• Report settimana 2 – 6 Maggio 2016

    I Commissione

    Sì è convocata la seduta in via straordinaria per la votazione della norma finanziaria del PDL  n. 293 “Legge di semplificazione 2016”. Tale urgenza è determinata dal fatto di iscrivere all’odg del prossimo consiglio il progetto di legge. Con l’ausilio dei dirigenti di giunta sono state illustrate e chiarite le motivazioni delle misure economiche messe in campo dalla Giunta su questo pdl. Il nostro gruppo ha comunque espresso un giudizio negativo su questo pdl , che si è manifestato con il voto contrario alla norma finanziaria.

     

    II Commissione

    Mercoledì 4 maggio si è svolta la II commissione. Per quanto riguarda il Pdl n. 280 (afferente l’attività di relazioni istituzionali per la rappresentanza di interessi) abbinato al Pdl n. 289 (inerente alla trasparenza dell’attività di rappresentanza di interessi nei processi decisionali pubblici), è stato costituito un apposito Gruppo di lavoro. E’ stato invece approvato a maggioranza il Pdl n. 293 sulla “Semplificazione”. Il gruppo del Partito Democratico si è astenuto perché con gli emendamenti votati approvati dalla maggioranza si sono introdotti nel testo alcuni articoli che poco o nulla hanno a che fare con il percorso regolamentare della legge di semplificazione.

     

    III Commissione

    Gruppo di lavoro 228bis: con l’esame del capo dedicato all’autismo prosegue l’analisi del titolo sulla salute mentale. Invitati il dott. Milani, dirigente della struttura “Assistenza psichiatrica e giudiziaria” e la dott.ssa Monserrato del Legislativo. Entrambi hanno evidenziato come mantenere il capitolo su questa singola patologia nell’ambito di una legge quadro (l.r. 23/2015)  rappresenterebbe una scelta selettiva a favore dei portatori di una singola disabilità, privilegiandola rispetto alle altre. Posizione condivisa dai nostri consiglieri e già espressa in più di un’occasione. Sarebbe opportuno stralciare dal Pdl228bis il capo in oggetto e approvare in tempi brevi una specifica legge sui disturbi associati allo spettro autistico. A tal proposito è già presente una proposta del gruppo PD depositata a dicembre 2013. Tuttavia, data l’assenza dei relatori del provvedimento (i consiglieri Capelli e Santisi) non è stato possibile prendere una decisione su come procedere.

     

    IV Commissione

    Audizione Terme di Salice (PV). Abbiamo audito in commissione le Organizzazioni sindacali, la Provincia di Pavia ed i Sindaci dei comuni di Godiasco e di Rivanazzano in merito alla situazione occupazionale dei lavortaori delle Terme di Salice. L’economia del territorio pavese afferente al distretto termale Salice-Rivanazzano è incentrata prevalentemente sul termalismo e sul turismo, per questo, la situazione dell’azienda che gestisce gli stabilimenti, di proprietà della “Oltrepo Terme Resort srl” di Milano, che risulta essere inattiva e che ha chiuso il bilancio 2014 con una perdita di 1,7 milioni di euro, preoccupa le rappresentanze dei lavoratori e gli amministratori locali. Anche i bilanci degli ultimi 10 anni hanno chiuso quasi sempre con forti perdite, come risulta dai dati ARIFL e i 40 lavoratori assunti lamentano un ritardo continuo nelle retribuzioni, tuttavia non sono state aperte procedure per la richiesta di ammortizzatori sociali. Come Commissione ci siamo assunti l’impegno di convocare la propietà per capire meglio il piano di rilancio e di sviluppo che intendono mettere in pratica, oltre a prevedere un Tavolo con tutti i portatori di interesse in materia termale per cercare azioni comuni attraverso sinergie e la condivisione di best practice.

     

     

     

    V Commissione

    La seduta ha visto la trattazione della PDA 36 Programma Regionale Mobilità e Trasporti con l’esame da parte della Direzione Generale Infrastrutture e Territorio degli emendamenti presentati, tra cui quelli del Partito Democratico. Si sarebbe dovuto votare il provvedimento ma la maggioranza ha deciso di posticipare l’approdo in aula a dopo il turno delle Amministrative di giugno e quindi ci si è limitati a un passaggio interlocutorio con i consiglieri Scandella e Straniero che sono intervenuti a sostegno di alcuni emendamenti depositati. Si sono poi svolte le audizioni sul PDL 273 Disciplina regionale dei servizi abitativi che dovrebbe approdare in aula a fine giugno.

     

    VI Commissione

    Questa settimana si sono tenute: -l’Audizione in merito alla variante sostanziale di discarica di rifiuti non pericolosi e residuali nei comuni di Gorla Maggiore (VA) e Mozzate (CO) con i sindaci di Marnate (VA) e Gorla Minore (VA). Questi hanno manifestato la loro preoccupazione per la salute pubblica con la decisione di riprofilatura della discarica che pone problemi sullo smaltimento delle acque reflue. -l’Incontro con l’Assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, in merito alle problematiche riguardanti l’attività di volontariato di protezione civile. L’incontro era stato chiesto a seguito dell’Audizione della settimana precedente con l?associazione Il Nibbio ONLUS. L’assessore ha portato i dati relativi alle spese sostenute dalla Regione – sia in partita corrente che in conto capitale – per il sostegno dell’attività di Protezione Civile Sui Territori. -la Seduta per discutere del parere espresso dalla DG Ambiente sulle Osservazioni presentate alla Pda 37 – Nuovo Piano cave provinciale di Cremona. Dopo la relazione tenuta dall’Ing. Elefanti, che ha richiamato alla diversa casistica delle Osservazioni, si è discusso sulle modalità di prosecuzione dei lavori ed alle implicazioni delle decisioni di accoglimento o meno delle Osservazioni stesse. Soprattutto si è approfondito il caso della Danesi che richiederebbe, in caso di accoglimento, un parere motivato da parte dell’Autorità competente per la VAS (3 mesi di procedura) e quello delle ditte Arvedi – Soro e Somfer che richiede invece la riapertura del percorso di VAS (6/8 mesi di procedura). Si decide di arrivare alla successiva riunione di Commissione con la presentazione della Relazione e il parere del relatore in merito alle osservazioni in modo da procedere poi con il voto. Al termine della seduta Villani sottolinea la contrarietà del PD a quanto successo in merito al non passaggio in Commissione dell’articolo 4bis della Legge di semplificazione 2016 relativo alle tariffe di cava; una modalità di trattazione che è fuori dalle formule regolamentari di lavoro istituzionale. Verrà presentata protesta formale.

     

    VII Commissione

    E’ stata votata la relazione della Giunta riguardante il mercato del lavoro, l’istruzione e la formazione, correlata da alcune osservazioni fornite dal Comitato Paritetico. Il Pd si è astenuto sul documento poiché, come già espresso nella precedente seduta, la relazione presenta alcune criticità: non completezza anagrafica dei database a disposizione – in particolare per quanto riguarda l’accesso al lavoro delle persone disabili e svantaggiate –, la mancanza di omogeneità tra i database provinciali, non sufficiente considerazione degli ITS da parte dei cittadini e delle università nonostante offrano formazione qualificata e buone occasioni occupazionali, scarso utilizzo dell’apprendistato rispetto allo strumento del tirocinio, orientamento da rafforzare, valutazione indipendente ancora in fase di implementazione. Si è poi proseguito con la presentazione del progetto di legge di riordino in materia di cultura, illustrato dall’Assessore Cappellini. Sono state elencate alcune novità che caratterizzano la nuova legge sulla cultura. Fra queste: itinerari culturali; la salvaguardia della lingua lombarda; l’attività di promozione educativa e culturale con l’apporto del volontariato in ambito culturale e il nuovo fondo per la cultura.  Sul tema è intervenuto Fabio Pizzul che ha sottolineato come il progetto di legge presenti molte lacune e richieda una discussione approfondita con molte audizioni. E’ stato, quindi, richiesto di aspettare di avere un riferimento certo nazionale e ciò potrà avvenire solo dopo l’esito del referendum e di audire il Ministero dei Beni e delle attività culturali per un confronto. Il percorso della legge dovrebbe concludersi, infatti, dopo l’estate secondo le intenzioni della Giunta, perciò a poche settimane dalla consultazione di ottobre che potrebbe vanificare completamente questo lavoro.

     

    VIII Commissione

    La Commissione ha approvato a maggioranza la PDA n. 35 (di modifica della delimitazione e del regime di tutela della Riserva naturale “Valli del Mincio”). Sono poi state effettuate le valutazioni in merito ai primi esiti dell’applicazione della l.r. n. 30/2014 – Istituzione della Banca della terra lombarda – e del relativo Regolamento di attuazione, nonché in ordine alla relazione finale della missione valutativa del CPCV, avente ad oggetto “Esiti degli incentivi per l’insediamento di giovani agricoltori”.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Visite alle Case circondariali di Varese e di Busto Arsizio.

     

    Antimafia

    Sconvocata.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.