla mozione 811 sui fanghi sia alla mozione 773 sull’applicazione di nuove tecnologie di monitoraggio degli elementi aria e suolo. E’ stata infine presentata, discussa e votata la REL 94; i consiglieri del PD hanno votato contro.

     

    VII Commissione

    Si è tenuta l’audizione dell’UPL (Unione Province Lombarde) in merito ai sistemi bibliotecari lombardi e alle loro competenze. E’ stato firmato un protocollo d’intesa con Regione sulle linee guida per l’anno 2017 che comprende le competenze delle province e rivendica il loro rafforzamento. Sull’ambito dei sistemi bibliotecari, l’Upl ha espresso contrarietà allo collocazione della gestione in capo all’ente regionale e ha rivendicato il servizio come uno dei migliori in Italia. Sull’annosa questione della gestione delle risorse e della loro destinazione, Upl ha chiesto più finanziamenti e in tempi certi per garantire il servizio ai cittadini. Sono state, poi, illustrate 3 relazioni relative all’ambito culturale: “RAPPORTO SUGLI INTERVENTI PER LA PROMOZIONE, IL COORDINAMENTO E LO SVILUPPO DI SISTEMI INTEGRATI DI BENI E SERVIZI CULTURALI”, “APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA EX L.R. 13/2007 ECOMUSEI”, “APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI SPETTACOLO – ANNO 2016”. Le criticità che emergono e che sono state sottolineate in commissione sono lo scostamento fra domande pervenute e domande ammesse e l’incertezza di programmazione per mancanza di risorse economiche. Riguardo alla relazione sui ecomusei, è emerso che a un elevato finanziamento iniziale non è più seguito alcun investimento e di 44 ecomusei lombardi, solo 10 possono ritenersi eccellenti. Nelle conclusioni emergono aspetti interessanti quali la revisione dei requisiti per il riconoscimento degli ecomusei e le modifiche di valutazione degli stessi. A conclusione della  seduta è stata accennata anche l’istruttoria del comitato paritetico di cv sulle 3 relazioni, dalla quale è emerso che nelle prossime rendicontazioni devono essere specificati e approfonditi: obiettivi e risultati attesi; interventi realizzati; soggetti coinvolti, beneficiari raggiunti ed eventuali criticità riscontrate.

     

    VIII Commissione

    Abbiamo approvato il progetto di legge in tema di contenimento dei danni causati dai cinghiali sul nostro territorio, il testo è stato licenziato anche con il voto favorevole del PD e ora dovrà passare l’esame dell’aula. Regione Lombardia dovrà entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge predisporre la suddivisione del territorio lombardo in aree vocate (entro una certa densità) e non vocate (dove la presenza deve tendere allo zero) alla presenza del cinghiale. Successivamente si stabiliranno le modalità di controllo mediante piani di prelievo che a seconda del territorio e della sua vocazione saranno effettuati tramite controllo selettivo e/o prelievo venatorio. Sono inoltre previsti indennizzi e contributi pre-indennizzo danni con la compartecipazione degli ATC E CAC, la valorizzazione della carne di cinghiale e viene anche normata l’attività di recupero degli ungulati feriti. Tra le novità introdotte è previsto il dovere degli ambiti e comprensori alpini di risarcire fino al 50% i danni causati dai cinghiali nelle aree dove è consentita la caccia; gli stessi comprensori avranno il compito di promuovere iniziative di prevenzione. Secondo Coldiretti, il conto totale dei danni in Lombardia negli ultimi 12 anni ha ormai superato i 17 milioni di euro, di cui 13 milioni per assalti ai campi e 4 milioni per schianti automobilistici.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    È stato fatto il punto sui prossimi incontri e iniziative da organizzare, nell’ambito delle materie di

    competenza.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.

  • Consumo di suolo: ora i Comuni potranno ridurre le aree edificabili, ma la legge rimane sbagliata

    CONSUMO DI SUOLO, SCANDELLA (PD): ORA I COMUNI POTRANNO RIDURRE LE AREE EDIFICABILI, MA LA LEGGE REGIONALE RIMANE SBAGLIATA

    “Il fatto positivo è che i comuni ora possono tornare a programmare il territorio e anche a ridurre le aree ad oggi edificabili, cosa che la legge del 2014 sul consumo di suolo voluta da Maroni gli impediva. Ma quella legge rimane sbagliata, anche con questa modifica, e il perché lo ha detto in Aula il relatore, Carlo Malvezzi di Forza Italia, che ha rivendicato la volontà di difendere i 500 milioni di metri quadrati di terreno edificabile già compresi nei piani di governo del territorio dei 1500 comuni lombardi. Il Piano Territoriale Regionale adottato in contemporanea sostiene che il 45% degli ambiti di trasformazione eccede i reali fabbisogni abitativi e produttivi, eppure il centrodestra continua a basarsi su un modello, quello dell’espansione edilizia infinita, che ormai non esiste più, che ha smesso da tempo di creare ricchezza e, anzi, ha finito per consumarla. Il tema di oggi è la rigenerazione urbana, il recupero delle aree dismesse, la pianificazione condivisa tra i comuni: di tutto questo, però, non c’è ancora traccia”.

    Così il capodelegazione del Pd in commissione territorio del Consiglio regionale Jacopo Scandella spiega l’astensione critica alla modifica alla legge 31/2014 sul consumo di suolo in Lombardia, approvata a maggioranza a fine mattinata al Pirellone.

    Milano, 23 maggio 2017

Pagina 5 di 42« Prima...34567...102030...Ultima »