• Report settimana 3 – 7 aprile 2017

    I Commissione

    Nella seduta sono stati illustrati i provvedimenti del PDL n. 339 – Legge di Semplificazione 2017 inerenti le materie di competenza della commissione. L’approfondimento ha visto la presenza dei funzionari della giunta, che hanno fornito chiarimenti ai commissari.

    Infine è stato chiesto dal relatore Cecchetti il rinvio del PDL n. 329 circa il sistema bibliotecario della Città Metropolitana, poiché sulla norma finanziaria sono necessari ulteriori approfondimenti.

     

    II Commissione

    È stato presentato dai tecnici e da relatore il PDL n. 0339 “legge di semplificazione” la cui votazione come commissione referente è stata fissata per il 12/04.

    In sede seduta segreta, la Commissione ha quindi espresso il parere favorevole sul PDN n.0178 “Proposte di candidature per la nomina del Difensore regionale”. Respinta a maggioranza la richiesta delle minoranze di audizioni dei candidati. Infine è stato presentato dalla consigliera Nanni (M5S) il PDL n. 0340 relativo alla “costituzione e disciplina della Commissione garante dello Statuto” che dovrebbe avere ora un iter congiunto con il PDL n. 0332 a firma Cecchetti.

    III Commissione

    In apertura di Commissione si è tenuta l’audizione con il Direttore sanitario della RSA Fondazione A. Poretti e A. Magnani in merito alla sarcopenia, una sindrome caratterizzata dalla perdita progressiva e generalizzata di massa e conseguentemente di forza muscolare. In caso di allettamento abbiamo una perdita muscolare calcolata sui centocinquanta grammi al giorno, dato che sugli anziani può portare a disabilità fisica, riduzione della qualità di vita e aumento di spese sanitarie dovuti a maggior ricorso a ricoveri ospedalieri, all’utilizzo di risorse quali l’ADI o spese sanitarie come farmaci e ausili. Il progetto illustrato dagli auditi – “La forza sia con voi. La sarcopenia in RSA” – e già testato sui propri assistiti, consiste nel proporre sia una integrazione alimentare proteica specifica e mirata, sia dei cicli di attività motoria. I risultati sono stati eccellenti sia per le donne sia per gli uomini. Questo ha quindi dimostrato come il binomio integrazione proteica e attività fisica sia fondamentale per avere una buona massa muscolare, ma soprattutto una buonissima qualità di vita per i pazienti anziani tanto molti di loro a seguito di questo trattamento hanno potuto passare dallo stato di allettamento a camminare con deambulatori.

    Secondo punto all’ordine del giorno la risoluzione in merito ai Servizi Multidisciplinari Integrati. La proposta impegna la Giunta a riconsiderare il sistema di accreditamento e di contrattualizzazione degli SMI. La natura poliedrica del fenomeno delle dipendenze e la sua costante evoluzione (dai confini della marginalità alla sfera della “normalità” degli stili di vita della popolazione) richiede indubbiamente una revisione dell’intero sistema delle dipendenze ed è questa esigenza di fondo ad aver guidato la redazione delle nostre proposte emendative. Anche alla luce dei dati presentati dalla Direzione Generale Welfare, abbiamo difatti chiesto che Regione Lombardia si impegni a rivedere complessivamente il sistema dei servizi per le dipendenze in considerazione del mutato contesto di riferimento e dell’evoluzione del fenomeno, così da rispondere ai nuovi bisogni e alle nuove forme di consumo; a valutare, per gli SMI, nuovi accreditamenti e contratti laddove si ravvisino particolari necessità legate alla conformazione territoriale e per quelle strutture di consolidata collaborazione pubblico/privato; a prevedere un incremento di risorse per i servizi, pubblici e di privato sociale, al fine di assicurare una risposta adeguata ai nuovi bisogni. Poiché relatore (consigliere Lena) e maggioranza non hanno accolto le nostre richieste, il voto è stato contrario, ribadendo come questa risoluzione interviene solo su una piccola porzione del settore.

    Successivamente è stata illustrata la relazione sull’attuazione della Norma a tutela dei coniugi separati o divorziati, in particolare con figli minori predisposta dal Comitato Paritetico di controllo e valutazione. Come già avevamo evidenziato in passato, viene confermato che – a parità di requisiti – nei primi due anni in cui è stato finanziato il relativo bando (che prevedeva un sostegno economico di 400 euro al mese per sei mesi al genitore più fragile identificato per situazione reddituale) ad accedere al beneficio sono state nell’86 per cento dei casi delle donne e solo nel 14 per cento degli uomini. Nel commentare la Relazione il consigliere Borghetti ha evidenziato come la Giunta regionale abbia deciso da quest’anno di modificare i requisiti della misura focalizzandosi esclusivamente sul sostegno all’abitazione per coloro che dopo la separazione non hanno assegnata la casa coniugale e sono tenuti a pagare gli alimenti. Quindi di fatto quasi esclusivamente gli uomini. Dagli esiti di questa misura risulta comunque evidente che è fragile anche la categoria delle donne separate e che quindi andrebbe previsto quindi il proseguimento anche della misura precedente.

     

    IV Commissione

    Pdl 339 – Legge di Semplificazione – Il relatore ha presentato il progetto di legge in merito alla semplificazione – anno 2017 – che per la IV Commissione verte principalmente sulla introduzione degli Accordi per la Attrattività, la modifica della procedura di comunicazione della relazione annuale da parte del Garante delle MPMI e una piccola modifica dell’articolo della legge sul turismo in materia di rifugi escursionistici.

    Audizione Kennametal – Abbiamo audito in commissione la proprietà, le parti sindacali e la Città Metropolitana di Milano in merito alla situazione di crisi occupazionale della Kennametal, società specializzata nella lavorazione e fabbricazione conto terzi di metalli e materiali di qualità per l’industria. A causa di un piano di riorganizzazione World wide e delle perdite riscontrate in questi ultimi anni, la casa madre americana ha deciso di cessare la produzione a San Giuliano Milanese, lasciando attivo solamente il reparto di raffilatura con dieci dipendenti: il 2 marzo è stata aperta la procedura di licenziamento collettivo per 44 dipendenti su 54. Dato il venir meno della possibilità di accedere alla cassa integrazione straordinaria, in quanto trattasi di chiusura parziale di attività, l’azienda si è dichiarata disponibile ad avviare percorsi di ricollocazione per il personale coinvolto. Come commissione ci siamo impegnati, con il tramite di Parolini, a convocare il responsabile Europa dell’azienda al fine di sottoporre tutte le misure che Regione Lombardia possa mettere in atto per scongiurare la dipartita dell’azienda dal sito milanese.

     

    V Commissione

    Nel corso della seduta è stato illustrato dal relatore e dai tecnici di Giunta il PDL 339 Legge di semplificazione 2017. Numerosi gli argomenti trattati dalla normativa sismica alle norme urbanistiche per arrivare ai trasporti. Molte parti dell’articolato hanno suscitato dubbi da parte del PD che con i consiglieri Scandella e Alfieri hanno esposto forti perplessità..
    Si è poi tenuta l’audizione con vari soggetti in merito alla PDA n. 0052 (di integrazione del P.T.R., ai sensi della l.r. n. 31/2014). Sono emerse alcune indicazioni che i commissari approfondiranno nei prossimi giorni. Infine, si è svolta l’audizione con il “Comitato residenti Torri di Zingonia” sull’accordo quadro/masterplan della Regione, in ordine alla riqualificazione dell’area di tale località. La necessità di trovare una soluzione dignitosa ed equilibrata anche attraverso un aumento dell’impegno finanziario regionale è stata sottolineata dai consiglieri PD.

     

    VI Commissione

    Discussione sul PDL 339 Legge di semplificazione 2017; i consiglieri PD hanno presentato Osservazioni relative agli articoli 20, 21, 22 di competenza della sesta commissione. Di particolare valenza le Osservazioni riguardanti l’art 22 di modifica della legge 16/99, istitutiva di Arpa Lombardia, con la richiesta di abolizione del CDA e di aumento delle risorse economiche per i controlli. Anche M5S ha presentato osservazioni simili e in commissione la Lega ha annunciato emendamenti simili che presenteranno però in seconda commissione. Non si è potuto votare per mancanza di numero legale

     

    VII Commissione

    Dopo l’audizione con Enci, Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, in merito alla risoluzione degli educatori cinofili, si è affrontata la legge sulla semplificazione.

    Sono stati auditi Anci e CoNord sull’articolo 29 che prevede il trasferimento ai comuni dei servizi di integrazione, di trasporto e assistenza per gli studenti con disabilità. ANCI si è dichiarata contraria, ritenendo “ inaccettabile la formulazione attualmente proposta che contrasta con gli obiettivi declinati da Regione” e ha proposto una nuova formulazione, con emendamenti. Anche il Pd ha presentato emendamenti per riportare in capo alla Regione le competenze dei servizi per gli studenti con disabilità sensoriali, oltre a coprire il fabbisogno del settore con risorse regionali. Si attende di ricevere il testo dell’articolo 29 modificato dalla Giunta, come dichiarato in commissione.

    Infine, c’è la presentazione del PDA 54 Programma triennale per la cultura 2017 – 2019. Il provvedimento verrà discusso a fine maggio,quindi  nelle prossime sedute di commissione si potrà procedere con gli approfondimenti.

     

    VIII Commissione

    Alla presenza del Sottosegretario alle Politiche per la montagna, Ugo Parolo, la Commissione ha espresso parere favorevole all’unanimità sul PAR n. 0131 (relativo al Fondo regionale territoriale per lo sviluppo delle Valli Prealpine, determinazioni da assumersi ai sensi della l.r. n. 34/2016). L’approvazione è avvenuta con l’accettazione della proposta del PD di considerare nel punteggio (che prevede un punto per ogni comune) per i comuni che si si sono fusi, un punto per ogni comune antecedentemente la fusione. Questo per non penalizzare quei comuni che hanno fatto un percorso virtuoso che altrimenti risulterebbero penalizzati.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Prima seduta del gruppo di lavoro dedicato alla revisione della lr. 8/2005 “Disposizioni per la tutela delle persone ristrette negli istituti penitenziari della Regione Lombardia”. Presenti le Direzioni Generali Sport, Cultura, Inclusione Sociale, Istruzione Formazione e Lavoro, Welfare; i rappresentanti del Garante dei detenuti. I partecipanti al tavolo trasmetteranno contributi e osservazioni.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è tenuta la seduta

     

    Antimafia

    Non si è tenuta la seduta

     

    Riordino autonomie

    Non si è tenuta la seduta