• Report settimana 5- 9 Giugno 2017

    I Commissione

    Si è svolta l’audizione con i vertici di Lombardia Informatica, il Presidente Rovera e il Direttore generale Roberto Soj, i quali hanno illustrato le funzioni della società in house, gli obiettivi legati al piano industriale, lo stato economico. Entrambi hanno poi dato risposta alle questioni sollevate dai consiglieri.

     

    II Commissione

    Non si è riunita.

     

    III Commissione

    Audizione con i rappresentanti di SMI, SNAMI e FIMMG Lombardia sulla possibile futura carenza di medici di medicina generale. Secondo i dati presentati, ad aprile 2017 mancavano 273 medici; numero destinato ad aumentare con i pensionamenti. Il raggiungimento dell’età pensionabile dei professionisti attualmente in servizio espone il cittadino al rischio di non poter disporre del proprio medico. A fronte di ciò, ogni anno vengono abilitati, attraverso la specializzazione, circa un centinaio di medici di medicina generale, ma non tutti optano per questa professione. A Regione Lombardia si chiede di aumentare il numero dei posti al corso di formazione specifica in medicina generale così da garantire un adeguato ricambio generazionale per la categoria dei medici di famiglia e la possibilità per i cittadini di fruire di una medicina generale di qualità, in grado di soddisfarne i bisogni. Posizione questa evidenziata anche dalla Vice Presidente Valmaggi, che, nel corso del dibattito, ha ribadito come tra le tante proposte su cui Regione Lombardia potrebbe impegnarsi se ne sollecita una già perseguita da altre regioni: quella di aumentare le borse di studio per i giovani medici in formazione, così da rendere più attrattiva questa specializzazione rispetto ad altre.

    Sconvocata la successiva seduta.

     

    IV Commissione

    Non si è riunita.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Non si è riunita.

     

    VII Commissione

    Non si è riunita.

     

    VIII Commissione

    Non si è riunita.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Lunedì si è svolto presso il Comune di Cermenate l’incontro di presentazione del Policy paper “Beni confiscati” e incontro con l’Associazione “Progetto San Francesco” – Centro Studi sociali contro le mafie che ha sede proprio in uno dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Oltre al Sindaco di Cermenate erano presenti anche il sindaco di Lomazzo e quello di Fino Mornasco. All’incontro ha preso parte anche il Prefetto di Como che ha posto l’accento sulle difficoltà economiche per la riqualificazione delle strutture confiscate.

    Martedì si è invece tenuta la Seduta di Commissione con la partecipazione del Dott. Roberto Laffi, Direttore Generale Assessorato Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città Metropolitana in merito all’Accordo Regione – ANBSC sulla geolocalizzazione dei beni confiscati in Lombardia. Laffi ha ripercorso l’iter seguito dal Tavolo regionale per mettere a punto l’accordo con l’Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati e finalizzato ad avere una mappatura efficace della situazione territoriale dei beni. Un lavoro non indifferente se si pensa che la Lombardia è la quinta regione italiana per numero di confische e sequestri. Il lavoro sarà in futuro finalizzato ad interagire con le istituzioni locali che potranno affiancarsi al lavoro di rete messo a punto dalla Direzione regionale. Nel corso della riunione è emersa la contrarietà del gruppo 5stelle alla firma dell’Accordo per come era stato scritto e soprattutto in relazione al fatto che l’Accordo prende avvio da una delibera del 2011 a firma  dell’allora assessore Zambetti che affidava ad ALER la gestione dei fondi regionali per la riqualificazione dei beni confiscati. Un tema questo laterale all’accordo come hanno sostenuto gli altri intervenuti che hanno piuttosto richiamato alla necessità di un incontro con il dirigente responsabile del Tavolo. Pur considerando l’importanza del tema della gestione dei fondi si è infatti sostenuto che accordo e gestione dei fondi andassero considerati diversamente e diversamente valutati. Al termine della riunione i 5stelle hanno mantenuto la loro contrarietà e hanno dichiarato che con queste premesse non parteciperanno al Convegno di presentazione dell’Accordo il 14 giugno p.v..

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.