Maratona Sanità: la riforma non fa nulla per eliminare le liste d'attesa

Sanità

Novembre 10, 2021

“Il problema delle liste d’attesa dura da tantissimi anni e non accenna a migliorare, come testimoniato da tantissimi cittadini. È esperienza comune non riuscire a prenotare una prestazione sanitaria in tempi ragionevoli con il servizio pubblico e vedersi invece offrire la stessa prestazione in tempi brevissimi, a pagamento nel privato. Il sistema sanitario lombardo non garantisce a tutti le stesse cure. È evidente che chi non ha soldi non potrà essere curato. È questo nega il diritto universale alla salute”. A dichiararlo è il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella, nel primo giorno della maratona che impegnerà l’aula del Pirellone per tre settimane sulla legge di revisione del sistema sanitario lombardo.

“La riforma presentata da Fontana e Moratti non prova neppure ad affrontare il problema. Lo ignora – fa sapere Scandella – Il progetto di legge in discussione non prevede il governo del sistema di offerta, il che comporta un numero di prestazioni non tarato sui bisogni. Il pubblico non eroga servizi sufficienti a rispondere alla domanda e i cittadini sono costretti al rivolgersi al privato. Non è accettabile. Chiediamo una profonda revisione della legge che garantisca a tutti lo stesso diritto alla cura”.

“In questo sistema al cittadino è chiesto di scegliere tra pagare, spesso molti soldi, o tenersi il dolore – conclude Scandella – e in una regione come la nostra questo non è ammissibile”.

Ultime news