• Report settimana 9 – 13 Ottobre 2017

    I Commissione

    Non si è riunita.

     

    II Commissione

    Il PDL n. 0364 (in tema di interventi di assistenza alle vittime del terrorismo), è stato approvato all’unanimità alla presenza dell’Assessore alla Sicurezza, protezione civile e immigrazione. Quanto al PDL n. 0365 (per l’adeguamento dell’ordinamento regionale ad alcuni decreti legislativi, in ordine alla disciplina della Conferenza dei servizi, ai regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione) è stato illustrato dal relatore.

     

    III Commissione

    La commissione ha espresso parere di competenza, con osservazioni alla II, in merito al pdl 365 Disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento regionale ad alcuni decreti legislativi in ordine alla disciplina della Conferenza dei servizi e ai regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione. A seguire è stata approvata all’unanimità la proposta di risoluzione dedicata al “Riconoscimento, tutela e sostegno del caregiver”, con cui si impegna la Giunta a sollecitare Governo e Parlamento ad approvare la legge, attualmente in discussione al Senato, a favore di quanti assistono un familiare malato o non autosufficiente, prevedendo specifiche tutele, tra cui supporti assistenziali, benefici economici e contributi previdenziali. Nel documento si invita anche la Giunta a valutare la possibilità di adottare idonea regolamentazione regionale a favore dei caregiver. Il testo passa ora al vaglio dell’Aula nella seduta del 24 ottobre. In chiusura di commissione è stato illustrato dal relatore il pdl n. 367 “Promozione e valorizzazione del termalismo lombardo”.

     

    IV Commissione

    Pdl 366 – Clausole sociali. La Commissione ha licenziato con nostro voto di astensione il progetto di legge relativo all’introduzione di clausole sociali all’interno dei bandi regionali e del Sistema del Sireg dove l’incidenza della manodopera superi il 50 % del valore dell’intera gara d’appalto. Sono state recepite diverse nostre proposte emendative, tra le quali il riferimento ai contratti nazionali collettivi comparativamente maggiormente rappresentativi. Da qui all’aula lavoreremo per migliorare ulteriormente il testo, in particolare cercando di sfumare la parte relativa alla dichiarazione scritta da parte dei concorrenti dell’eventuale incompatibilità, anche solo parziale, della clausola sociale con la loro organizzazione aziendale.

    Audizione con Afol e Centri per l’impiego provinciali. Sono stati auditi in commissione Attività produttive i rappresentanti dei Centri per l’impiego, l’UPL e le Afol, in merito alla riorganizzazione e agli effetti presenti e futuri del riordino previsto dalla normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive incluse dal “Jobs Act”. E’ stata l’occasione per fare il punto sullo stato di avanzamento della riorganizzazione in atto, sulla situazione a luci ed ombre presente in Lombardia e sui modelli esistenti tra gli erogatori di servizi di formazione e collocamento. Dopo aver ascoltato i rappresentanti di diversi centri, come Gruppo PD abbiamo sottolineato l’importanza del rispetto della pluralità delle diverse esperienze e manifestato la nostra contrarietà a forzature per imporre un modello unico o prevalente solo perché apparentemente più efficiente. Altro tema è poi quello del rispetto della territorialità: siamo infatti altrettanto contrari ad un accentramento che non tenga conto delle diverse esigenze nei vari tessuti socio produttivi. Posti questi due cardini, sul mercato della formazione lavoro lombardo, c’è un lavoro urgente da portare avanti sul personale dei centri: auspichiamo infatti che si mantengano gli standard qualitativi attuali e i livelli occupazionali di chi ad oggi li garantisce.

    Audizione Enel Valle Camonica. Abbiamo audito i rappresentanti dell’Enel, le OO.SS, la Provincia di Brescia e la Comunità Montana e Bim della Valle Camonica in merito alle problematiche legate alla riorganizzazione del settore idroelettrico nella zona. I vertici dell’Enel, nell’illustrare il progetto, hanno rassicurato i Commissari che la revisione delle funzioni e dei ruoli non avrà nessun impatto sul perimetro occupazionale e che i servizi di guardiania delle dighe non verranno esternalizzati a cooperative esterne.

     

    V Commissione

    Nel corso della Commissione è stato deciso di approfondire la discussione e votare il PAR 143 (Regolamento recante criteri e metodi per il rispetto del principio dell’invarianza idraulica ed idrologica, ai sensi dell’art. 58 bis della l.r. n. 12/2005 – Legge per il governo del territorio) nel corso della prossima seduta prevista per il 26 ottobre. E’ stato poi presentato dal relatore Fossati (Lista Maroni) il PDL 365 “Disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento regionale ai decreti legislativi n. 126/2016, n. 127/2016, n. 222/2016 e n. 104/2017, relative alla disciplina della Conferenza dei servizi, ai regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione” che vede come competenza della Commissione solamente la parte che concerne l’articolo 5 (Modifica dell’articolo 19 della l.r. 9/2001 Programma e sviluppo della rete viaria di interesse regionale). Anche sul PDL 365 approfondimento e votazione nella prossima seduta.

     

    VI Commissione

    In seduta è stato presentato dal relatore il PDL 365 che riguarda la disciplina delle Conferenze di Servizio, i regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti e a ulteriori misure di razionalizzazione. Si è poi passati alla discussione del PAR 143 relativo al rispetto della invarianza idraulica ed idrogeologica; su questo provvedimento i consiglieri del PD hanno presentato valutazioni e proposte. Il provvedimento verrà messo in votazione nella prossima seduta di Commissione.

     

    VII Commissione

    Si è tenuta l’audizione con il Presidente dell’Associazione per la gestione del Museo Civico di Lentate sul Seveso in merito alle problematiche relative al Museo, a seguito di dichiarazioni del sindaco e vicesindaco che ne hanno annunciato la chiusura. Infatti, con una delibera di agosto, l’amministrazione comunale di Lentate ha disposto la risoluzione anticipata della convenzione con l’associazione che lo gestisce. Durante l’audizione, sono state illustrate nel dettaglio le molte attività che si svolgono da anni nel Museo e come esso sia sede di mostre e incontri, riconosciuto come un’istituzione importante. Sul territorio, sono già state raccolte centinaia di firme dei cittadini di Lentate contrari alla chiusura della struttura. Il presidente, al termine della seduta, ha deciso di  inviare una lettera all’amministrazione comunale per sapere come intenda procedere nei confronti dell’istituzione. La lettera di risposta verrà inviata i commissari di commissione.

     

    VIII Commissione

    È stato reso parere con osservazioni al PAR n. 148 (afferente determinazioni in merito allo Statuto di Ersaf). Il gruppo del PD si è astenuto a seguito di alcune osservazioni inserite nel parere da rendere alla giunta che sono fuori contesto rispetto alle competenze, stabilite per legge, dell’ente stesso. Il PDL n. 136 (Disposizioni in materia di agricoltura sociale) è stato trattato con la proposta da parte del relatore Marco Carra del Pd di proporre alcuni emendamenti migliorativi al testo. Le previste audizioni con i commissari delle APA (Associazioni provinciali degli allevatori) non si sono svolte causa l’impossibilità degli stessi a partecipare. E’ stato deciso di fissare una nuova data di audizione.

     

    COMMISSIONI SPECIALI

     

    Antimafia

    Non si è riunita.

     

    Situazione carceraria in Lombardia

    Non si è riunita.

     

    Rapporti tra Lombardia, Confederazione elvetica e Province autonome

    Non si è riunita.

     

    Riordino autonomie

    Non si è riunita.