• Report settimana 8 – 12 Febbraio 2016

    I Commissione

    In merito alla Rel n. 46 “Relazione annuale sulla semplificazione” si è svolta l’audizione con i tecnici della Giunta circa l’approfondimento in materia di tassa bollo auto. Il provvedimento è stato poi votato con il parere contrario del nostro gruppo. La seduta è proseguita con gli argomenti riguardanti la sessione europea, con l’audizione dei dirigenti della Giunta che hanno relazionato sullo stato di avanzamento della programmazione europea a livello regionale sia per quanto riguarda le misure del Por FSE, sia quelle del Por FESR.

     

    II Commissione

    La Commissione ha audito i rappresentanti di ANCI in merito alla REL N. 46 “Relazione annuale sulla semplificazione al Consiglio regionale, ai sensi dell’art. 1, comma 3, della L.R. N. 19/14” e ha espresso parere positivo sulle candidature pervenute per la nomina del Comitato Tecnico-scientifico e del Comitato regionale per la legalità e trasparenza dei contratti pubblici (PDN 67 e 68). La II commissione aveva già espresso parere positivo su una prima rosa di candidati il 18 novembre 2015 ma il consiglio regionale, anche su richiesta dei gruppi di minoranza, il 10 dicembre aveva deciso di riaprire i termini per la presentazione delle candidature. Adesso il Consiglio regionale potrà eleggere i due Comitati.

     

    III Commissione

    Gruppo di Lavoro sul Progetto di Legge 228bis: proseguono i lavori del tavolo con l’audizione dei vertici di Federfarma e FOFI in merito alla revisione delle disposizioni in tema di assistenza farmaceutica. La proposta illustrata dai presidenti delle due federazioni, elaborata congiuntamente, è volta a recepire e rendere coerenti le attuali disposizioni regionali con le modifiche introdotte dagli interventi legislativi in materia di orari di servizio. Il testo inoltre promuove le potenzialità della farmacia dei servizi, in linea con quanto prevede la legge 23/2015. Il gruppo di lavoro, nel corso della settimana, ha preso inoltre in esame le osservazioni relative alla salute mentale e all’autismo presentate dai vari gruppi. L’analisi proseguirà nel corso dei futuri appuntamenti del tavolo.

    Seduta. Si è conclusa l’istruttoria del “Programma di lavoro annuale della Commissione Europea per il 2016” (Doc. 9), illustrato nella seduta della scorsa settimana. Accolte dalla relatrice le nostre osservazioni con cui si chiedeva: in riferimento alla priorità numero uno Un nuovo impulso all’occupazione, alla crescita e agli investimenti, di approvare nel più breve tempo possibile la direttiva europea sulle donne nei consigli di amministrazione così da promuovere una reale parità di genere, in analogia a quanto previsto dalla normativa nazionale e dalle proposte di modifica di leggi regionali in materia di nomine; in merito alla priorità otto Verso una nuova politica della migrazione, nel condividere le linee di indirizzo sul tema delle politiche migratorie che la UE si è data, di porre attenzione alla necessità di integrare – anche con fondi dedicati – i programmi delle operazioni congiunte (Poseidon, Triton Frotenx) concentrandosi anche sulle esigenze di natura prettamente sanitaria dei migranti, al fine di tutelare il diritto inalienabile della salute per tutti e garantire contestualmente la sicurezza sanitaria ai cittadini dei paesi ospitanti. Così modificato, il documento ha ottenuto il parere favorevole a maggioranza, astenuto il Movimento 5stelle.

     

    IV Commissione

    Nel corso della seduta, che si è tenuta presso la BIT 2016 “Borsa internazionale turismo” di Rho Fiera, si è svolta una breve illustrazione da parte del relatore del DOC n. 9. E’ quindi stato approvato a maggioranza il PDL n. 277 (di modifica alla l.r. n. 27/2015 relativa a politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo). Infine, è proseguita la trattazione della REL n. 46.

     

    V Commissione

    In apertura dei lavori si è tenuta l’audizione del “Comitato viaggiatori e pendolari lombardi” in merito al contratto di servizio con Trenord e alla sicurezza dei treni. Un’audizione chiesta più di un anno addietro e quindi l’incontro ha avuto come tema centrale il futuro del servizio ferroviario regionale. Molti gli spunti interessanti che verranno poi trattati quando la Commissione affronterà il PRMT. Nel corso della successiva seduta, la commissione ha espresso parere favorevole a maggioranza, con osservazioni, alla I Commissione in ordine al DOC n. 9 con la assunzione dell’unica integrazione presentata dal PD (nessuna da parte degli altri gruppi consiliari) che chiede che il Fondo Europeo FAIS privilegi il finanziamento di interventi di mobilità sostenibile ed integrata. Si è quindi preso atto della REL n. 61 (sulla partecipazione della Regione alle politiche dell’ UE) e della REL n. 62 (sullo stato di conformità dell’ordinamento regionale al diritto dell’UE). Infine, è proseguita la trattazione del PDL n. 266 (di revisione della normativa in materia di difesa del suolo e di gestione dei corsi d’acqua). Il relatore Anelli ha chiesto ed ottenuto che la discussione finale e la votazione di emendamenti ed articoli venga effettuata nel corso della prossima seduta. Il PD ha presentato una ventina di emendamenti di merito che devono essere valutati dalla DG competente e poi dalla maggioranza.

     

    VI Commissione

    Si è svolta l’illustrazione alla presenza della D.G. “Ambiente, energia e sviluppo sostenibile” della DGR relativa alla proposta di PDL “Legge europea regionale 2016”, del DOC n. 9 e degli atti comunitari sull’economia circolare – COM.

     

    VII Commissione

    All’odg della seduta, l’illustrazione del Piano di comunicazione e programmazione 2016 che, per quanto sia interessante la lettura di dati inerenti all’attività di comunicazione e promozione delle singole Direzioni Generali o degli strumenti utilizzati da Regione, è totalmente privo di cifre, costi sostenuti o investimenti futuri. Pizzul e Barboni hanno sollevato diverse questioni fra cui  la distinzione tra comunicazione istituzionale e comunicazione di servizio e/o promozionale e in quale categoria si può inserire la comunicazione eseguita con la scritta “Family Day”. Inoltre, tra le consultazioni che hanno avuto un esito positivo è citata la sponsorizzazione del progetto “Belle Arti” in cui la Regione ha avviato la procedura per l’individuazione di sponsor per la realizzazione e promozione dei 29 “Padiglioni ideali”, richiedendo sponsorizzazioni in denaro (per uno o più Padiglioni o per l’intero programma); proprio riguardo a questo progetto non vi è stata traccia di dati forniti in cifre concrete. La sollecitazione maggiore rimane la richiesta dei costi dedicati alle singole campagne promozionali, ai progetti futuri da attuare e agli investimenti. Il direttore generale non ha risposto, riservandosi di comunicare i dati per la prossima seduta. Il piano è stato, quindi, rinviato alla settimana prossima anche per mancanza del numero legale. Si è proseguito con l’illustrazione della proposta di risoluzione per alternanza scuola-lavoro da parte del M5S. Al testo presentato, il gruppo PD ha richiesto delle modifiche, di seguito, illustrate: favorevoli alla semplificazione per l’iscrizione al registro delle imprese, proposta di costituire un tavolo/osservatorio sull’alternanza scuola/lavoro con la partecipazione di regione, USR e rappresentanze del mondo del lavoro. Il documento non è stato votato e rinviato alla prossima seduta.

     

    VIII Commissione

    È iniziata la discussione sulla sessione comunitaria. Il relatore, il Presidente Alberto Cavalli, ha illustrato i documenti  relativi ed in particolare il Doc n. 9 “Programma di lavoro della Commissione Europea anno 2016”, il pdl n. 283 “Legge europea regionale 2016. Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Regione Lombardia derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea” la Rel n. 61 “Relazione programmatica sulla partecipazione della Regione alle politiche dell’Unione Europea (art. 4 della l.r n. 17/2011)” e la  Rel n. 62 “Relazione sullo stato di conformità dell’ordinamento regionale al diritto dell’Unione Europea”. Al termine della relazione si è proceduto a stabilire che il dibattito su questa tematica verrà affrontato nelle prossime sedute. Successivamente si sono svolte le audizioni del Presidente dell’Associazione Consorzi Forestali della Lombardia in merito alle difficoltà che stanno affrontando gli stessi a causa dell’azzeramento dei fondi per la manutenzione del territorio montano e dei sindacati di FAI-CISL, FLAI-CGIL e UILA-UIL in merito ai mancati finanziamenti da parte di Regione Lombardia per i lavori di sistemazione idraulica forestale e idraulica agraria e per il ritardo dell’avvio dei bandi per la montagna del PSR 2014-2020. Il tema è molto spinoso è mette a repentaglio circa 400 posti di lavoro. Regione Lombardia non sta più finanziando i consorzi di bonifica come aveva sempre fatto e le linee del PSR annunciate, sempre da Regione Lombardia, non sono ancora state attivate. Tutti i commissari si sono detti preoccupati e a questo proposito verrà convocata per martedì una seduta in sessione comune delle commissioni VIII (Agricoltura) VI (Ambiente) e V (Territorio), l’obbiettivo è arrivare in tempi stretti ad una risoluzione che impegni la Giunta a reperire le risorse necessarie per salvaguardare i posti di lavoro e per far si che si possa procedere con lavori che sono di fondamentale importanza per prevenire il dissesto idrogeologico.

     

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Seduta abbreviata rispetto a quanto previsto dell’ordine del giorno in quanto la Relazione 53 e la Relazione 60 relative alle relazioni sulle attività svolte nei mesi da gennaio a giugno e da luglio a dicembre sono state rinviate per consentire a tutti i consiglieri di essere presenti. Pertanto si è trattato sostanzialmente di una seduta di comunicazioni e di ragionamento sulle attività in programmazione. Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute di gennaio viene nominato il relatore unico (Pietro Foroni) per la “Relazione programmatica sulla partecipazione della Regione alle politiche dell’Unione europea (art. 4 della l.r n. 17/2011)'” e per la “Relazione sullo stato di conformità dell’ordinamento regionale al diritto dell’Unione europea (art. 5 della l.r. 17/2011)'”. Viene quindi ricordata la presentazione il 18 febbraio del policy paper “Il punto dei beni confiscati alle mafie in Lombardia” promosso dalla Commissione e dall’Ufficio di Presidenza, appuntamento utile anche per un ragionamento più ampio che il Governo sta facendo per il nuovo Codice Antimafia. Il 21 marzo si terrà poi la Giornata dell’Impegno contro le mafie. Vedrà impegnati la Giunta e il Consiglio e vi sarà un aggiornamento dell’iniziativa in corso d’opera. Si è fatta successivamente una ricognizione delle linee di lavoro aperte:

    • La definizione di una collaborazione tra Regione Lombardia ed Avviso Pubblico per quanto riguarda la gestione dei Beni confiscati alla mafia
    • La programmazione di un incontro con l’associazione Icaro e Franco Roberti per far il punto sui beni confiscati
    • L’ipotesi di un incontro con i detenuti per motivi di mafia del Carcere di Opera e sul quale dovrebbe esserci un pronunciamento del Direttore del carcere stesso. Si tratta naturalmente di un passaggio delicato che potrebbe anche non essere possibile
    • Rispondere alle richieste delle scuole attivando i consiglieri di commissione per essere presenti agli incontri (sia interni quando in visita al Pirelli, sia eventualmente esterni)

    Infine, visto l’incremento delle questioni all’attenzione della Commissione Girelli pone alla riflessione comune la possibilità di definire dei tavoli di lavoro tematici, anche informali, che aiutino ad affrontare meglio le questioni.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    seduta congiunta con il Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione

    Presentazione della missione valutativa “Il sostegno al reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti in Lombardia”, a cura di Éupolis Lombardia. La ricerca ha preso in esame l’implementazione degli interventi regionali a sostegno del reinserimento dei detenuti e di coloro che usufruiscono di misure alternative, in attuazione della l.r. 8/2005 e sostenuti dalle politiche di inclusione sociale finanziate attraverso il Fondo Sociale Europeo. La presentazione si concluderà nella seduta prevista per la prossima settimana.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.