• Report settimana 13 – 17 Novembre 2017

    I Commissione

    Nella seduta è stato puntualmente illustrato il Doc n. 14 “Defr 2017” da parte dei dirigenti della Giunta e dal presidente Colucci. Successivamente si è affrontata la Rel. n. 109 in merito allo stato di avanzamento del Programma regionale di sviluppo (PRS); trattandosi di una presa d’atto non si è svolta alcuna discussione del provvedimento. Nella votazione il nostro gruppo si è astenuto. Infine all’ultimo punto dell’odg vi era il PDL n. 371 in merito alla ratifica tra Regione Lombardia e alcuni Cantoni svizzeri per la cooperazione culturale. La commissione ha approvato all’unanimità questo provvedimento.

     

    II Commissione

    Nel corso della seduta, il PDL n. 375 (Legge di stabilità 2018/2020) e il PDL n. 376 (Bilancio di previsione 2018/2020 e relativo documento tecnico di accompagnamento) sono stati illustrati dai tecnici di Giunta. Per il PDL n. 342 e per il PDL n. 347 (relativi alla fusione di alcuni Comuni in Provincia di Como)è stata approvata la proposta di non passaggio all’esame degli articoli. Quanto ai PP.d.l nn. 343, 344, 345 e 346 (afferenti la fusione di alcuni Comuni in Provincia di Como, Lecco e Mantova) essi sono stati approvati all’unanimità. Infine, alla presenza di ANCI Lombardia, la Commissione ha approvato a maggioranza il PDL n. 365 (per l’adeguamento dell’ordinamento regionale ad alcuni decreti legislativi, in ordine alla disciplina della Conferenza dei servizi, ai regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione). Da ultimo, si è riunito il Gruppo di lavoro sulla legge elettorale.

     

    III Commissione

    Con l’audizione di ASOF (Associazione Sindacale Operatori Funebri), si è completato il ciclo di incontri in ordine alla revisione delle norme in materia di attività e servizi necroscopici e cimiteriali (pdl 228quater). Tuttavia, nel corso della successiva seduta, con voto unanime, si è deciso di stralciare il Titolo “Disposizioni in materia di attività funerarie”, che sarà pertanto oggetto di uno specifico progetto di legge. La commissione ha quindi approvato la sola parte che rivede i rapporti tra le Università e il servizio sanitario regionale. La proposta, in estrema sintesi, riformula la disciplina relativa alla formazione degli specializzandi universitari in strutture sanitarie, definisce il protocollo d’intesa che regola i rapporti tra le Università e la Regione, regola infine i rapporti con il personale universitario, conciliando l’attività di formazione con quella di cura. Poichè l’articolato introduce elementi che potrebbero determinare un possibile conflitto con la normativa nazionale, il relatore (Capelli) ha presentato un emendamento che ne dispone la sperimentalità per un periodo di 5 anni: i primi 3 impiegati per la verifica della sperimentazione, i successivi due per individuare eventuali interventi correttivi. Al termine dei 5 anni la Regione, in collaborazione con il Ministero della Salute, valuterà i risultati raggiunti. Nel corso dell’istruttoria che ha portato alla stesura del testo in discussione, come Partito Democratico abbiamo depositato proposte emendative che andavano a riequilibrare le competenze fra Regione e Università, quale istituzione autonoma; indicazioni non accolte dalla maggioranza. Indubbiamente i temi affrontati richiedono un aggiornamento rispetto all’evoluzione che questa materia ha subito negli anni, tuttavia lo strumento della sperimentalità (già utilizzato nella precedenti fasi della revisione del sistema sociosanitario) non ci convince. In Aula ripresenteremo le nostre richieste di modifica, in quella sede ci si auspica un’attenzione maggiore. I consiglieri del PD si sono pertanto astenuti sul voto al Titolo in oggetto, mentre, in merito all’intero pdl 228quater, il parere è stato negativo, confermando una contrarietà ad una metodologia che vede la riorganizzazione della sanità lombarda procedere per parti separate. A seguire la consigliera Piani, coadiuvata dai tecnici di Giunta, ha illustrato il Documento di Economia e Finanza Regionale 2017. Il provvedimento non introduce nulla di nuovo, non si trova traccia di due importanti obiettivi annunciati dall’assessore Gallera: l’istituzione dell’anagrafe vaccinale e la costituzione dell’agenda unica pubblico privato accreditato per la prenotazione di visite ed esami. Il documento ha pertanto visto il nostro voto di contrarietà. Al Defr ha fatto seguito la presentazione dei documenti di Bilancio: Collegato 2018 – Legge di stabilità 2018/2020 – Bilancio di previsione 2018/2020. Previsti nella seduta di prossima settimana dibattito e voto. Infine, sono stati nominati i relatori dei progetti di legge di iniziativa popolare relativi ai farmaci cannabinoidi (nominato il consigliere Fanetti) e al testamento biologico (designato il consigliere Lena). Trattandosi di proposte di iniziativa popolare, il regolamento del Consiglio dispone che siano approvati in toto o eventualmente bocciati, non se ne prevede pertanto la possibilità di emendarli, a meno che non siano abbinati ad altri testi con gli stessi contenuti depositati dai partiti (ad esempio sulla cannabis terapeutica sarebbe stato auspicabile l’abbinamento al nostro progetto di legge). Tuttavia, la maggioranza, per scelta esclusivamente politica, non ha provveduto all’accorpamento, pertanto le due proposte difficilmente vedranno l’approvazione.

     

    IV Commissione

    Doc 14. La maggioranza, con nostro voto contrario, ha approvato il documento di economia e finanza regionale relativo all’anno 2017. Documento che va nel solco delle politiche messe in atto fino ad oggi e che evidenzia molte criticità ed aspetti negativi che abbiamo evidenziato più volte nel corso di questi anni.

    Par 151. E’ stato approvato all’unanimità il parere che dà seguito a quanto previsto dalla l.r. 21 ottobre 2013 e disciplina la modalità di erogazione dei corsi di aggiornamento obbligatori finalizzati al conseguimento dell’attestato di competenza per i gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito. Il corso, della durata di almeno due ore, è volto a sensibilizzare i gestori , fornire strumenti utili alla comunicazione con la clientela e a fornire le conoscenze sulle indicazioni operative utili a ridurre il rischio di problematizzazione del gioco.

     

    V Commissione

    La Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza, contrario il voto PD, sul  DOC n. 0014 documento di finanza regionale DEFR 2017. A seguire, in merito alla REL n. 0109, avanzamento del Programma Regionale di Sviluppo 2013 – 2018,  la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza, voto contrario PD alla I Commissione. Infine, sul “pacchetto bilancio”, e cioè il PDL n. 0374, il PDL n. 0375 e il PDL n. 0376, la Commissione ha ascoltato l’illustrazione da parte dei tecnici di Giunta e nella prossima seduta esprimerà il voto.

     

    VI Commissione

    E’ stato approvato il DOC 14 – DEFR e la REL 109 Avanzamento del programma regionale di sviluppo 2016. Sono invece stati rimandati alla prossima riunione della Commissione i PDL di Bilancio. E’ stato poi approvato il PDL 361 “Nuove norme per la mitigazione degli effetti delle crisi idriche sul settore agricolo”, meglio nota come Legge di utilizzo delle cave come riserve d’acqua e vasche di laminazione; i consiglieri del PD hanno argomentato in modo scientifico, preciso e rigoroso il proprio voto contrario. E’ stata poi respinta dalla maggioranza la risoluzione riguardante il calcolo del fattore di pressione per le discariche nel bresciano nonostante il voto favorevole alla risoluzione dei consiglieri del PD. Infine è stato respinto il PDL presentato dal M5S riguardante modifiche all’organizzazione di ARPA.

     

    VII Commissione

    Si sono affrontati i principali nodi relativi a Collegato 2018, Legge di stabilità, Bilancio di previsione. La direzione CULTURA ha descritto in particolare le risorse destinate all’anno della cultura (500.000 euro) pur ammettendo che c’è indecisione se destinarle a grandi eventi o a rafforzare l’attività ordinaria, al centenario della Grande Guerra (250.000 euro), al sistema bibliotecario della città metropolitana (350.000 euro), al centro sperimentale di cinematografia (850.000 euro per il funzionamento più 120.000 euro in tre anni), al memoriale della shoa, all’archivio etnografico. La direzione FORMAZIONE ha descritto in particolare le risorse destinate al diritto allo studio (64 milioni), all’inclusione scolastica, alla dote scuola, al buono libro (11 milioni, di cui storicamente 8 statali ma non ancora stanziati), alla dote merito, al contrasto al fenomeno del bullismo (250.000 euro in due anni) e della dispersione scolastica (1,2 milioni di euro nel triennio). La direzione SPORT, sottolineando la difficoltà nell’aver dovuto far fronte a un taglio significativo di fondi, ha descritto in particolare le risorse destinate alla dote sport, alle manifestazioni sportive, all’impiantistica sportiva, alle professioni della montagna, alla rete dei cammini, all’educazione motoria, alle politiche giovanili (i fondi non permettono al momento di rinnovare la leva civica per l’anno successivo). La direzione COMUNICAZIONE ha descritto in particolare l’aggiornamento dei sistemi informativi elettorali sulla base dei nuovi standard del Viminale e la sperimentazione per il bando a sportello dedicato alle tv locali (150.000 mila euro), al quale hanno partecipato 10 emittenti. Cifre e criticità saranno oggetto di verifica e approfondimento più puntuale in vista del voto di settimana prossima.

     

    VIII Commissione

    Nel corso della seduta, sono stati trattati il PDL n. 136 (Disposizioni in materia di agricoltura sociale) e il succitato PDL n. 361. Quanto al DOC n. 14, la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza alla I Commissione. Da ultimo, relativamente ai tre progetti di legge costituenti il cd. “pacchetto bilancio”, e cioè il PDL n. 0374, il PDL n. 0375 e il PDL n. 0376, essi sono stati lumeggiati dal relatore e dai tecnici di Giunta.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    La seduta è stata sconvocata.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.