• Report settimana 20 – 24 Febbraio 2017

    I Commissione

    Audizione in teleconferenza con il responsabile della Delegazione regionale di Bruxelles, dott. Raffaele Raja, in merito al Programma di Lavoro 2017 della Commissione Europea. Più che sull’illustrazione dei contenuti del programma, l’intervento si è soffermato sugli sviluppi della politica di coesione europea (da cui dipendono i fondi strutturali: FEASR, FSE e FESR) che, in vista dell’imminente avvio dei procedimenti di programmazione per il periodo 2021-27, potrebbero condurre a una riduzione del ruolo delle regioni con un accentramento, al livello degli Stati membri, della gestione di programmi e fondi. In tal senso è stata sottolineata l’opportunità di una reazione coordinata delle regioni europee (Regione ha iniziato a operare attraverso i “Quattro Motori per l’Europa”). Alla base del possibile maggiore accentramento starebbe la necessità di ovviare al diverso grado di efficienza mostrato dalle regioni nel garantire l’impiego dei fondi e l’avanzamento della spesa dei Programmi Operativi. In tal senso i commissari hanno espresso una contrarietà all’ipotesi di riduzione delle competenze regionali, unitamente al bisogno di una verifica dell’efficacia dei programmi regionali di gestione delle risorse.

     

    II Commissione

    seduta congiunta con commissione speciale Riordino della autonomie. Le commissioni, alla luce della comunicazione della Città Metropolitana in merito alla richiesta di adesione formulata dal Comune di Vigevano e del complicato quadro istituzionale ed economico venutosi a creare dopo l’esito del referendum costituzionale, hanno deciso di sospendere l’iter di predisposizione della risoluzione concernente i criteri per l’adesione alla Città Metropolitana di Milano da parte dei Comuni di altre Province.

    seduta congiunta con IV commissione. Viene presentato il Policy Paper “La Leadership femminile nelle aziende lombarde” realizzato da un gruppo di ricerca di Eupolis a cui ha contribuito l’Università Bocconi di Milano. Erano presenti i presidenti di Commissione che hanno portato i saluti delle rispettive commissioni, Sara Valmaggi cui è spettato il compito di introdurre il tema della mattinata, i relatori di Eupolis e Paola Profeta per l’Università. Proprio dalla Prof.ssa Profeta Sono stati presentati i dati della ricerca, che hanno mostrato la bontà di una legge – la Golfo Mosca e la norma regionale del 2016 – che hanno contribuito a sviluppare una più forte partecipazione delle donne alle decisioni d’impresa, questo anche se non si possono avere ancora dati consolidati sulla presenza e sulle ricadute sul sistema delle decisioni. Interessante la profilatura sviluppata dall’Università nel corso della ricerca che ha permesso di avere le caratteristiche di alcune migliaia di membri del board delle imprese quotate e dei collegi sindacali interessati dalla ricerca. Così come interessante è risultata la valutazione fatta da alcune donne elette nei CDA sull’apporto dato dalla presenza femminile. Su questo lato si è soffermata soprattutto Sara Valmaggi che ha rilevato come secondo quanto dichiarato dalle intervistate si valuti positivamente la legge, si percepisca un incremento delle competenze che costringe anche la componente maschile a crescere per aumentare il sistema complessivo delle competenze, che sembra aumentata la dialettica interna, che serve un diverso atteggiamento verso la componente femminile a tutti i livelli di impresa e che via sia maggiore attenzione alle politiche di conciliazione aziendale. Si è in sostanza convenuto che l’apporto della componente femminile sta contribuendo ad aumentare il capitale sociale d’impresa e questo è senza dubbio un fatto positivo. Per il futuro si è infine sottolineata la necessità di proseguire con il monitoraggio anche considerando criteri di validazione non solamente di ordine economico.

     

    III Commissione

    È proseguita la presentazione dei Piani di organizzazione aziendale strategici (Poas) delle Agenzie di Tutela della Salute, sui quali la commissione è chiamata ad esprimere il proprio parere. Nella seduta odierna sono illustrati, dalle rispettive Direzioni Generali, i Piani delle ATS di Brescia, Insubria e Pavia. Posticipata alla prossima settimana, per raggiunti limiti di tempo, l’illustrazione del Poas della Città metropolitana. Ai seguenti link i materiali distribuiti:

    ATS BRESCIA

    ATS INSUBRIA

    ATS PAVIA

     

    IV Commissione

    Seduta congiunta con II Commissione per l’illustrazione del Policy Paper “La leadership femminile nelle aziende lombarde”.

    Nella seduta ordinaria sono stati illustrati il DOC 13 e le REL 90 e 92 (entrambe afferenti ai rapporti intercorrenti tra la Regione Lombardia e l’Unione Europea).

     

    V Commissione

    E’ continuato il percorso di approvazione della PDA 52 “Integrazione del PTR ai sensi della LR 31/2014” con la seconda riunione del gruppo di approfondimento a cui partecipa per il Partito Democratico il consigliere Scandella. Le distanze tra la maggioranza e le posizioni rappresentate dal Partito Democratico appaiono nette e difficilmente riconducibili ad un punto d’accordo. E’ probabile che il gruppo consiliare regionale del PD organizzi entro marzo un seminario di approfondimento con gli amministratori locali sul tema. Il relatore Piazza (NCD) ha illustrato il DOC 13 “Programma di lavoro della Commissione Europea 2017 anno 2017” che verrà votato nel corso della prossima seduta.

     

    VI Commissione

    Si è iniziato con l’audizione in merito al Piano Cave di Pavia, presenti il Comune di Torrazza Coste e la società Monier. In seduta di Commissione è stato approvato il PDL 336 riguardante la scadenza per l’installazione di termovalvole; successivamente è stato approvato il PDL 317 “Nuove norme a sostegno del personale volontario dei Vigili del Fuoco” che ha visto il voto favorevole dei consiglieri PD ad esclusione della norma finanziaria, su cui si sono astenuti ritenendo insufficienti i fondi destinati. E’ stato poi presentato, a cura dei funzionari dell’Assessorato Ambiente, il Doc 13 “Programma di lavoro della Commissione Europea anno 2017” per le parti di competenza ambientale; la Lega ha dichiarato che non parteciperà ai lavori e alle votazioni su questo provvedimento.

     

    VII Commissione

    All’odg di commissione il “Programma di lavoro della Commissione per il 2017”. E’ stato brevemente illustrato il provvedimento di cui riporto la parte inerente al “ Un nuovo impulso all’occupazione, alla crescita e agli investimenti”. In esso sono contenute le proposte per la modernizzazione dell’istruzione in modo da migliorare la qualità dei tirocini e sviluppare la mobilità dei tirocinanti, seguendo i risultati dei giovani sul mercato del lavoro dopo che hanno terminato la formazione accademica o professionale. Verrà lanciato il corpo europeo di solidarietà, che darà ai giovani sotto i trent’anni l’opportunità di contribuire attivamente alla società in uno spirito di solidarietà e di acquisire nuove competenze, incluse quelle linguistiche, ed esperienze. La Lega non parteciperà al voto, richiesto nella prossima seduta. Il Pd presenterà osservazioni e contributi. Si è proseguito con il “PIANO DI COMUNICAZIONE E PROMOZIONE 2017”, presentato dalla dirigente Carrarini. Sono state sollevate numerose osservazioni al documento: rush finale è della Giunta non della comunicazione istituzionale che dovrebbe mantenere un suo continuum e non essere elettoralistica; mancanza di cifre per ogni attività svolta dal settore comunicazione;  richieste di spiegazioni per i disservizi del nuovo sito regionale; delucidazioni su costi e temi delle 35 puntate in diretta, con set televisivo dalla sede regionale della trasmissione televisiva “Orario Continuato”; i costi per realizzare la pubblicazione della Direzione Agricoltura Lombardia Verde. Sono emersi nei documenti grafici erronei che non permettono di avere un documento chiaro. Il Presidente Ferrazzi ha richiesto alla dirigente di struttura di fornire cifre e dati per la prossima seduta di commissione, polemizzando sull’utilità di votare un documento come quello presentato. Il Pd ha già inoltrato la richiesta di dati e cifre per la prossima seduta, senza i quali non è possibile valutare le politiche di comunicazione regionali.

     

    VIII Commissione

    Si è riunito il Gruppo di lavoro in ordine ai PP.D.L. abbinati nn. 318 e 315 (in tema di gestione faunistico-venatoria del cinghiale), i lavori hanno portato a tenere come testo base quello presentato dalla Giunta regionale, che prevede l’individuazione di zone vocate alla presenza del cinghiale e quelle non vocate dove sarà vietata l’attività venatoria. I lavori della commissione proseguiranno fra due settimane con la predisposizione di un nuovo testo che recepisce tutte le osservazioni emerse. Si è svolta poi l’audizione in tema di salvaguardia di alcune specie ittiche lacustri nel territorio della Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano con particolare riferimento al progetto di tutela del Carpione del Garda. Infine si è tenuta la seduta di Commissione durante la quale è iniziata la trattazione del DOC n. 13 e delle REL nn. 90 e 92 relativamente alla sessione europea.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Audizione con la dottoressa Valenzi del Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria (DAP) in merito alla revisione della l.r.8/2005 “Disposizioni per la tutela delle persone ristrette negli istituti penitenziari della Regione Lombardia”. Le osservazioni portate dal Dap all’attenzione della commissione, condivise con le diverse Direzioni degli Istituti Penitenziari lombardi, riguardano: -la promozione e il sostegno alla figura dell’agente di rete, per una miglior sinergia tra enti locali e istituti penitenziari e per le attività di tutoring nei percorsi individuali di inclusione sociale; -una maggior valorizzazione del volontariato penitenziario, promuovendone la connessione e l’integrazione con il sistema dei servizi; -la messa a regime e la corretta applicazione della rete regionale dei servizi sanitari individuata con la dgr 4146/2016; -l’impegno a riservare presso le comunità terapeutico riabilitative alcuni posti per soggetti affetti da dipendenze patologiche in misura alternativa alla detenzione (come da protocollo siglato nel Luglio 2014 con il Ministero di Giustizia); -la sperimentazione di sistemi di telemedicina, previsti dalla legga ma mai avviati; -la realizzazione di processi di accompagnamento alle dimissioni, garantendo continuità terapeutica e presa in carico; l’impegno ad assicurare la disponibilità di Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza in misura adeguata al numero dei cittadini lombardi che vi sono sottoposti (ad oggi i posti nelle REMS risultano inferiori alle richieste), così come a garantire la funzionalità dell’Articolazione per la salute mentale attivata presso la Casa Circondariale di Pavia, nonché quella del Reparto per l’Osservazione Psichiatrica (ROP) realizzato presso la CC di Monza; -il sostegno ai percorsi di inclusione individuali mediante interventi di housing, tutoring e soluzioni abitative temporanee. Nella successiva seduta è stato illustrato dalla relatrice il Doc. 13 “Programma di lavoro della Commissione europea anno 2017”. Il consigliere Pizzul, in merito alle priorità da conseguire individuate nel documento, ha chiesto che si inserisse per quanto attiene alla giustizia e ai diritti fondamentali (priorità n. 7) una raccomandazione riferita alla necessità di favorire l’esecuzione della pena per i cittadini comunitari nei rispetti paesi d’origine, applicando così la convenzione di Strasburgo del 21 marzo 1983. L’osservazione è stata accolta e la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza.

     

    Riordino autonomie

    seduta congiunta con la II Commissione

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.