• Report settimana 20 – 24 Giugno 2016

    I Commissione

    Nella seduta è stata discussa e votata la norma finanziaria del PDL n. 273 “Disciplina regionale dei servizi abitativi” di iniziativa della Giunta, abbinato ad altri pdl di iniziativa consiliare. Il nostro gruppo rimarcando quanto le risorse investite siano insufficienti e mal indirizzate si esprime con un voto contrario.

     

    II Commissione

    Seduta. Nel corso della seduta, sono state approvate all’unanimità le proposte di indizione di referendum consultivo, relative ai PPDL n. 298 e 0299 (afferenti la fusione di alcuni Comuni rispettivamente in Provincia di Bergamo e di Como).

    Gruppo di Lavoro sui pdl 280 e 289. Ultima riunione del Gruppo di Lavoro sui rappresentanti dei portatori di interesse in vista del passaggio in Commissione e quindi in Aula il 12 luglio. Si sono analizzati e discussi gli emendamenti presentati al testo unificato dei due progetti di legge 280 e 289. Sono stati generalmente rigettati quasi tutti gli emendamenti, tranne quelli presentati dal PD che invece sono stati in linea di massima accolti con alcune precisazioni in alcuni casi. Il testo dovrà però essere ancora rimaneggiato per trovare una soluzione che permetta di definire al meglio le categorie di attori coinvolti, la tipologia delle condanne che escludono la possibilità di iscrizione all’elenco dei rappresentanti dei portatori di interesse e la possibilità delle elargizioni liberali. Il compito della revisione viene attribuito all’Ufficio legislativo del Consiglio che fornirà un testo emendato finale per la Commissione del 29 giugno. Il testo verrà comunque fatto avere ai commissari per lunedì 27.

     

    III Commissione

    Lunedì. In programma due audizioni, la prima con le RSU dell’Asst Melegnano-Martesana, la seconda con il Direttore Generale dell’Asst Rhodense. Nel corso del primo incontro i delegati delle rappresentanze sindacali hanno portato all’attenzione dei commissari la mancanza di personale sanitario, soprattutto infermieristico (comparto sottodimensionato di 60 unità) e la conseguente difficoltà ad assicurare i servizi alla cittadinanza. L’azienda sociosanitaria, con i suoi sei plessi ospedalieri e dieci distretti territoriali, offre prestazioni e servizi a circa un milione di cittadini, notizie non ufficiali riferiscono chiusure e ridimensionamenti dei distretti (San Giuliano e Paullo). A corollario dell’intervento delle rsu, la vicepresidente Valmaggi ha ribadito l’opportunità che sia fatta chiarezza sull’identità dei singoli presidi e sull’indebolimento dei servizi territoriali; soprattutto in previsione della stesura del POAS è fondamentale conoscere le intenzioni dei vertici aziendali. Nella successiva audizione, la dott.ssa Ramponi dell’Asst Rhodense ha risposto alla richiesta di informazioni in merito alla gestione dell’azienda sociosanitaria e dei suoi relativi presidi, confermando un’attenzione per tutte le strutture, da sviluppare in modo sinergico e non competitivo. Il consigliere Borghetti, nell’apprezzare le rassicurazioni fornite, ha sottolineato l’urgenza che ci si attivi per avviare nel Pot di Bollate le funzioni identificate, con un’offerta che sia al servizio del territorio su scala metropolitana.

    Mercoledìseduta. Approvato all’unanimità il progetto di legge Disposizioni per la promozione della lingua dei segni italiana e della LIS tattile per la rimozione delle barriere della comunicazione (pdl n. 218). Il provvedimento dovrà ora passare al vaglio dell’Aula, in questa sede, come anticipato nella seduta di commissione odierna, il gruppo del PD si farà promotore di un ordine del giorno per invitare Regione Lombardia a sostenere interventi e approcci di tipo tecnologico in grado di aiutare le persone con sordità a potenziare al massimo le loro capacità uditive e, al tempo stesso, a promuovere misure che possano facilitare la comunicazione in settori quali il trasporto pubblico, la scuola, le strutture sanitarie, gli uffici pubblici, ecc.; ambiti non oggetto dell’attuale proposta di legge, tuttavia, come dichiarato dal consigliere Borghetti “il sostegno alla LIS e l’adeguamento tecnologico sono le due gambe di un’unica azione da intraprendere per facilitare la vita quotidiana dei non udenti”. A seguire è stata approvata la proposta di stralcio dei titoli VI (sistema bibliotecario biomedico lombardo), VIII (servizi funebri e cimiteriali) e IX (norma finanziaria) del pdl 228ter, terza parte della riforma del sistema sociosanitario lombardo, che confluiranno nel pdl 228quater. I futuri lavori della commissione saranno pertanto dedicati alla revisione dei titoli della l.r. 33/2009 in materia di prelievi e trapianti (titolo II), prevenzione e promozione della salute (titolo IV), assistenza farmaceutica (titolo V). Il gruppo del PD ha votato contro la proposta di stralcio, ribadendo così la propria contrarietà ad una riforma che procede per step, senza un’idea generale; spacchettata in almeno quattro parti. Inoltre si è sottolineato come ci si avvia alla revisione di altri ambiti del sistema sociosanitario senza avere ancora un referente politico. In apertura di seduta la commissione ha espresso parere favorevole all’unanimità in merito al contenuto della delibera X/5258 “Disciplina dei tirocini di orientamento, formazione e inserimento finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone e alla riabilitazione” in attuazione delle linee guida nazionali (Par n. 96).

     

    IV Commissione

    PDA 24. E’ stata approvata all’unanimità, non hanno partecipato al voto il Movimento Cinque Stelle, la modifica alla deliberazione consiliare del programma di qualificazione ed ammodernamento della rete di distribuzione carburanti. Nello specifico, in seguito all’espressione a favore di Regione Lombardia della Corte Costituzionale, è stato confermato l’obbligo per i nuovi impianti e per quelli già esistenti soggetti ad ammodernamento a dotarsi, fino al raggiungimento del numero minimo stabilito dalla Regione, di almeno un prodotto a basso impatto ambientale, con precedenza per il metano. Come PD abbiamo ottenuto di inserire nella proposta di atto amministrativo l’obbligo per la Giunta di una rendicontazione annuale degli obiettivi conseguiti relativi all’introduzione di nuovi impianti di carburanti alternativi alla benzina e al diesel.

     

    V Commissione

    Ha avuto luogo l’audizione con LISPA in merito all’impostazione e al funzionamento della piattaforma informativa regionale per l’accesso ai servizi abitativi. Nel corso della successiva seduta, la Commissione ha approvato a maggioranza la PDA n. 0036 (PRMT ai sensi del l.r. n. 6/2012)

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    All’ordine del giorno il progetto di legge di riordino in materia di cultura. Il Presidente Ferrazzi ha proposto un testo integrato con emendamenti che recepissero alcune richieste presentate dagli auditi in commissione. Il Pd ha presentato una cinquantina di emendamenti, a cui ne seguiranno altri. Nella prossima seduta di commissione si procederà con l’illustrazione degli stessi.

     

    VIII Commissione

    In commissione è stato licenziato il parere n. 95 “Determinazioni in merito allo statuto di Ersaf (art. 65, comma 1, l.r. n. 31/08) Il provvedimento si è reso necessario per adeguare lo statuto dell’Ersaf alla nuove competenze che gli sono state affidate in merito alla gestione del Parco Nazionale dello Stelvio (territorio lombardo). Il gruppo del PD si è astenuto. Successivamente è stato licenziato il Progetto di legge 308 che prevede “l’ampliamento dei confini del Parco regionale della Valle del Lambro. Modifica dei confini del Parco regionale e naturale ‘Campo dei fiori’ e riduzione dei confini del Parco regionale Oglio Nord”. Il provvedimento rimodula i confini dei tre parchi citati così come da richiesta unanime di tutte le amministrazioni comunali dei territori coinvolti. Il provvedimento è stato votato all’unanimità.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    La commissione si è aperta con la presentazione del progetto “Storie di cibo dietro le sbarre”. A seguire sono state approvate all’unanimità le due proposte di risoluzione presentate nelle precedenti sedute. La prima sostiene misure per favorire il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti; la seconda proposta interessa la casa circondariale di Varese e ne promuove la riqualificazione.

     

    Antimafia

    È intervenuto in apertura il sottosegretario Gustavo Cioppa che ha espresso alcune considerazioni in merito alle azioni messe in campo dal Consiglio e dalla Commissione in materia di lotta alla mafia e ha manifestato la sua disponibilità ad accompagnare il percorso di legalità per conto della Giunta. Si è quindi svolto l’incontro con il Presidente ed i componenti della Commissione in materia di politiche per la promozione della legalità, del contrasto alla corruzione e alle mafie del comune di Bollate che ha parlato della propria genesi e degli obiettivi che la Commissione intende darsi. Anche a scala territoriale visto che è in fieri una rete che comprende anche i Comuni di Paderno Dugnano e Novate Milanese. Si è trattato quindi soprattutto di un confronto intorno ai 4 punti evidenziati dal presidente della commissione: conoscenza del fenomeno mafioso e informazione; sensibilizzazione della popolazione, piani di prevenzione della corruzione e protocolli di intesa a livello territoriale il tutto nella prospettiva di fare massa critica per migliorare i risultati. Si sono infine richiamati i prossimi appuntamenti: il 20 luglio insieme con la Commissione Sanità ci sarà l’incontro con Giovanna Ceribelli e in data da destinarsi l’incontro su Trenord insieme alla V Commissione. Si terrà poi a breve l’incontro con il Comitato Tecnico Scientifico previsto dalla 17/2015 e recentemente insediatosi.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.