• TRUFFE AGLI ANZIANI: LA REGIONE RITIRA LA DELIBERA. SCANDELLA (PD): “CI AVEVA MESSO LE BRICIOLE, CRITICHE ANCHE DALLA MAGGIORANZA”

    Settantamila euro per tutta la Lombardia e limitati ai soli comuni sopra i 30mila abitanti: dopo le critiche del Pd in commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale, condivise anche dalla maggioranza, la Giunta regionale ha comunicato ieri, sempre in commissione, il ritiro del provvedimento e lo spostamento delle risorse al 2020. L’organo consiliare era chiamato ad esprimere un parere, che dopo l’annuncio del ritiro da parte del dirigente dell’assessorato alla sicurezza, presente in Aula, è giunto all’unanimità.

    Ora la commissione è impegnata a ridiscutere la questione per il prossimo anno, partendo dalla dotazione di 170mila euro, ovvero la somma dei 100mila già allocati e dei 70mila spostati dal 2019 al 2020.

    “Le truffe ai danni degli anziani sono una piaga e vanno contrastate con decisione – dichiara il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella – ma la Regione non può continuare a vendere fumo mettendoci le briciole perché con quei soldi i comuni non stampano nemmeno i volantini. Ora ne discuteremo in commissione in vista del prossimo bilancio, ma è evidente che per un’azione minimamente credibile occorre aggiungere almeno altri 200mila euro l’anno, che significa quadruplicare la dotazione annua prevista dalla Giunta. La sicurezza si fa con risorse e politiche adeguate, non si può procedere a spot propagandistici.”

    Milano, 6 giugno 2019