• Report settimana 11 – 15 Maggio 2015

    I Commissione
    In commissione si è votata la norma finanziaria del PDL 9 “Norme per la qualificazione e il sostegno del lavoro di cura degli assistenti familiari”. Per il 2015 sono stanziati € 700.000 finalizzati a Sportelli per l’assistenza familiare (art. 6), Registri territoriali degli assistenti familiari (art. 7) e Interventi di sostegno economico (art.9); in più è previsto lo stanziamento di importo non definito ma a valere sulle risorse regionali di Dote Unica Lavoro e ministeriali di Garanzia Giovani finalizzato alla Formazione dell’Assistente Familiare (art. 8): come spiegato dal funzionario dell’Assessorato alla Famiglia, dott. Di Raimondo Metallo, le risorse effettivamente utilizzate dipenderanno dal numero di persone che chiederanno nell’ambito di Dote Unica Lavoro/Garanzia Giovani l’attivazione di uno specifico (e peraltro già previsto) percorso formativo professionale per la cura e l’assistenza familiare. I commissari, pur sollevando alcune perplessità su quest’ultimo punto ed esprimendo la convinzione che sarebbe stato meglio quantificare con esattezza l’impegno finanziario destinato alle iniziative di formazione promosso dal PDL 9, esprimono un voto favorevole all’approvazione della norma finanziaria. I lavori proseguono con l’illustrazione da parte del relatore Tizzoni dei contenuti del PDL 249 “Legge di Semplificazione 2015 – Ambiti Istituzionale ed Economico” e con i chiarimenti forniti dai funzionari della Giunta a proposito dei singoli articoli del progetto di legge inerenti alle materie di competenza della commissione (programmazione negoziata, tributi e finanza regionale, rapporti Regione-SIREG e digitalizzazione).

    II Commissione
    Sessione singola. La seduta si apre con l’audizione del funzionario della Direzione Generale alle Infrastrutture Dott. Colombo in relazione al PDL n. 175 “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 6 dicembre 2010 n.18 “Disciplina del difensore regionale”. Successivamente viene relazionato, dalla consigliera Fatuzzo, il PDL 249 “Legge di semplificazione 2015 – ambiti istituzionale ed economico”. Il consigliere Pizzul segnala che all’art.1 vengono affrontate tematiche tecniche che andrebbero sottoposte alla V commissione.
    Seduta congiunta con la commissione speciale Riordino delle autonomie. Sul PLD 223 “Riforma del sistema delle autonomie della regione in attuazione della legge 7/04/2014, n, 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni) il presidente Carugo, quale relatore, constato che non ci sono osservazioni chiude la seduta.

    III Commissione
    In ordine del giorno la discussione e il voto ai quattro provvedimenti illustrati nella seduta della scorsa settimana. PAR n. 68 “Approvazione delle linee guida della l.r. n. 33/2014, Istituzione della leva civica volontaria regionale”: coerentemente alla posizione osservata in occasione del voto della Legge in Aula, i consiglieri del Gruppo PD hanno espresso parere contrario al provvedimento, ribadendo quanto la norma non faccia altro che contribuire all’eccessiva frammentazione delle misure. PAR n. 67 “Modifiche al Regolamento generale n. 1/2004 “Criteri generali per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica” in attuazione dell’art. 5 della l.r. n. 18/2004 “Norme a tutela dei coniugi separati o divorziati in condizioni di disagio”: in linea a quanto già evidenziato in sede di approvazione della Legge, anche in questa seconda consultazione i nostri commissari hanno formulato voto contrario. Le modifiche al regolamento in oggetto discendono da articoli di una Legge che discrimina fra figli naturali e legittimi (equiparati dal codice civile) e fra coppie di genitori sposate e non (famiglie monoparentali). Proposta di risoluzione “Attuazione delle linee guida per l’implementazione della rete lombarda dei centri di senologia (Breast Units Network)”: l’intento era di far recepire a Regione Lombardia le linee d’indirizzo approvate in Conferenza Stato Regioni. I nostri consiglieri hanno chiesto di inserire nel testo alcune osservazioni che vanno nella direzione di incentivare le attività di prevenzione e screening mammografico, ampliando l’intervallo in cui prevedere i controlli (estensione dai 45 ai 74 anni, con cadenza annuale tra i 45 e i 49). Considerazioni accolte tutte dalla relatrice. La risoluzione è stata quindi approvata con il nostro voto favorevole. Approvata, in questo caso all’unanimità, anche la proposta di risoluzione “Diagnosi e cura delle nuove dipendenze immateriali” con cui si chiede alla Giunta di estendere il monitoraggio del tavolo tecnico regionale sulle dipendenze a tutte le dipendenze immateriali così da poter predisporre gli strumenti necessari per la loro cura, oltre ad attivarsi presso la Conferenza Stato-Regioni affinché siano inseriti nei LEA nazionali i percorsi relativi a questo tipo di dipendenze. Le risoluzioni approderanno in Aula nella seduta della prossima settimana.

    IV Commissione
    Pdl Riforma del Turismo. Il gruppo di lavoro costituito ad hoc per un primo approfondimento del provvedimento ha proseguito l’analisi puntuale dell’articolato soffermandosi questa seduta sulla parte relativa alle tipologie di strutture ricettive alberghiere e al procedimento aggiuntivo di classificazione delle stesse. E’ emersa la questione relativa alla regolamentazione di AIRBNB ed imprese simili, piattaforme internet alternative agli affittacamere ed ai tradizionali hotel: compito del progetto di legge sarà quello di catalogarli in una precisa fattispecie con relativi oneri ed onori. Abbiamo manifestato inoltre forti dubbi per quanto riguarda la previsione di una griglia di valutazione delle strutture ricettive che individui i servizi offerti in aggiunta a quelli standard minimi obbligatori: a nostro avviso basta la classificazione a stelle classica, bisognerebbe lavorare piuttosto ad una sua omogeneizzazione a livello internazionale.
    PDA 27 – Stampa quotidiana e periodica. La votazione del provvedimento, originariamente prevista per questa seduta, è stata rinviata di una settimana per consentire un maggiore approfondimento degli emendamenti presentati all’ultimo dalla maggioranza che implicano una revisione del modello della distribuzione dei quotidiani e dei periodici.
    Rel 41 – Difensore Civico. Il relatore ha presentato la relazione annuale 2014 dell’attività del difensore civico regionale, come gruppo PD abbiamo espresso voto favorevole.
    Proposta risoluzione Telecom. Come da impegni assunti durante le audizioni il relatore ha presentato la bozza di risoluzione relativa alla riorganizzazione messa in atto dalla Telecom. Come PD abbiamo avanzato due proposte di modifica. Una volta ad estendere gli impegni non solo alla sede di Pavia ma a tutte le sedi sparse nelle province lombarde, l’altra a definire meglio il ruolo e la funzione del tavolo regionale da costituirsi ad hoc per cercare di risolvere il problema.
    Par 64 – Promozione accordi quadro di sviluppo territoriale. E’ stato presentato il provvedimento relativo alla promozione dell’accordo quadro di sviluppo territoriale per la definizione dei progetti territoriali integrati espressione del partenariato locale, al fine di valorizzare e potenziare l’attrattività dei territori lombardi nel semestre dell’evento EXPO 2015. La dotazione finanziaria necessaria per l’attuazione del programma ammonta a 5,6 milioni di euro e coinvolge anche l’Agenzia Promos alla quale è demandata l’azione di sistema per la valorizzazione degli spazi di Regione Lombardia in Padiglione Italia. Alla luce di ciò abbiamo chiesto l’audizione di Explora e Promos in IV Commissione al fine di conoscere le attività già evase e quelle in programma.
    Rel 42 – Attuazione l.r. 8/13 Gioco d’azzardo. La trattazione e successiva votazione è stata rinviata alla prossima seduta in attesa del parere del comitato paritetico di controllo e di valutazione.

    V Commissione
    La Commissione ha visto l’Assessore alla Salute Mantovani rispondere ad una ITR a firma Gaffuri (PD) con argomento l’elisoccorso dell’Ospedale Sant’Anna di Como presentata quasi un anno fa
    e riguardante le interferenze tra il progetto e il tracciato di Pedemontana che ha causato un esborso regionale supplementare di circa 500mila euro. A seguire il relatore Malvezzi ha il PAR 65 Regolamento regionale “Disciplina dei servizi di collegamento effettuati tramite autobus con gli aeroporti aperti al traffico civile in ambito regionale”. Si sono svolte poi le audizioni con i rappresentanti di ANAV e ASSTRA riguardanti il PAR 65. Forti critiche sono piovute sul provvedimento che consente l’apertura generalizzata al mercato disponendo che la sola SCIA possa costituire titolo per operare ma non pone condizioni per quanto riguarda l’universalità del servizio e i requisiti dell’operatore. I consiglieri intervenuti hanno avanzato ragionevoli dubbi e nelle prossime sedute il PAR sarà sottoposto ad altre audizioni. Per finire è stata audita l’Assessore alla Casa del Comune di Milano Benelli in relazione al diniego da parte di RL di consentire una deroga nell’assegnazione del proprio patrimonio comunale ERP fuori graduatoria. L’emergenza abitativa è stata fortemente sottolineata e la Benelli ha ricordato che si tratta di dare risposte efficaci, anche coinvolgendo il Terzo Settore, per chi essendo in possesso dei requisiti ERP ma non in cima alla graduatoria si trova senza un tetto e senza la prospettiva, per almeno due anni di accedere alla disponibilità ordinaria. Dopo gli interventi dei consiglieri, tra cui quello di Rosati (PD) che ha rimarcato come la collaborazione tra istituzioni deve riuscire a trovare una soluzione per chi è in emergenza e che RL deve quantomeno argomentare la scelta, e le precisazioni della Benelli che ha ricordato come l’Assessore regionale Sala non abbia mai dato seguito a richieste di incontro per risolvere la questione, il Presidente Sala ha dato mandato agli uffici di convocare l’Assessore per esporre la posizione di RL e motivare la scelta.

    VI Commissione
    Si conclude l’iter del PDL 23 Piano Cave provinciale di Bergamo; viene approvato con 31 voti a favore (Lega e FI) e 28 contrari (PD e M5S), astenuto NCD. Si conclude ma solo formalmente perché il PDL approderà in aula, riservando altre sorprese e conflittualità. A seguire approvato il PDL 223 Riforma del sistema delle autonomie della Regione e in particolare gli art 1, 3 e 16 di competenza della commissione; viene approvato con voto di astensione del PD. Critico l’articolo 13 che tratta ancora una volta di termo valvole.

    VII Commissione congiunta con la IV
    Si è proseguito, in congiunta con la IV commissione, con le audizioni in merito al pdl 241 “Qualità, innovazione e internazionalizzazione nei sistemi di istruzione, formazione e lavoro in Lombardia”. Sono stati auditi i sindacati CGIL, CISL e UIL Scuola che hanno espresso molte perplessità sul sistema dotale e sul finanziamento dell’alternanza scuola lavoro. Inoltre, è stata audita la rappresentante della Fidae Lombardia (Federazione Istituti di attività educative) che ha ribadito l’importanza di riconoscimento all’interno del provvedimento di una libertà di scelta nell’istruzione scolastica. A seguire, è stato illustrata la calendarizzazione del provvedimento per i prossimi mesi.

    VIII Commissione
    Ha avuto luogo l’incontro con l’Assessore Fava e Lombardia Informatica per approfondimenti sulla nuova gestione del sistema informativo SISCO.
    L’Assessore Fava sottolinea innanzitutto che la scelta di mettere in atto un nuovo strumento è dipesa dalla nuova programmazione, in quanto SIARL non sarebbe stato implementabile.
    I funzionari di Lombardia Informatica intervenuti hanno sottolineato che le difficoltà del nuovo sistema, riscontrate a fine 2014, risultano superate e che attualmente dal monitoraggio non emergono particolari criticità. Fava evidenzia che l’unica alternativa a SISCO sarebbe rappresentata dall’adesione al sistema di gestione centrale, che al momento non ha motivo di prendere in considerazione, ma che non esclude laddove dovessero verificarsi serie difficoltà. Il Consigliere Carra sollecita l’Assessore a fornire i dati relativi ai costi del sistema e della gestione di SISCO. Fava dichiara che saranno trasmessi alla Commissione.
    Il PDL n. 249 in tema di semplificazione (ambiti istituzionali ed economico) è stato approvato a maggioranza, dopo aver approfondito le modifiche relative alla disciplina della pesca e al rilascio delle relative licenze. Il Direttore Cova su esplicita richiesta ha comunicato di aver coinvolto la Consulta della Pesca e di aver raccolto il consenso delle rappresentanze di categoria.
    Ha quindi avuto luogo l’audizione con alcuni rappresentanti delle province in merito al PDL n. 223 “Riforma del sistema delle autonomie della Regione in attuazione della L. 7/04/2015, N. 56 (Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni), volta a conoscere l’opinione dell’UPL, sia sotto l’aspetto dei rappresentanti istituzionali sia sotto l’aspetto, che può essere diverso, dei dirigenti degli Assessorati all’Agricoltura, su quella porzione del pdl 223 che riguarda la riallocazione presso l’ente Regione, che a suo tempo le ha delegate, delle competenze in tema di agricoltura, caccia, pesca e foreste.
    Intervenuti il Sindaco Andrea Ratti (in rappresentanza di UPL e della Provincia di Brescia), Dott. Flavio Tomasoni (funzionario Provincia di Brescia) e il Dott. Azzoni (in rappresentanza della Provincia di Cremona). Il Presidente Cavalli, facendo riferimento allo schema di intesa tra Regione e Province del 13 aprile scorso, ha chiesto di poter ricevere copia, da parte di UPL, della seguente documentazione:
    – Ricognizione delle funzioni fondamentali e anche delle unità di personale interessato (allegato allo schema di intesa);
    – Rilevazione e conseguenti elaborazioni per quantificare, per ciascuna funzione, le unità di personale e il relativo costo (la cui consegna era prevista dallo schema di intesa entro fine aprile);
    – Documento di sintesi della posizione di UPL in ordine ai criteri della riallocazione del personale (annunciato nella seduta del 27 aprile dell’Osservatorio).
    Per quanto riguarda il PDL n. 250 “Legge di riconoscimento e tutela del diritto al cibo” è stato nominato relatore, in sede referente, il Presidente della Commissione Alberto Cavalli.

    COMMISSIONI SPECIALI
    Riordino autonomie
    Seduta congiunta con la II commissione
    Situazione carceraria in Lombardia
    Sconvocata.
    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome
    Non si è riunita.
    Antimafia
    Non si è riunita.