• Report settimana 23 – 27 Gennaio 2017

    I Commissione

    In merito al PDL n. 231 sul Fattore Famiglia si sono svolte le audizioni con la DG Welfare e con la DG Reddito di autonomia e inclusione sociale per acquisire gli esiti della sperimentazione del Fattore Famiglia Lombardo introdotti con LR 2/2012. Circa gli esiti di quella sperimentazione i dirigenti di giunta hanno riportato che molti dei criteri utilizzati dal Fattore famiglia sono stati ricompresi nel nuovo Isee;  inoltre, essendo stata questa sperimentazione del tutto volontaria (sia per i soggetti erogatori, i Comuni, che per i beneficiari, i contribuenti) non ha prodotto una base di adesioni tale da potersi classificare significativa ai fini statistici. La commissione continuerà ad acquisire pareri con audizione di altre DG della Giunta e di altri soggetti istituzionali e sociali interessati alla tematica.

     

    II Commissione

    Seduta congiunta della II Commissione con la Commissione speciale “Riordino delle Autonomie”, in merito alla PDA n. 31 (afferente l’esito istruttorio sulla richiesta di mutamento della circoscrizione provinciale del Comune di Vigevano dalla Provincia di Pavia alla Città metropolitana di Milano). Su proposta del presidente Malvezzi si è stabilito di costruire uno schema di criteri per permettere al consiglio regionale di esprimersi in maniera uniforme in merito alle richieste di adesione/uscita dalla città metropolitana. Si è dato mandato agli uffici di preparare una bozza di testo. Il termine ultimo per i gruppi per presentare proprie proposte è venerdì 3 febbraio. Si è inoltre deciso di sollecitare Città Metropolitana ad esprimere il proprio parere come previsto dalla legge. Infine, la Commissione ha approvato all’unanimità la PDA n. 46 (relativa alla richiesta del Comune di Torre De’ Busi di mutamento della circoscrizione provinciale da LC a BG). Il gruppo del Partito Democratico ha chiesto di costruire per il futuro uno schema di criteri anche per le richieste di mutazioni delle circoscrizioni provinciali.

     

    III Commissione

    La commissione ha approvato il progetto di legge che prevede l’erogazione di contributi alle strutture per anziani e disabili che decidono di installare sistemi di videosorveglianza (n. 300). A tutela della privacy, le immagini raccolte saranno criptate e l’accesso alle registrazioni, in caso di notizia di reato, sarà possibile solo su autorizzazione dell’autorità giudiziaria competente. La norma finanziaria prevede l’appostamento in bilancio di 3mln di euro per i prossimi tre anni. L’installazione delle telecamere non sarà in ogni caso obbligatoria e non costituirà criterio premiante per l’accreditamento, come da nostra richiesta. Il PD, come dichiarato dal consigliere Borghetti, sebbene si riconosce che sarebbe stato sufficiente incaricare la Giunta di provvedere in merito e che la qualità dell’assistenza sia determinata da ben altri fattori, ha comunque espresso il proprio voto a favore della proposta, condividendone lo spirito. Il progetto di legge passerà ora al vaglio dell’Aula. A seguire il parere alla Delibera relativa alla rimodulazione del ticket sanitario aggiuntivo. Come gruppo abbiamo presentato due richieste: 1. l’esenzione dal pagamento del ticket sui farmaci e del superticket sulle prestazioni ambulatoriale per i cittadini con reddito familiare inferiore ai 30mila euro e l’introduzione di elementi di progressività per i redditi superiori a quella cifra, richiamando la Giunta a dare seguito a quanto approvato dall’Aula (odg 7001 del 5 agosto 2015) e alle disposizioni della l.r. 23/2015; 2. la verifica dell’efficacia della misura adottata allo scadere dei primi sei mesi dall’entrata in vigore del provvedimento con il passaggio in Commissione della DG Welfare. Nonostante sia stata accolta quest’ultima nostra osservazione, poiché null’altro è stato modificato nell’impianto della proposta di deliberazione, i commissari del PD hanno dato parere contrario al provvedimento, approvato con i soli voti della maggioranza. Terzo punto all’ordine del giorno il Piano regionale di prevenzione 2014/2018. Presentato dai tecnici di Giunta, il Piano, ai sensi della legge 23/2015 sarà trasmesso al Consiglio Regionale per la sua approvazione. Data la specificità tecnica del documento, la vicepresidente Valmaggi ha chiesto che siano audite le realtà più rappresentative. Accolta dal presidente Rolfi la richiesta. Quindi è stata illustrata dal relatore la proposta di risoluzione in merito ai Servizi Multidisciplinari Integrati, con cui si impegna la Giunta a riconsiderare il sistema di accreditamento e di contrattualizzazione degli SMI. A tal proposito i nostri consiglieri hanno chiesto che si precisassero alcuni punti: 1. sono previsti stanziamenti aggiuntivi oppure, per dare maggior sostegno agli SMI (privato), si sottraggono finanziamenti ai Sert (pubblico)? 2. I Sert non hanno risorse per far bene il loro lavoro o, diversamente, occorre rivedere il servizio? Nell’audizione delle scorse settimane, gli SMI hanno segnalato le loro esigenze, tuttavia, prima di approvare una risoluzione che nasce dall’ascolto di una sola parte del complesso sistema, è necessario conoscere a che punto sia la riorganizzazione dell’intero settore. Inoltre, a breve è prevista la delibera sulla presa in carico della cronicità, che include anche il tema delle dipendenze, con questa risoluzione si rischia di intervenire solo su una piccola porzione. Da parte dei tecnici della DG Welfare, presenti in commissione, la disponibilità a produrre una relazione sull’area delle dipendenze così da avere un quadro dettagliato del sistema. Da ultimo, in riferimento all’indagine conoscitiva Fondazione Molina, il relatore ha segnalato che la prossima settimana interverrà in audizione il commissario straordinario della Fondazione, a seguire si definirà il “modus procedendi”.

    Gruppo di lavoro: con la collaborazione dei funzionari della DG Welfare e dell’ufficio legislativo, è proseguito l’esame del Titolo IV “Norme relative ai prelievi, trapianti e all’assistenza al paziente emofilico e al paziente diabetico” (pdl 228ter). Il tavolo ha deciso di chiamare in audizione i maggiori portatori di interesse.

     

    IV Commissione

    La Commissione ha espresso parere favorevole all’unanimità, con osservazioni, in ordine al PAR n. 111 (afferente criteri generali per il sostegno ai contratti e agli accordi di solidarietà, in attuazione della l.r. n. 21/2013). Si è quindi tenuta l’audizione con vari soggetti in merito alla PDA n. 42 (Piano per lo sviluppo del turismo e dell’attrattività, ai sensi della l.r. n. 27/2015). Si è poi svolta l’audizione con vari soggetti in ordine alla situazione occupazionale di “Gepin Contact S.p.A.”. Da ultimo, ha avuto luogo l’audizione con vari soggetti in merito alla situazione occupazionale delle “Cartiere Paolo Pigna” e di “Rilecart” di Alzano Lombardo (BG).

     

     

    V Commissione

    Si è svolta un’audizione in merito alle tempistiche ed alle difficoltà inerenti alla ricostruzione del sovrappasso di Isella – Civate con: comuni interessati, ANAS, Province di Como e Lecco, le CCIA di Como e Lecco, Confindustria e Confartigianato Lecco e Sondrio. Il tema ha generato un dibattito molto dettagliato con l’impegno di tutte le istituzioni presenti, sollecitato anche dal consigliere Raffaele Straniero (PD), a trovare al più presto una soluzione alla grave forma di disagio che il territorio interessato subisce. A seguire si è affrontato il PDL 258 “Recupero dei piani seminterrati esistenti” con la comunicazione del presidente Sala (Lista Maroni) di rimandare il provvedimento, inizialmente calendarizzato in aula consiliare per la prossima seduta del 31 gennaio, a causa delle divisioni interne alla maggioranza e del giudizio negativo su alcuni articoli del provvedimento da parte delle DG interessate. E’ stato riaperto il termine per la presentazione degli emendamenti e la probabile approvazione in Commissione è prevista per metà febbraio.

     

    VI Commissione

    Si sono tenute due audizioni; la prima con la Società per la tutela ambientale del bacino del fiume Olona, sullo stato del fiume e la seconda con l’Unione Pompieri Volontari riguardo il PDL 317 che prevede norme per il sostegno e la valorizzazione del personale volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. In seduta è stata approvata la proposta di Risoluzione relativa al Ruolo della Regione nei confronti dei Piani di Emergenza Comunali. I consiglieri PD hanno votato a favore riservandosi di presentare emendamenti in sede di seduta del Consiglio Regionale.  E’ stata rinviata alla prossima seduta la discussione sul PDL 317. Il consigliere Villani ha inviato una nota alla Segreteria del Presidente Marsico, richiedendo l’attuazione della Mozione approvata dal Consiglio il 1 dicembre 2015 e l’odg, approvato dal Consiglio il 20 dicembre 2016, che chiede di attivare in sesta Commissione un gruppo di lavoro finalizzato a dotare la Regione Lombardia di una legge riguardante il Dibattito Pubblico e la partecipazione popolare alla elaborazione delle politiche regionali e locali. Ne discuterà l’Ufficio di Presidenza della Commissione la prossima settimana.

     

    VII Commissione

    Ultima seduta di audizioni sul progetto di legge “Rete escursionistica della Lombardia”. Sono intervenuti assessori del Comune di Casatenovo, di Missaglia e di Besana Brianza, oltre a presidenti di Associazione “Sentieri e Cascine”, di “Bike Action Team Galgiana e del “Gruppo Valle Nava”. Una delle richieste più sentite e avanzate riguarda l’ampliamento ad altri soggetti, quali le associazioni volontarie, per la manutenzione e per il recupero dei percorsi. Inoltre, è stata sollevata la necessità di normare i percorsi di proprietà privata ad uso pubblico all’interno del catasto, oltre a richiedere delle sanzioni maggiori di fronte a violazioni della norma. Nella seduta della prossima settimana è prevista la presentazione degli emendamenti (il Pd ne presenterà oltre una decina) con la votazione finale.

     

    VIII Commissione

    In relazione al PDL 325 “Rete escursionistica della Lombardia”, la Commissione, chiamata ad esprimersi con ruolo consultivo, ha discusso e votato le osservazioni al testo da trasmettere per competenza alla Commissione VII, riassunte dal Presidente Cavalli sulla base delle proposte pervenute dai gruppi. Il Consigliere Tomasi, ad integrazione di quanto riportato nel documento, ha sottolineato la necessità di prevedere maggiori risorse rispetto a quelle già stanziate a bilancio. Per quanto riguarda il PAR 114 “Nuove determinazioni in materia di promozione dell’agricoltura didattica ai sensi dell’art. 8 ter della L.R. 31/2008” è stato espresso parere favorevole all’unanimità. Il Consigliere Carra ha sottolineato con l’occasione la necessità di integrare la normativa di riferimento (L.R. 31/2008), per lo meno con i requisiti generali previsti per il riconoscimento delle fattorie didattiche. La Commissione ha infine affrontato il PAR 116 “Linee guida per la predisposizione della proposta di ambiti territoriali ecosistemici, ai sensi dell’art. 3, comma 3 della L.R. 28/2016”. Il Consigliere Alloni ha evidenziato la mancanza di una regia regionale nell’attuazione della nuova L.R. 28/2016, soprattutto a livello di macroarea, e sottolineato la difficoltà per gli enti gestori dei parchi di poter dare attuazione agli adempimenti previsti dalla norma e dalle linee guida per la presentazione della proposta di ambiti, nei tempi indicati, che si riducono ormai nel concreto a soli quasi tre mesi. Il parere favorevole è stato espresso dalla maggioranza, con astensione dei Consiglieri del Gruppo PD.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Durante la seduta sono state presentate dai commissari proposte di temi da affrontare con la delegazione del Gran Consiglio del Canton Ticino nell’incontro programmato per il mese di marzo. Oltre a un aggiornamento sulle misure che le autorità ticinesi intendono assumere per dare attuazione al referendum del 25 settembre scorso che ha sancito il principio di preferenza indigena nelle assunzioni (che potrebbe avere pesanti conseguenze in rapporto al frontalierato lombardo), sono stati indicati quali argomenti d’interesse gli effetti della nuova legge cantonale sulle imprese artigiane (in rapporto alla posizione degli operatori italiani sul mercato ticinese) e le prospettive di collaborazione in materia di sviluppo economico e turismo, trasporto (relazioni ferroviarie locali, iniziative di trasporto collettivo pubblico e tramite cabotaggio, navigazione sui laghi Maggiore e di Lugano), coordinamento territoriale, implementazione del programma INTERREG e della strategia macroregionale alpina, situazione dei valichi di frontiera. In occasione della prossima seduta di commissione sono previsti gli interventi degli assessori regionali Sorte (Infrastrutture e Trasporti) e Brianza (incaricata dei rapporti con il Ticino) per un aggiornamento circa i dossier gestiti dalla giunta.

     

    Riordino autonomie

    congiunta con II commissione.

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.