• Maltempo in agricoltura, Barboni e Scandella (Pd): "Regione Lombardia preveda risorse per le province più colpite. Martedì in consiglio la nostra mozione condivisa".

    Dopo le sollecitazioni del Gruppo regionale del Partito democratico, che in proposito aveva presentato anche una mozione urgente, il 21 maggio, in Consiglio regionale, poi ritirata per gli impegni presi dall’assessore regionale all’Agricoltura Fava, oggi, mercoledì 5 giugno 2013, in VIII Commissione Agricoltura, si sono tenute le audizioni con le associazioni di categoria, le province lombarde e lo stesso assessore, per affrontare la grave situazione delle aziende agricole colpite dai danni del maltempo. Al termine è stato deciso che martedì prossimo, durante la seduta di Consiglio regionale, si approverà un documento condiviso sulla base della mozione del Pd rivista e aggiornata.

    Siamo soddisfatti che ciò che come Partito democratico abbiamo sostenuto per settimane, sia stato finalmente condiviso anche dagli altri Gruppi”, commentano Mario Barboni e Jacopo Scandella, consiglieri regionali del Pd.

    Oggi abbiamo ascoltato da ogni rappresentante delle centrali agricole non solo l’elencazione dei pesantissimi danni riportati dalle nostre aziende, ma anche i molti suggerimenti per affrontare il difficile momento ed evitare che queste imprese soccombano – fanno sapere –. Dall’assessore abbiamo invece sentito dire che lo stato di calamità non è un provvedimento così facilmente ottenibile, ma, a parte il fatto che i rappresentanti degli agricoltori suggerivano anche l’alternativa della richiesta di stato di causa maggiore, come Pd abbiamo invitato tutte le forze a fare fronte comune, assieme ai nostri parlamentari, per poter ottenere ogni aiuto possibile da Roma e da Bruxelles”.

    Secondo Barboni e Scandella “serve una condivisione a 360 gradi, ma il primo a crederci deve essere l’assessore, il quale invece considera il Ministero delle Politiche agricole addirittura inutile e lo viene a dire apertamente, in sede istituzionale, ai consiglieri e ai rappresentanti degli agricoltori”.

    L’invito del Pd, che ha sollevato la questione insistendo sia in Consiglio che nella stessa Commissione, è ora rivolto direttamente a Regione Lombardia e al presidente Maroni: “Poiché la tempistica per gli interventi a favore delle aziende agricole comunque non è breve, si devono trovare, in assestamento di bilancio, le risorse per intervenire subito almeno a favore delle province più colpite. Sono operazioni che si fanno per altri ambiti, ora è necessario applicarle anche all’importantissimo mondo dell’agricoltura lombarda”, concludono Barboni e Scandella.

    Milano, 5 giugno 2013