• Report settimana 29 Marzo – 1 Aprile 2016

    I Commissione

    Non si è riunita

     

    II Commissione

    All’ordine del giorno il parere sulla indagine conoscitiva relativa all’esposizione universale “Expo 2015”. L’indagine è stata chiesta da 27 consiglieri di maggioranza. La commissione ha espresso parere favorevole. Il gruppo del Partito Democratico ha espresso invece un parere negativo. In primo luogo perché la richiesta è stata presentata con pesante e sospetto ritardo dopo la chiusura dell’esposizione e in secondo luogo perché l’indagine, cosi come formulata dei richiedenti, si configura solo come una verifica strumentale ed elettorale nei confronti dell’ex commissario unico e non riguarderà invece il comportamento e gli atti di tutti i soggetti e le istituzioni coinvolte nella gestione di Expo, a partire da Regione Lombardia.

    III Commissione

    Tavolo di lavoro sul Pdl 228bis (seconda parte della riforma del sistema sociosanitario lombardo). Il gruppo ha iniziato l’esame dell’articolato dedicato alla medicina veterinaria, il secondo dei due titoli che costituisco il progetto di legge nella nuova veste approvata dalla maggioranza (l’altro è la salute mentale). Da parte dei nostri consiglieri è stata evidenziata l’opportunità che si prevedano incontri con i portatori di interesse, così da raccogliere anche le loro osservazioni.

     

    IV Commissione

    Audizione Assessore Parolini andamento legge regionale 11/2014. E’ intervenuto in Commissione l’assessore allo sviluppo economico Parolini per presentare i primi risultati e le prospettive relative alla legge regionale 11/2014. In particolare ci si è soffermati sugli accordi per la competitività, ovvero quegli accordi rivolti ad attrarre investimenti ed a mantenere le produzioni in loco attraverso: cofinanziamento dei progetti di ricerca e sviluppo, contributi in infrastrutture e incentivi alla valorizzazione e sviluppo del capitale umano. Ad oggi sono pervenute 53 manifestazioni di interesse, di cui 44 hanno superato la 1a fase, 39 hanno presentato il progetto, 10 sono stati approvati da Regione Lombardia e 5 hanno già sottoscritto l’accordo. In prospettiva l’assessore ha fatto leva su di una maggiore collaborazione con le università lombarde, oltre alla riduzione dell’investimento minimo finanziabile al fine di coinvolgere target diversi di aziende. Audizione Centro analisi di Monza. Abbiamo audito in Commissione le due portavoce dei dipendenti del Centro di analisi di Monza. Da poco rilevato dalla società Synlab Italia vi è il rischio di una riorganizzazione e di una razionalizzazione dell’assetto aziendale. Alla fine di gennaio è stata infatti inviata alle sigle sindacali la comunicazione del trasferimento del ramo d’azienda, in cui si informa dello spostamento del personale amministrativo dalla sede di Castenedolo (BS) a Monza e della delocalizzazione parziale o totale del laboratorio di analisi. Come Commissione ci siamo impegnati di convocare in audizione la società che è subentrata al CAM, oltre che ad attivare nel caso tutte le possibili politiche di conciliazione dei tempi vita-lavoro. Audizione fondo inserimento lavorativo persone disabili. Abbiamo audito in Commissione la Ledha regionale, l’Anmil, la Città Metropolitana, l’Afol e la DG Istruzione-Formazione-Lavoro in merito alla preoccupante condizione in cui versano circa 1.300 persone con disabilità, a causa della mancata attivazione delle risorse del Fondo Regionale per l’occupazione dei disabili e del piano Emergo 2014-15, ossia, il programma messo in atto dalla Città Metropolitana di Milano per la realizzazione di azioni volte a favorire l’inserimento lavorativo delle persone disabili. Nonostante infatti siano stati stanziati i relativi fondi regionali, gli uffici della Città Metropolitana non disporrebbero del personale sufficiente per la gestione di tutte le pratiche necessarie all’avvio ed all’attuazione dei relativi progetti. Come IV Commissione ci siamo impegnati a seguire da vicino la situazione attraverso un diretto coinvolgimento delle strutture della Giunta.

     

    V Commissione

    È proseguita la trattazione del PDL n. 273 “Disciplina dei servizi abitativi” di iniziativa della Giunta, abbinato al Pdl 262 di NCD ed ai Pdl 23, 39 e 259 della Lega Nord. Ha avuto poi luogo l’audizione con vari soggetti sulla PDA 36 “Programma regionale della mobilità e dei trasporti (PRMT), ai sensi dell’art. 10 della l.r. 6/2012”.

     

    VI Commissione

    Si è svolta la visita all’impianto “Sanofi” di Origgio (VA).

     

    VII Commissione

    Si è tenuto l’incontro con la direzione generale Sport e politiche giovanili in merito alla tematiche dei piani territoriali per le politiche giovanili. La funzionaria di Giunta ha illustrato i Piani territoriali ammessi, che sono 23, rivolti allo sviluppo delle politiche giovanili attraverso il sostegno alla promozione della creatività e della partecipazione giovanile e alla programmazione locale. L’intento della misura è quello di creare percorsi ed esperienze di coinvolgimento dei giovani sul campo dei servizi erogati e delle attività realizzate dalle comunità locali, favorendo la conoscenza delle istituzioni, del territorio e dei suoi bisogni, oltre a sperimentare modelli di acquisizione di competenze adeguate a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Ai 23 progetti sono stati aggiunti anche altri 5 poiché sono state utilizzate le risorse della misura dedicata alla leva civica volontaria regionale non esaurite. Il Pd ha presentato richiesta di dati dei progetti approvati e in corso per anno 2016.

     

    VIII Commissione

    La seduta di commissione ha avuto come unico punto all’ordine del giorno l’audizione del Sindaco di Breno, del Direttore del Parco dell’Adamello e dei rappresentanti dell’Associazione Uomo e Territorio Pro Natura in merito alla proposta di modifica dei confini del Parco Naturale dell’Adamello. Durante l’audizione sono emerse le diversità di opinioni rispetto alla proposta di modifica dei confini del area parco regionale richiesta dai Comuni interessati e dalla Comunità montana rispetto alla posizione dei rappresentanti delle associazioni ambientaliste che sono invece contrari.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    La seduta si apre con le comunicazioni del Presidente in merito alle iniziative in corso di preparazione ed alle possibili attività di Commissione nei prossimi mesi. In ordine:

    1. Per il 15 aprile è prevista la presentazione di MafiaMaps, il primo progetto di un’App per smartphone e tablet che permetta a chiunque la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche sul fenomeno mafioso in tutta Italia, si ritiene utile una presenza all’iniziativa.
    2. Si è in attesa di una data per l’iniziativa di presentazione del 4° Rapporto AgroMafie di Coldiretti. Sarà presente Gian Carlo Caselli, presidente del Comitato scientifico dell’ “Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare” che ha redatto il rapporto.
    3. Si è in attesa di una calendarizzazione delle audizioni di Infrastrutture Lombarde e Arca.
    4. Va quindi ripreso il lavoro sui corsi di formazione. Al momento la situazione è questa: i due assessorati competenti stanno definendo un protocollo che consenta di destinare risorse per la formazione e successivamente se ne potrà parlare in Commissione per un parere prima del varo definitivo (maggio 2016?).
    5. Sui Beni confiscati è necessario un cambio di passo per un situazione che sembra ferma se non vegnono prese delle decisione in merito alla gestione. C’è un progetto che è stato presentato alla Giunta su cui searà necessario confrontarsi prossimamente.

    Si passa quindi ai punti dell’ordine del giorno, con una premessa: di rimandare alla seduta successiva la trattazione della Proposta di Indagine conoscitiva “Appalti in sanità in Regione Lombardia” presentata da alcuni consiglieri 5stelle. Al primo punto la “proposta di risoluzione sull’introduzione dell’educazione antimafiosa tra gli obiettivi specifici di apprendimento delle scuole secondarie”. La discussione vede tutti gruppi consiliari favorevoli con l’indicazione di procedere ad una verifica per allargare gli auspici della Risoluzione anche alle scuole primarie. Infine si passa ai pdl 280 e 289 – che disciplinano l’attività dei portatori di interesse. Tutti convengono sulla necessità di avere un quadro aggregato delle questioni e di farlo insieme alla Commissione II che è quella referente. Dopo questo momento congiunto si potrà allora procedere all’analisi dei pdl aggregati (o ad un testo congiunto) da parte della Commissione Antimafia.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.