• J-Mail – n°1: il testo

    Questo il testo della prima newsletter “J-Mail”, inviata ieri:
    Ciao,
    sono trascorsi tre mesi di lavoro in Regione Lombardia ed il primo obiettivo che mi sono posto è stato quello di mantenere un rapporto continuo e diretto con i cittadini.
    Per farlo, ci sono diversi strumenti: la pagina Facebook e il profilo Twitter con tutti gli aggiornamenti dal Pirellone, il sito internet e l’indirizzo mail al quale rispondo sempre personalmente, gli incontri, le assemblee o l’iniziativa “Il sabato nel villaggio”  che mi porta ogni settimana a far visita ad un comune diverso della nostra provincia.
    Con questa newsletter, invece, vorrei riassumere brevemente i fatti più importanti e le questioni di cui mi sto occupando personalmente.
    Partirei da qui: bastano poche settimane al Pirellone per rendersi conto di quanto sia facile “perdersi”; nei tempi lunghi e a volte frustranti delle istituzioni, negli equilibrismi, nel vortice delle nomine o nell’ufficio al 14° piano dal quale puoi guardare la città dall’alto in basso. Ne sono sempre più convinto, mantenere un rapporto sano con la realtà è un esercizio da praticare quotidianamente. Altrimenti perdi di vista il motivo per il quale fai politica, e cioè calarti nella vita “normale” delle persone (che è anche la tua), e provare a risolverne i problemi.
    Per questo motivo ho scelto di rinunciare a tutti i benefit che la legge concede ai consiglieri regionali: l’abbonamento gratuito a Trenord, il canone della Milano-Serravalle, il parcheggio negli spazi a “strisce gialle” e l’utilizzo delle corsie preferenziali in città. Il tutto, in aggiunta a 10.000 euro di stipendio netti ai quali ho rinunciato nelle prime tre mensilità (qui il dettaglio delle “buste paga”, il perché di questa scelta ed un commento sulla riforma dei costi della politica approvata in questi giorni).
    Faccio parte della sesta commissione (Ambiente, Protezione civile), della settima (Cultura, Istruzione, Formazione Professionale, Sport, Comunicazione), sono capogruppo del Partito Democratico nella quinta (Governo del territorio, casa, infrastrutture e trasporti) e mi occupo, insieme al collega Mario Barboni, di tutto quanto riguarda la provincia di Bergamo.
    Fra le numerose questioni aperte, ci tengo a citare due priorità cui sto dedicando tempo ed energie: il lavoro giovanile e la tutela del territorio.
    Vogliamo fissare in 400 euro mensili la quota minima per i ragazzi e le ragazze che intraprendono la strada dei tirocini non curriculari e dei praticantati. Va bene l’esperienza, ma almeno non rimetterci dei soldi…
    Si tratta di un primo passo, di fronte ad una generazione rimasta a corto di lavoro e di speranza. Qui il testo della mozione, di cui sono primo firmatario, e uncommento al riguardo.
    Abbattere il consumo di suolo, fare squadra tra Comuni per progettare uno sviluppo di area vasta, far ripartire il lavoro con un grande piano di ristrutturazioni edilizie; sono i cardini della proposta di modifica della legge 12 (che regola il governo del territorio) attorno alla quale abbiamo costituito un tavolo di lavoro con associazioni, professionisti, amministratori. Troppe le case sfitte, invendute; come troppo il terreno agricolo che in questi anni abbiamo consumato, superando soglie che fino a pochi anni fa sembravano irraggiungibili.
    Nella prossima newsletter vi parlerò di riforma delle autonomie locali (comuni, unioni di comuni, comunità montane, Bim, Gal, consorzi forestali, distretti del turismo e del commercio, province… chi fa che cosa, e con quali soldi?), tutela del servizio di interprestito bibliotecario (sondaggio: quanti studenti e non ne hanno usufruito in questi anni?), discariche di amianto (Treviglio e Sedrina, due casi all’ordine del giorno), insieme ad un commento sul Partito Democratico: un’analisi schietta del recente passato e qualche proposta concreta per ritrovare passione in un progetto comune.
    Alla prossima!
    Un abbraccio,
    Jacopo
    P.S.: è tempo di feste democratiche, e tra musica e buona cucina ci scappa qualche dibattito davvero interessante. Qui trovate il calendario dei prossimi appuntamenti.
    ______________________________________________________________________
    Per iscriverti alla newsletter, clicca qui!