• Report settimana 28 settembre  – 2 ottobre 2015

    I Commissione

    Nella seduta è stata illustrata in maniera sintetica la risultanza della Rel n. 55 “Relazione della sezione delle Autonomie sugli andamenti della finanza territoriale – Analisi dei flussi di cassa  – Esercizio finanziario 2014”. Tale sintesi, a norma di regolamento, è stata  poi votata con parere unanime e verrà portata in una prossima seduta di consiglio.

    Si è poi proceduto alla illustrazione e alla discussione della bozza di proposta di risoluzione “Fase istruttoria dei progetti di legge aventi conseguenze finanziarie”. La discussione, supportata dalla presenza dei dirigenti della Giunta, ha portato ad alcuni aggiustamenti alla stesura di bozza.

    Il documento cosi definito ha poi avuto l’approvazione con voto unanime della commissione e sarà argomento all’ordine del giorno nel prossimo consiglio regionale.

     

    II Commissione congiunta con Speciale Riordino Autonomie

    La seduta, congiunta con la Riordino delle autonomie,  si apre con il PDL 267 (incorporazione del comune di Menarola, nel comune di Gordona, in provincia di Sondrio) e la relativa approvazione.Si prosegue con le audizioni del Presidente della Provincia di Pavia, il Sindaco del comune di Vigevano, il Presidente dell’Ance di Pavia ed il rappresentante della Camera di Commercio di Pavia in merito al PDL 31 relativo alla richiesta di mutamento di circoscrizione provinciale del comune di Vigevano dalla provincia di Pavia alla città metropolitana di Milano.Da parte delle associazioni di categoria è emerso il non coinvolgimento  da parte del comune sulla scelta operata nel richiedere il mutamento della circoscrizione. Il Presidente di Ance informa che hanno promosso uno studio, affidato a tre università, quale contributo propedeutico alla scelta e che verrà terminato alla fine di novembre 2015. Chiede formalmente che vengano acquisiti i pareri delle categorie produttive.

    Villani ribadisce l’importanza che vengano ascoltate le categorie economiche e propone delle audizioni invitando i comuni limitrofi della lomellina vigevanese. Alfieri propone al sindaco di Vigevano di attendere l’esito dello studio promosso dalle associazioni di categoria e di discuterlo sul territorio oltre ad approfondire un’alternativa all’ingresso nella città metropolitana attraverso le zone omogenee. Il Sindaco non recede dall’intenzione di proseguire anzi sollecita affinchè l’iter prosegua dichiarando che tale richiesta è una scelta politica dell’attuale amministrazione.

     

    III Commissione

    Hanno preso avvio le prime audizioni sul futuro delle Aziende Ospedaliere destinate, dalla nuova legge di riforma della sanità, a trasformarsi in Aziende Socio Sanitarie Territoriali (Asst, con il compito di gestire anche la continuità assistenziale sui territori). Al termine del giro di consultazioni il Consiglio regionale potrà valutare se è opportuno che per certe realtà si mantenga l’assetto di azienda ospedaliera separata dall’Asst. I primi ad essere auditi sono stati i vertici del Papa Giovanni XXIII e dell’Asl di Bergamo, che hanno illustrato nei dettagli dimensione economica, prestazioni e attrattività del polo ospedaliero, invocando al tempo stesso la revisione della normativa (DGR 2989/2014) a fronte del crescente ruolo degli ospedali non sede di Polo universitario nella rete formativa (ospedale d’insegnamento), un maggior coinvolgimento dei  medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta per la continuità assistenziale, oltre al dialogo con gli Enti Locali. In merito all’esplicita domanda dei nostri consiglieri circa l’opportunità che il Papa Giovanni XXIII rimanga o meno azienda autonoma, entrambi i direttori generali hanno dichiarato che tecnicamente non ci sono né vantaggi né svantaggi, quanto piuttosto obiettivi previsti dalla legge, molto dipenderà quindi da come verrà interpretata la norma. Che spetti alla politica pronunciarsi sugli assetti migliori da dare all’organizzazione sanitaria è stato ribadito anche dal direttore generale degli Spedali Civili di Brescia. Anche in questo caso è stato presentato un quadro complessivo della struttura: portata economica, unità di offerta, risorse umane, attività di ricovero e prestazioni, rapporti con l’università e ricerca. Si è evidenziata l’opportunità di migliorare l’integrazione tra ospedale e realtà locali ed è stata portata all’attenzione dei commissari la criticità che si verrà a creare, con i nuovi assetti previsti dalla riforma, per l’ospedale di Montichiari, dove, se la revisione della rete ospedaliera verrà confermata, si avrà un presidio ospedaliero che dipenderà dal Civili e un territorio appartenente ad un’altra Asst (Desenzano); una chiara contraddizione nel modello ospedale-territorio. Al termine delle audizioni i consiglieri Girelli e Barboni hanno ribadito come, in entrambi i casi, nella trasformazione in Asst sia in gioco la vera eccellenza delle due realtà.

    A questi link è possibile trovare i materiali presentati dalle Direzioni Generali:

    http://www.pdregionelombardia.it/documenti/40903DOC_201593017306SLIDE_AO_SPEDALI_CIVILI_BS.pdf

    http://www.pdregionelombardia.it/documenti/40905DOC_2015930114746SLIDE_ASL_BG.pdf

    http://www.pdregionelombardia.it/documenti/40904DOC_2015930172841SLIDE_AO_BG_PAPA_GIOVANNI.pdf

    A seguire è stata incardinata in commissione la Proposta del “Piano quadriennale regionale per le politiche di parità e di prevenzione e contrasto alla violenza di genere” (PDA 32). Relatrice del provvedimento la consigliera Baroni.

    Gruppo di Lavoro sul Pdl 228 bis. È stata presentata dal consigliere Capelli, relatore del progetto di legge, la metodologia di lavoro per procedere al riesame degli altri otto Titoli della l.r. 33/2009, relativi a temi sociosanitari di carattere specialistico e tecnico: si partirà ad approfondire la questione della salute mentale; farà da testo di riferimento della discussione un nuovo documento redatto dallo stesso Capelli.

     

     

    IV Commissione

    ITR 3175 Interventi a sostegno dell’economia frana Campione del Garda

    L’Assessore Parolini è intervenuto per rispondere all’interrogazione relativa agli interventi a sostegno dell’economia locale a seguito della frana che si è staccata il 18 novembre scorso dal Monte Falesia ed ha colpito la Frazione di Tremosine di Campione del Garda danneggiando oltre al ponte della vecchia strada Gardesana diversi esercizi commerciali. Regione Lombardia si è mossa lo scorso mese di luglio inviando una comunicazione al Comune con una proposta economica di intervento a sostegno delle attività danneggiate. Ad oggi però si è ancora in attesa di una risposta e di una ipotesi di compartecipazione alla spesa da parte dell’amministrazione comunale.

    Incontro con Assessore Parolini Bolkestein

    L’Assessore è intervenuto inoltre per chiarire la posizione assunta della Giunta in conferenza Sato Regioni in merito alle ricadute sul commercio ambulante della Direttiva Bolkestein. Partendo dall’accordo stipulato in sede unificata Regione Lombardia ha deciso di declinare le decisioni assunte riservando una quota di 60 punti (su un totale di 100) a valere sui requisiti di professionalità e di anzianità, oltre a a stabilire un limite massimo di 3 piazzole per ogni esercente. Vista la delicatezza della materia si è deciso si costituire un gruppo di lavoro ad hoc che nel giro massimo di un mese e mezzo dovrà effettuare una valutazione delle possibili ricadute economiche e giuridiche e delle azioni da mettere in campo.

    PDL 250 Riconoscimento e tutela del diritto al cibo

    Abbiamo espresso un voto favorevole al progetto di legge che si prefigge l’obiettivo di garantire il diritto al cibo attraverso un approccio integrato di lotta alla povertà, di riduzione degli sprechi alimentari a tutti i livelli e di ridistribuzione alle persone più bisognose delle eccedenze che si generano lungo la filiera agroalimentare, di educazione a una sana e corretta alimentazione. Come gruppo abbiamo inoltre avanzato. Attraverso il cibo si definiscono e alimentano i valori, le appartenenze e i consumi che caratterizzano l’esistenza di ciascun individuo e contribuiscono a determinarne il proprio stile di vita. Garantire un equo accesso al cibo, significa pertanto costruire una società più sana, capace di garantire maggiori opportunità e in grado di determinare politiche di sviluppo umano ed economico per tutti.

    Come Gruppo abbiamo sottolineato inoltre che vengano inserite nel testo integrazioni che permettano di ampliare il concetto di tutela di diritto al cibo contenuto in legge, affinché comprenda in modo ancor più completo anche ambiti di intervento in campo agricolo, produttivo e distributivo.

    Audizione pdl 252 Semplificazione

    Abbiamo audito l’associazione milanese pubblici esercizi e l’associazione macellai in merito al progetto di legge di semplificazione ed in particolare alla estensione anche agli esercizi commerciali della possibilità di consumere in loco i prodotti di macelleria e pescheria (Street Food), e Federmoda Italia relativamente alla deroga alle vendite promozionali nei 30 giorni antecedentemente ai saldi. Sono emerse, come prevedibile, posizioni nettamente contrastanti tra gli auditi, utili comunque ai commissari per una maggiore conoscenza degli argomenti trattati.

     

    V Commissione

    La seduta ha visto la trattazione del Progetto di legge 252 (Legge di semplificazione 2015 – Ambiti economico, sociale e territoriale) con relatore Altitonante. Oltre al gruppo PD che ha presentato un emendamento sulla legge 31/2014 che avrebbe consentito ai Comuni di potere disporre effettivamente della possibilità di agire in riduzione nei propri PGT, bocciato dalla maggioranza, sono stati presentati due emendamenti: uno a firma del consigliere Anelli (LN) che avrebbe modificato i confini delle Agenzie di Bacino del TPL spostando Lecco con Bergamo al posto dell’unione con Varese e Como e l’altro a firma Nanni (M5S) che sarebbe andato a creare l’Agenzia di Bacino TPL di Pavia e Lodi separandosi da Città Metropolitana e Monza Brianza. Dopo una discussione breve ma intensa sulla opportunità dei due emendamenti  LN e M5S, che avrebbero creato ulteriori ritardi nella costituzione e avviamento delle Agenzie di Bacino previste dalla l.r. 6/2012,  i promotori hanno ritirato gli stessi. Il PDL 252 è poi stato votato a maggioranza con l’astensione del Partito Democratico. Si sono poi svolte le audizioni relative ai disservizi sul servizio TPL su gomma relativi ad alcuni Comuni del sud ovest milanese. I Sindaci di Binasco, Casarile e Zibido San Giacomo hanno illustrato le difficoltà in relazione al servizio che la società PMT svolge sul loro territorio e su quelli limitrofi denunciando tagli non concordati ed indiscriminati delle corse. La Commissione ha deciso di convocare in audizione i responsabili della società PMT, la Città Metropolitana e rinvitare i Sindaci per riuscire a trovare una composizione della situazione partendo dalle ragioni di tutti.

     

     

    VI Commissione

    E’ iniziata la discussione con la presentazione del PDA 30 “approvazione della Proposta di atto di indirizzi del Piano di Tutela delle Acque –  pianificazione delle risorse idriche”

     

    VII Commissione

    All’ordine del giorno la risoluzione  su “RELAZIONE CONGIUNTA DEL CONSIGLIO E DELLA COMMISSIONE SULL’ATTUAZIONE DI UN QUADRO RINNOVATO DI COOPERAZIONE EUROPEA IN MATERIA DI GIOVENTÙ PER IL 2015 (2010 – 2018)”. Il documento fa riferimento alla partecipazione delle regioni alle relazioni dell’Unione Europea per quanto riguarda le politiche giovanili. Dopo breve relazione introdotta dal Presidente Ferrazzi, sono state evidenziate le raccomandazioni nel corso dell’attuazione del programma del quadro di cooperazione per la gioventù per il periodo 2016 – 2018. La commissione si è congedata, rinviando alla prossima seduta ulteriori auspici e punti da inserire nella risoluzione finale.

    VIII Commissione

    Nel corso della seduta, con riferimento al suddetto PDL n 0252, la Commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza, con emendamenti, alla II Commissione.

    Quanto poi al succitato PDL n. 0250, ne è proseguita la trattazione.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Non si è riunita

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    È stata ascoltata in audizione la direttrice del Centro Vela – Ambulatorio di Neuropsichiatria Infantile con sede a Como, ente di neuropsichiatria infantile accreditato con Regione Lombardia, dal 2011 lavora in convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale. La problematica evidenziata riguarda i pazienti provenienti dal Canton Ticino che si rivolgono al centro. Questi bambini con disturbi dell’apprendimento, residenti in Svizzera e iscritti a scuole italiane e ticinesi, possono ricorrere al centro Vela per diagnosi e riabilitazione solo in regime di solvenza, non riconoscendo la cassa malati elvetica la prestazione effettuata in Italia: pertanto viene chiesto a Regione Lombardia di attivarsi, nell’ambito dei rapporti di collaborazione sanitaria con il Canton Ticino. Una sollecitazione in tal senso potrebbe essere introdotta nella mozione che la commissione speciale sta preparando in vista della prossima discussione in Consiglio regionale del PDL n. 264 per la ratifica dell’accordo quadro tra Regione Lombardia e Cantone.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita

     

    Riordino autonomie congiunta con II Commissione