• Valle di Scalve, Scandella scrive agli assessori Del Tenno, Beccalossi e Terzi per un intervento urgente

    “Necessario predisporre un piano per il dissesto idrogeologico per le zone di montagna”

    Il consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella con una lettera agli assessori regionali Viviana Beccalossi (Territorio), Maurizio Del Tenno (Infrastrutture) e Simona Bordonali (Protezione civile) chiede un intervento urgente da parte di Regione Lombardia per predisporre un piano per il dissesto idrogeologico per le zone di montagna.

    “Il 60% dei comuni lombardi, gran parte dei quali inseriti nella fascia montana e pedemontana, sono interessati da fenomeni di dissesto idrogeologico – spiega il consigliere -. Un problema che si ripercuote sulla sopravvivenza stessa della singola comunità. L’ apertura a singhiozzo e la conseguente deviazione del traffico su strade provinciali secondarie, particolarmente pericolose, stanno incidendo negativamente sulle attività produttive, commerciali e turistiche e causando disagi non indifferenti. Quello della Valle di Scalve non è l’unico caso – continua – Valbondione, Ardesio e la Valserina condividono ad esempio le stesse difficoltà. Le problematiche legate al maltempo e le forti nevicate di questo inverno stanno mettendo a dura prova la tenuta di quanti – amministratori, lavoratori, studenti o semplici cittadini – si trovano in difficoltà soltanto nel recarsi sul posto di lavoro,raggiungere la meta turistica o ricevere merci a causa del rischio valanghe e dei provvedimenti presi per scongiurarlo”.

    Con la lettera il consigliere democratico sollecita un intervento di Regione Lombardia affinchè di concerto con provincia di Bergamo, possa concorrere a risolvere una situazione “che sta diventando insostenibile: la messa in sicurezza del territorio mediante l’installazione di protezioni paravalanghe rappresenta una necessità cui non possiamo sottrarci, se intendiamo contribuire al mantenimento delle attività produttive che ancora resistono”.

    Milano, 21 febbraio 2014