• Report settimana 6 – 10 Novembre 2017

    I Commissione

    Non si è riunita.

     

    II Commissione

    In ordine al PDL n. 0365 (per l’adeguamento dell’ordinamento regionale ad alcuni decreti legislativi, in ordine alla disciplina della Conferenza dei servizi, ai regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione), sono stati votati i pareri delle Commissioni.

     

    III Commissione

    Relativamente al pdl 228quater e alla revisione delle norme in materia di attività e servizi necroscopici, funebri e cimiteriali, hanno avuto luogo le audizioni con ASNAF (Associazione Nazionale Attività Funebre e Assistenziale), EFI (Eccellenza Funeraria Italiana), FEDERCOFIT Federazione Comparto Funerario Italiano), FENIOF (Federazione Nazionale Imprese Onoranze Funebri), SEFIT (Servizi Funerari Italiani) e ANCI. Nel corso del Gruppo di lavoro, riunitosi al pomeriggio, considerate la complessità della materia e le numerose sollecitazioni ricevute nel corso delle sopra citate audizioni, il relatore (Capelli) ha anticipato che proporrà lo stralcio, dal pdl228quater, del Titolo in oggetto (che andrà pertanto a costituire il pdl228quinquies) così da rispettare le tempistiche dell’Aula, che vedono il voto alla quarta parte della riforma sociosanitaria previsto per il 28 Novembre.

     

    IV Commissione

    Pdl 370 – Termalismo. La relatrice ha presentato gli emendamenti ricevuti dai diversi Gruppi e dalla III commissione consiliare, rimandando la loro votazione dopo la trattativa con la Giunta sulle coperture finanziarie da appostare in legge. Come PD abbiamo richiesto di esplicitare meglio il ruolo propositivo dell’Osservatorio regionale, di inserire il previo parere della IV Commissione su diversi aspetti del dispositivo e di incrementare le sanzioni amministrative nel caso di mancanze nelle procedure di autocontrollo.

    Incontro DC Programmazione, finanza e controllo. Abbiamo audito la Direzione Centrale per l’illustrazione della proposta di deliberazione avente ad oggetto l’accorpamento di Arifl in Eupolis. L’incontro non ha aggiunto alcun nuovo elemento a quanto detto lo scorso settembre. Oltre ad avere omesso di indicare se, quante e quali funzioni svolte fino ad oggi da Eupolis ed Arifl passeranno all’Assessorato, la preoccupazione maggiore riguarda la futura gestione dei Centri per l’impiego ed Afol. Il combinato disposto tra il Jobs Act e la prossima legge di bilancio comporterà il trasferimento in capo alle Regioni dei CPI, sia per quanto riguarda il personale che la relativa copertura finanziaria. Alla luce di ciò ed alla richiesta di maggiore autonomia in tema di politiche attive del lavoro contenuta nella risoluzione approvata lo scorso martedì, non conosciamo ancora il disegno strategico che intende portare a compimento la Regione. Sarebbe auspicabile sciogliere questi nodi prima di procedere all’accorpamento, onde evitare il rischio di trovarci tra qualche mese a dovere mettere già in discussione l’operazione.

    Audizione Canali Spa. Abbiamo audito la proprietà, la provincia di Monza e Brianza, i Sindaci dei Comuni di Carate Brianza-Sovico-Triuggio, le OO.SS. e le Rsu in merito alla situazione di crisi occupazionale del sito produttivo della Canali Spa di Carate Brianza. L’azienda, specializzata nella produzione di abiti sartoriali venduti in tutto il mondo, ha aperto lo scorso 16 ottobre la procedura di licenziamento collettivo – 134 lavoratori coinvolti, di cui 130 donne – in seguito alla contrazione costante del volume di capi prodotti negli ultimi tre anni. Come Commissione abbiamo fatto leva sulla responsabilità sociale dell’azienda, nonostante il calo dei volumi registra comunque un utile di oltre 8 milioni di euro, oltre all’impegno a fornire tutto il supporto tecnico di Regione Lombardia – tramite di Arifl – ai tavoli ministeriali delle prossime settimane.

     

    V Commissione

    Non si è riunita.

     

    VI Commissione

    Dopo l’audizione con il Comitato DAP di Mantova in merito all’attuazione del nuovo accordo di programma del Bacino Padano per il miglioramento della Qualità dell’Aria, si è tenuta la seduta di Commissione. Rinviata la Risoluzione riguardante il fattore di pressione nel territorio della Provincia di Brescia, così come la votazione sul PDL 352 riguardante modifiche alla Legge Istitutiva di Arpa regionale. A seguire, è stata avviata dal relatore la discussione sul DEFR 2017 con la lettura della Relazione. E’ stata infine condivisa la proposta del Presidente di inviare alla I Commissione una proposta di Risoluzione sulla Comunicazione della Commissione al Parlamento Europeo relativa al pacchetto di misure “Energia Pulita per tutti gli europei”.

     

    VII Commissione

    E’ stato illustrato dai dirigenti il DEFR 2017 inerente alle competenze di istruzione, cultura, sport e politiche giovanili. Per ogni direzione sono stati presentati gli obiettivi da perseguire per il triennio 2018 – 2020, elencando le iniziative regionali che verranno attivate e quelle che, per mancanza di soldi, non lo saranno più, come la leva civica e la progettazione delle iniziative che riguardano i giovani. Anche nel settore sport, le risorse saranno sempre più limitate e per la  misura Dote sport verranno finanziate solo metà delle domande presentate, come per le associazioni e le manifestazioni sportive i cui contributi copriranno cifre ben inferiori alle richieste. Il voto del Pd è quindi stato contrario al provvedimento, ricordando i 54 milioni di euro spesi per un referendum inutile. Si è poi proceduto a esprimere parere su provvedimento per incrementare di € 300.000 il sostegno di percorsi formativi che prevedono un’esperienza all’estero degli studenti dei corsi di Istruzione e Formazione professionale (IEFP), per l’anno formativo 2017/2018. Lo stanziamento consente l’approvazione di tutti i progetti giacenti e l’accoglimento di eventuali nuovi progetti. Il parere è stato favorevole all’unanimità.

     

    VIII Commissione

    Nel corso della seduta, la trattazione del PDL n. 0136 (Disposizioni in materia di agricoltura sociale) e’ stata rinviata. Quanto al PAR n. 0149 (di autorizzazione in deroga al regime proprio del Parco Campo dei Fiori per la realizzazione del prolungamento di un percorso ciclo-pedonale) la Commissione ha espresso il parere di competenza favorevole all’unanimità. Successivamente, ha avuto luogo l’audizione con vari soggetti in merito al commissariamento delle APA. Nel corso del dibattito sono emerse numerose incongruenze tra quanto dichiarato in questa seduta dai Commissari Apa rispetto ai precedenti auditi.  Infine, si è svolta l’audizione con vari soggetti in ordine al PDL n. 0361 (in tema di nuove norme per la mitigazione degli effetti delle crisi idriche sul settore agricolo, a integrazione della l.r. n. 31/2008).

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    L’assessore con delega per i rapporti con la Confederazione Svizzera Francesca Brianza riferisce degli esiti dell’incontro tra Regione Lombardia e Canton Ticino tenutosi il 5 luglio che ha ratificato gli esiti del tavolo tecnico relativo all’avvio del servizio ferroviario lungo la tratta Arcisate-Stabio: entro la fine dell’anno, infatti, giungeranno a conclusione i lavori per la messa in opera della nuova infrastruttura. Le parti lombarda e ticinese hanno concordato che attualmente la prevista relazione ferroviaria Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa non potrà essere attivata, per l’impossibilità di armonizzarla con gli esistenti orari di servizio sia italiani, sia svizzeri. Con l’apertura della linea saranno operati i servizi Bellinzona-Lugano-Mendrisio-Varese e Albate Camerlata-Mendrisio-Varese-Malpensa e pertanto, sino a quando non vi sarà il collegamento diretto tra l’aeroporto e Lugano, il contributo ai costi di esercizio da parte del Canton Ticino sarà ridotto rispetto a quanto già previsto. Nel concludere il suo intervento l’assessore ha precisato che per ciò che concerne Regione Lombardia le modifiche concordate comportano un maggiore onere finanziario (circa 8,5 milioni di euro per il 2018) ma confermano la caratteristica principale che l’Arcisate-Stabio riveste per la parte lombarda, vale a dire la sua funzione d’infrastruttura a servizio della mobilità dei lavoratori frontalieri.

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.